Manfredonia

“Corte Cassazione annulla sequestro Residence Il Porto”


Di:

Mattinata, contrada Principe, panoramica dell'area interessata ai sequestri dei cc del Noe (st@)

Mattinata – LA Corte di Cassazione di Roma ha annullato ieri, 14 febbraio, il sequestro del Residence Il Porto di Mattinata, operato dalla Procura di Foggia, comunicato il 10 ottobre 2012. Lo riferiscono referenti del PDL locale.

SPECIALE OPERAZIONE NOEINTERVISTA COMANDANTE COLACICCO e DICHIARAZIONI PRESIDENTE PARCO PECORELLA


L’OPERAZIONE.
Come ricordato, a seguito di procedimento penale instaurato presso la Procura della Repubblica di Foggia, i carabinieri del Noe – comandante Cap. A.Colacicco, e della sezione di Polizia Giudiziaria del Tribunale di Foggia avevano dato corso all’esecuzione del decreto di sequestro preventivo della struttura turistico-alberghiera “Il Porto” ubicata a Mattinata (Fg), in Contrada Principe, dall’estensione di mq 70.000 circa per un valore di 24 milioni di euro circa.


Le indagini partite dopo lavori di ristrutturazione e riqualificazione.
Il provvedimento era scaturito da attività investigativa avente oggetto “lavori di ristrutturazione e riqualificazione del summenzionato manufatto edile“, a seguito della quale venivano rilevate irregolarità alla normativa edilizio/ambientale inerenti la realizzazione di opere edili non corrispondenti ai progetti, con permessi a costruire privi della obbligatoria e preventiva autorizzazione paesaggistica dell’Ente Parco Nazionale del Gargano, deturpando l’area protetta che le ospita.

Il precedente sequestro a Mattinata. Per ultimo in ordine temporale lo scorso giugno, sempre a Mattinata, in località “torre del lupo”, veniva sottoposto a sequestro preventivo la struttura turistico-alberghiera dal nome commerciale “la casa e il mare”, del valore complessivo circa € 3.000.000,00. In quell’occasione venivano deferiti il titolare dell’ impresa per la gestione ed esercizio di attivita’ ricettivo alberghiere, il progettista dei lavori, il direttore dei lavori, il legale rappresentante dell’impresa costruttrice e il responsabile utc del Comune di Mattinata, rei, in concorso, di aver realizzato opere edili non corrispondenti ai progetti, con permessi a costruire privi della obbligatoria e preventiva autorizzazione paesaggistica dell’ente parco nazionale del gargano e del demanio marittimo.


PDL: CONFIDIAMO RIAPERTURA ENTRO PASQUA.
“Confidiamo in un’apertura del residence entro Pasqua e inviamo un elogio ai 40 dipendenti della struttura che hanno atteso in questi mesi fiduciosi nella riapertura”. “Ha vinto Mattinata, ha vinto il turismo, ha vinto chi ha scelto di investire a Mattinata, ha vinto chi vuol fare turismo, ha vinto chi ha avuto fiducia nella giustizia e soprattutto ha vinto chi vuol far grande Mattinata”, come riportato nel sito del PDL di Mattinata.


g.defilippo@statoquotidiano.it

“Corte Cassazione annulla sequestro Residence Il Porto” ultima modifica: 2013-02-15T11:30:59+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
30

Commenti


  • agguerrito

    E l’operazione che fu portata alla ribalta anche dalle emittenti nazionali la cataloghiamo come PAGLIACCIATA?


  • Rob

    ha vinto il cemento sulla natura!
    Il vero pregio di Mattinata e la naturalezza con cui si “amalgama” il paese nel territorio incontaminato. Il cemento si allontana da questa visione. Quel complesso deturpa l’immagine dell’intera spiaggia perchè pensato e costruito senza il minimo criterio di integrazione architettonica nel contesto naturale. Il modello riminese andate ad inseguirlo altrove!!! Ma si sa che in campagna elettorale ci si scambiano cortesie….e bravi i ragazzi del PDL………
    Cmq qui leggo di un dissequestro non di una sentenza…spero che chi ha sbagliato pagherà!


  • Redazione

    A breve cercheremo di pubblicare l’atto in forma integrale, si tratta di una notizia che abbiamo comunicato su anticipazione resa dai soggetti che legge; grazie; Red.Stato


  • Giuseppe

    Annullato il sequestro!?…motivazioni???


  • Redazione

    A breve cercheremo di pubblicare l’atto in forma integrale, si tratta di una notizia che abbiamo comunicato su anticipazione resa dai soggetti che legge; grazie; Red.Stato


  • Andrea.

    Molto strano questo dissequestro, proprio in occasione delle ELEZIONI POLITICHE… credo che Mattinata debba diventare grande culturalmente e NON turisticamente!


  • Andrea.

    Cosa più GRAVE, vorrei tanto sapere come fare turismo a Mattinata… visto che il mare è pieno di FECI, ecco a cosa si riferisce il PDL, Mattinata è ammalgamata dalle feci!
    Ancora non riesco a capire il PDL cosa intende per: “Ha vinto chi vuol fare turismo”.

    Pensate a migliorare l’ambiente che sono tre anni che vengo in vacanza ED E’ SEMPRE PIENO DI FECI IL MARE!


  • iiceman85

    quanta gente è rimasta a casa a causa di questa operazione????? vogliamo riempire il parco di forestali?????


  • LUIS

    La vicenda è troppo strana, io credo che qualcuno è rimasto a bocca asciutta, è dtrana perchè si sono fatte varie conferenze dove hanno partecipato tutti gli enti compreso il PARCO, Hanno ricevuto finanziamenti, sono anni che i lavori vanno avanti, e si sono accorti solo quando i locali sono iniziati a funzionare che non avevano i pareri del parco? mi sembra strano! sotto c’è la mano di politici, e quando ci sono i politicoi di mezzo è sembre nu mang a mang.


  • libero bisceglia

    Andrea, se non sai cosa significa “fare turismo” perchè fai commenti inutili?
    non so x il Pdl, ma x me fare turismo significa credere che il turismo sia una risorsa ed investire del denaro per il turismo e non chiacchiere e polemiche sterili….


  • Riformatore

    Scusate capisco le polemiche se si parla di industrie, inceneritori, ecc…

    Ma qui diamo di matti non si vuole lavorare…
    Dire che una struttura alberghiera deturpa il paesaggio mi sembra esagerato!
    Io non so se ci sono dell’illeciti e giusto che ne paghino le conseguenze ma caso contrario è giusto cementificare se questo significa creare occupazione senza tra l’altro inquinare!!!
    X le feci in mare è sempre colpa degli incivili non delle strutture turistiche!!!


  • Andrea.

    Sig. Libero Bisceglia, non ho scritto nessun commento inutile, credo che il PDL si sia spiegato ABBASTANZA bene nelle proprie parole (ognuno conosce i propri interessi, o non so come si dice a Mattinata).
    Ripeto che Mattinata debba diventare grande dal punto di vista della cultura e non SOLO del turismo.
    Sarà senz’altro una risorsa il turismo, una ricchezza per Mattinata, ma Lei sa che il mare (almeno d’estate) è pieno di feci?
    Lei sa che i turisti lamentano il problema di una “depressione” nel centro?

    Allora rifletta su come si debba fare realmente un turismo (ricco di divertimento, che molte volte non esuli da ciò che è fare TURISMO)adeguato a Mattinata.


  • Andrea.

    Riformatore, quattro dei miei amici che alloggiavano in una struttura turistica (me compreso) sono andati via da Mattinata per il problema delle feci, capisco che l’inciviltà esiste ed è davvero schifosa…
    Ma nel mare tra INCIVILI e persone CORRETTE NON CREDO CHE SI FACCIANO IL BAGNO ANCHE I CAVALLI!!!


  • La pecora

    Il presidente pecorella invece di fare illazioni inutili pensasse ad abbattere quel mostro a Manfredonia situato all’ acqua di Cristo……… Ops quello è dell—-suo……. Dovresti veramente vergognanti……. Dimettiti — uomo


  • Uno di Voi

    Quando si costruisce in aree belle dal punto di vista paesaggistico e pertanto vincolate si devono avere prima le varie autorizzazioni e poi costruire, coinvolgendo per opere rilevanti addirittura la cittadinanza.

    Invece molto spesso, per fretta, per incompetenza, per ignoranza, per intenzione, si costruisce e poi…”Dio vede e provvede”, “perchè io sono io e voi non siete un cazzo” ecc. ecc. e quest’ultimi atteggiamenti sono favoriti dai politici con una strizzata d’occhio.

    Il punto è sempre lo stesso: le autorità preposte al controllo degli eventuali abusi, consapevoli del loro compito e senza aver paura, devono intervenire nella fase “del parto” del mostro edilizio, non quando il “bimbo” ha compiuto la maggiore età.

    Infine, il solo pensare di politicizzare il dissequestro è scandaloso, inaudito, aberrante, da distruggere alla base il senso civico della collettività.

    L’unico merito politico, che si vede in questi casi, è nell’aver prima “aggiustato le carte” presso i vari Enti ——–al fine di far aggrappare l’avvocato difensore a qualche cavillo giuridico in fase di giudizio.

    Un merito che ha un costo, non sociale ma in Euro!!!


  • Riformatore

    X Uno di Voi

    Concordo sulle varie autorizzazioni ma conoscendo i problemi di diverse persone che hanno avviato o che sono ancora in attesa di autorizzazioni so che è una trafila costosa e che dura una vita… altro che un GIORNO e al COSTO di UN EURO come pubblicizzato lo scorso anno!!!
    Tante volte ho detto anch’io che va bene le regole ma se queste sono un ostacolo insormontabile queste poi diventano un ulteriore incentivo all’abusivismo!!!


  • Riformatore

    X Andrea

    Capisco il disagio e lo condanno chiunque sia il colpevole andrebbe multato pesantemente perché è un danno per l’intero paese!!!

    Detto questo però, penso non ci sia alcun legame tra le feci in acqua e le strutture turistiche o almeno lo spero…!!!


  • Andrea.

    Riformatore, forse c’è stata un po di distrazione.
    Il PDL ha scritto nel proprio sito web: “Ha vinto il turismo”.
    Ho aggiunto, che prima di pensare a fare “turismo” bisognerebbe capire il perché delle feci in acqua (non è possibile che sia colpa degli incivili, almeno che non entri in mare una mandria di maiali)e di altre cose che ho scritto nei precedenti commenti.


  • Andrea.

    Per il resto… quoto Uno di Voi, complimenti mi ha tolto le parole che avrei dovuto scrivere io.
    Uno di Voi, ecco perché ho scritto che è MOLTO strano questo dissequestro… proprio in occasione delle elezioni POLITICHE!


  • Mattinatese doc

    x Andrea
    Anzichè prolungarti su unitili e incostruttive polemiche potresti pensare al senso della vita o meglio a ciò che il mondo (e sicuramente non il turismo) possa estrapolare da te qualora in te ci fossero dei pregi…
    Quanto alla cultura di NOI mattinatesi credo sia un popolo abbastanza obiettivo e nobile dal comprendere i pro e i contro (feci) del turismo e dal discernere il giusto e l’ingiusto (la tua polemica ed il provvedimento di sequestro)!!!


  • Andrea.

    Mattinatese doc, capisco che è affezionato al suo “popolo”, ma io se fossi in Lei un piccolissimo esame di coscienza me lo farei.


  • Uno di Voi

    x Riformatore

    Sono d’accordo in parte su quello che dici, perchè i ritardi dell’amministrazione se venissero presi come alibi per fare opere abusive, il nostro territorio verrebbe “stuprato”.

    Tutte le categorie della filiera delle costruzioni, dai costruttori, ai professionisti, ai fornitori, ecc. ecc. dovrebbero non solo scioperare, ma chiedere a chi di dovere di accellerare il disbrigo delle pratiche autorizzative, con tempi certi, con punizioni severe per chi ha espletato le pratiche in ritardo, con controlli interni dei dirigenti basati non su chiacchiere ma su tabelle ed anche da organismi esterni all’amministrazione. Questo a valle.

    A monte, si dovrebbe proporre il potenziamento del personale amministrativo, contabile e tecnico con premi di produttività consistenti dotandolo di sistemi e strumenti gestionali evoluti per le ricerche in archivio, scambiarsi documenti, ecc.

    Infine e sopratutto il personale pubblico non dovrebbe chiacchierare, ma lavorare.

    Credo che abbia detto ovvietà, comunque irrealizzabili se le cose continuano così in Italia, dove tutto il sistema è fatto per incentivare l’abusivismo, su questo sono d’accordo con te.

    Però la malattia si combatte, guai a rassegnarsi o peggio a favorirla.


  • Uno di Voi

    X Andrea

    Quello che dici tu è vero: l’ho costato fino a tre anni fa!

    Ora non ci vado più e la storia dei stronzetti galleggianti è finita.

    Mi conforta che sia successo anche a te!
    Questo sì che è condividere delle esperienze!!!

    Comunque i mattinatesi, dovrebbero pretendere dalle autorità locali controlli più severi sugli scarichi a mare e pretendere delle indagini sulla provenienza di quello schifo che si presenta specialmente nel pomeriggio.
    E’ nel loro esclusivo interesse difendere l’incantevole bellezza del suo territorio, arrivando anche a fare delle denunce sia alle autorità che ai mass-media.
    Prima però, non dopo quando scoppia lo scandalo.


  • Mattinatese

    Volevo ringraziare la redazione per aver tempestivamente pubblicato la notizia, una buona notizia per noi mattinatesi.
    Il resto tace…Sì, tace perchè si racconta solo ciò che fa rumore…
    Si condanna senza approfondire con plausi,compiacimenti e sermoni vari sulla legittimità dei procedimenti, sull’abusivismo, sulla cementificazione!
    Sì…il turismo ha vinto!
    Mattinata ha vinto!
    Chi ha investito idee, sogni, studi e denaro ha vinto!
    I mattinatesi hanno vinto contro chi vuole gettare fango sul nostro paese e contro chi ancora una volta voleva decidere per noi…questa volta no!!!


  • Pasquale

    Francamente, se non ci hanno pensato al tempo dei primi scavi, oggi bisogna guardare a 360 gradi. Se facciamo un ragionamento con il senno del buon padre di famiglia, la risposta ci viene spontanea.


  • Alberto

    MI vergogno sempre di più della mia Terra. Piena di politici che vanno a braccetto con delinquenti e che fanno comunicati contro l’illegalità. Rimango disgustato dalla distruzione senza criterio di una zona bellissima del Gargano legalizzata ad hoc solo per gli amici degli amici. Poi se il comune cittadino subisce un torto gli organi preposti gli ridono in faccia. Parlate di turismo? Con i prezzi di Mattinata conviene andare a Vieste. Almeno lì i parcheggi sono gratis, non c’è l’abusivo che non ti lascia neppure il tagliando.


  • Andrea.

    Bravo Alberto.
    Mi sa tanto che c’è qualcuno che la sa lunga!


  • Redazione

    Riapre oggi il mega residence ‘Il Porto’

    Riapre il residence Il Porto. Il gip Valente ha concesso – dietro richiesta dei gestori – la facoltà d’uso della struttura. I dipendenti ritorneranno così a lavorare. Le festività pasquali dietro l’angolo il primo banco di prova della nuova stagione.

    Da oggi bisognerà rimettere a nuovo il residence rimasto chiuso per cinque mesi. Complessa l’intera vicenda processuale. La decisione del gip arriva in seguito alla sentenza della Corte di Cassazione che annullò il provvedimento di sequestro nell’udienza che si tenne il giorno di San Valentino 2013 a Roma.

    L’annullamento della suprema Corte arrivò a distanza di quattro mesi esatti (era il 13 ottobre quando scattarono i sigilli) dal provvedimento di sequestro del Tribunale di Foggia varato appunto dell’ottobre 2012 per (presunte) irregolarità riscontrate.

    Cinque mesi fa, come si ricorderà, la magistratura foggiana denunciò cinque persone per sbancamenti ritenuti illegittimi e finalizzati alla realizzazione dell’albergo: il tutto per un valore di 2 milioni di euro e 70 mila metri quadrati di superficie.

    I magistrati fecero scattare i sigilli dopo alcuni mesi di lavoro. Le indagini furono coordinate dalla procura di Foggia. L’area interessata, secondo la tesi accusatoria della Procura, dopo i lavori avrebbe deturpato in modo profondo il fianco della collina.

    Fonte: Francesco Trotta
    Gazzetta del Mezzogiorno


  • doniaforever

    QUOTO ALBERTO IN TUTTO!


  • marco

    Mi piacerebbe sapere perchè quando scattano i sequestri vanno in prima pagina, quando poi la stessa magistratura afferma che non sono stati commessi reati o abusi non ne parla nessuno mahhh.

    Giustizia spettacolo ormai siamo abituati.

    ps ma i valori delle cose sequestrate li trovate nei baci perugina ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This