Economia
Deludenti per il Codacons i dati sull’inflazione diffusi oggi dall’Istat

Inflazione, Istat rivede stime a settembre +0.2%

"Per tornare ad un tasso di inflazione accettabile serve uno sprint sui consumi da parte delle famiglie"


Di:

Roma. Deludenti per il Codacons i dati sull’inflazione diffusi oggi dall’Istat, che vedono l’indice nazionale dei prezzi al consumo scendere dello 0,4% su base mensile e aumentare dello 0,2% su base annua. “L’andamento dei prezzi è negativo – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Una crescita dello 0,2% su base annua, dopo il lungo periodo di deflazione registrato in Italia, è un dato molto deludente perché riflette la domanda interna, ancora debole ed incerta”.“Per tornare ad un tasso di inflazione accettabile serve uno sprint sui consumi da parte delle famiglie, e misure adeguate per far tornare gli italiani a spendere” – conclude Rienzi.

Redazione Stato Quotidiano

Inflazione, Istat rivede stime a settembre +0.2% ultima modifica: 2015-10-14T11:16:57+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Raffaele Vairo

    La delusione del Codacons sui dati dell’inflazione diffusi dall’Istat, che vedono l’indice nazionale dei prezzi al consumo scendere dello 0,4% su base mensile e aumentare dello 0,2% su base annua, sono talmente banali che fanno cadere le braccia. Infatti, il Presidente del Codacons Carlo Rienzi dichiara: “Per tornare ad un tasso di inflazione accettabile serve uno sprint sui consumi da parte delle famiglie, e misure adeguate per far tornare gli italiani a spendere”. Orbene, che cosa è necessario fare per dare uno ” sprint” ai consumi da parte delle famiglie? Quali misure sono, altresì, necessarie per far tornare gli italiani a spendere? Per rispondere non serve essere un economista!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This