Eventi

Beni culturali in Puglia: sei mostre per restauri e valorizzazione


Di:

www.utexas.edu

www.utexas.edu

Bari – IL restauro e la conservazione dei documenti in carta e in pergamena della Basilica di San Nicola a Bari, il completamento dei lavori di valorizzazione del Parco archeologico delle Mura Messapiche di Manduria, l’avvio del progetto Aracne di biblioteche pubbliche “glocali” nella provincia di Foggia, il consolidamento e il restauro della Cattedrale di Otranto. E ancora: il recupero dell’ex sinagoga di Trani, la nascita del sistema museale del Sud Salento e la creazione della rete dei Teatri storici di Puglia. Sono soltanto alcuni tra gli oltre 500 interventi (finanziati con il ricorso integrato a fondi regionali, nazionali ed europei) che hanno caratterizzato, negli ultimi anni, una nuova stagione dei beni culturali in Puglia. Le azioni e i risultati di questa stagione saranno i temi del convegno organizzato dall’assessorato regionale al Sud e al Diritto allo studio e dall’ARTI, l’Agenzia regionale per la tecnologia e l’innovazione, giovedì 18 febbraio a partire dalle 9.30 nell’Auditorium della Biblioteca nazionale “Sagarriga Visconti Volpi” di Bari (Cittadella della Cultura, via Pietro Oreste, 45). Gli interventi di recupero e valorizzazione dei beni hanno riguardano sette sistemi omogenei: gli archivi, le aree archeologiche, le biblioteche, le cattedrali, i complessi monumentali, i musei e i teatri. Le eccellenze di questi sistemi saranno illustrate in sei mostre in programma in contemporanea nelle province pugliesi. “I moltissimi interventi che presenteremo nel convegno e nelle mostre – spiega l’assessore al Sud e al Diritto allo studio – hanno garantito, già nel breve termine, l’efficacia e l’efficienza della spesa. Oggi questo insieme corposo di azioni ci permette di avviare in Puglia un percorso intelligente di valorizzazione di un’offerta culturale ricca e diffusa, destinato ad incrementare l’attrattività dei territori regionali”. “L’ARTI – aggiunge il presidente Giuliana Trisorio Liuzzi – ha ideato e realizzato questo progetto di valorizzazione degli interventi regionali in materia di beni culturali, coerentemente con il proprio obiettivo istituzionale di diffondere la conoscenza dell’innovazione. Nel progetto, infatti, l’innovazione riguarda sia gli aspetti di recupero funzionale dei singoli beni, sia l’approccio sistemico e integrato adottato nel disegnare una nuova politica regionale in materia”.

GLI OSPITI: Al convegno, oltre al’assessore e a Giuliana Trisorio Liuzzi, interverranno tra gli altri: Giampiero Marchesi, esperto di valutazione degli investimenti pubblici del Ministero dello Sviluppo economico; l’assessore regionale al Mediterraneo,; il direttore dell’Area politiche per la promozione del territorio, dei saperi e dei talenti della Regione Puglia, Francesco Palumbo; il dirigente del Servizio beni culturali della Regione, Francesco Virgilio, che coordinerà una tavola rotonda alla quale parteciperanno i protagonisti di alcuni interventi di eccellenza. Le mostre, a ingresso libero, sono in programma a Barletta (Teatro Curci), a Brindisi (Palazzo Nervegna), a Foggia (Biblioteca provinciale), a Lecce (ex Convitto Palmieri) e a Taranto (Biblioteca comunale). Tutte le mostre apriranno il 18 febbraio e potranno essere visitate fino al 4 marzo, mentre quella di Lecce sarà inaugurata il 22 febbraio e chiuderà il 5 marzo.

Beni culturali in Puglia: sei mostre per restauri e valorizzazione ultima modifica: 2010-02-15T17:19:22+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This