AttualitàManfredoniaPolitica
"Lunedì mattina ho presentato le dimissioni, Iil sindaco mi ha chiesto di non protocollare e di dargli tempo."

Innocenza Starace: “Riccardi, non sei riuscito a dominarmi”

I Verdi passano all'opposizione, De Luca firmerò per lo scioglimento del consiglio comunale: "Non abbiamo scheletri nell'armadio"


Di:

Dopo la revoca di nomina di assessore da parte del sindaco Angelo Riccardi, l’avvocato Innocenza Starace non si sottrae dal dare la sua versione dei fatti su quanto accaduto nel corso della settimana. La dichiarazione ufficiale firmata dal primo cittadino recita: “Nel corso del mandato il rapporto di fiducia è venuto meno, poiché la Starace assumeva anche pubblicamente posizioni contrastanti con l’Amministrazione Comunale, da ultimo, osteggiava con dichiarazioni pubbliche l’esecuzione di provvedimenti amministrativi. Pertanto, sono venute meno le condizioni per la permanenza della stessa nella carica e nelle sue funzioni”.

Una revoca inaspettata per l’ormai ex assessore: «Lunedì mattina ho presentato al sindaco Angelo Riccardi le mie dimissioni. Sono una donna libera, e liberamente ho scelto di lasciare il ruolo che ricoprivo. Il sindaco mi ha chiesto di non protocollare le mie dimissioni e di dargli tempo. Nel frattempo ho continuato a svolgere il mio ruolo di assessore. Con mia grande sorpresa ho letto il comunicato del sindaco: la sua è stata quasi una gara a chi revocava per primo il posto che occupavo. Non è la prima volta che mi trovo in disaccordo con le politiche di Riccardi, ma sul suo fare gioco di squadra è sempre stato chiaro: o con me, o sei fuori. Per me, come donna, ciò che è successo oggi significa una sola cosa: lui non è riuscito a dominarmi, a possedere la mia mente. Ha preferito mandarmi via piuttosto che accettare che come persona potevo essere utile. Il fatto di essere stata revocata perché non mi sono uniformata al suo pensiero è un onore e una testimonianza a tutte le donne e non solo, un invito a non abbassare mai la testa. Ciò che è successo è molto grave e mi tocca in quanto avvocato e in quanto persona.»

I Verdi di Manfredonia, nelle persone di Innocenza Starace e Alfredo De Luca, escono dalla maggioranza. Il consigliere De Luca, che passerà all’opposizione e firmerà per lo scioglimento del consiglio comunale (probabilmente anche nei prossimi giorni, alla luce della sentenza della corte costituzionale n.18 del 2019) racconta la difficoltà nel mandare avanti i loro progetti, nonostante per molti di loro sia stato fatto un lavoro di preparazione in Commissione ambiente. Tra le proposte mandate avanti e mai prese in esame, rientrano: posizionamento di centri di raccolta rionali per Olio vegetale esausto,ordinanza sui rifiuti da prodotti da fumo e modifica al regolamento uso suolo pubblico, istituzione della Anagrafe dei richiedenti asilo, verifica del pagamento dei passi carrabili, eliminazione barriere architettoniche. «In questi mesi» affermano nel loro comunicato ufficiale «si sono perse molteplici occasioni per attirare fondi per progetti che avrebbero potuto aiutare lo sviluppo e la gestione della città. Non siamo riusciti ad organizzare un evento pubblico sullo stato delle bonifiche SIN perché questa amministrazione non è interessata a dare informazioni su quel fronte, stiamo chiedendo a gran voce di attivare i contratti di fiume, abbiamo seguito le agitazioni del settore pesca. Non abbiamo scheletri nell’armadio. Ciò che lamentiamo è la mancanza di lungimiranza politica di questa amministrazione. Per puro senso di responsabilità abbiamo votato i provvedimenti necessari ad evitare il dissesto finanziario ma riteniamo cessata ogni capacità di azione politica di questa maggioranza.»

Innocenza Starace: “Riccardi, non sei riuscito a dominarmi” ultima modifica: 2019-02-15T20:34:55+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
21

Commenti


  • Sipontino


  • dirittoapplicato

    Sig.ra Starace le sue dichiarazioni appaiono alquanto poco credibili.

    Lei è stata assessore per ben due anni e solo dopo che il Sindaco Le revoca il mandato vien fuori con le sue dichiarazioni di indipendenza intellettuale.

    Lei afferma che il Sindaco non è riuscito a “dominarLa” e invita le donne a non “abbassare la testa” …. ma ammette che le sue dimissioni non le ha protocollate proprio su richiesta del Sindaco …. Credo che vi sia un pò di contraddittorietà!


  • RICCARDO

    RICCARDI SEI FINITO ?

  • Non siete credibili ne tu e ne tuo marito


  • Carla

    Non capisco perché tirare in mezzo i diritti delle donne nel proteggersi, giustamente, da atto di machismo. Qui si parla di tutt’altro


  • Cittadino di Manfredonia

    Non siete credibili anzi non avrete mai il mio voto. Siete tutti uguali.


  • Pensionato

    Vi ha dominato n coppia x tanto tempo… ah ah ah ma iet a zappe a terr


  • Ora parli??

    Innocenza sarebbe giusto non sputare nel piatto in cui hai mangiato fino a ieri, per fare una bella figura sarebbe meglio il silenzio.Hai preso le parti di gente che occupava abusivamente dei locali da un anno, quasi sfidando l’amministrazione di cui fai parte, sei assessore e maggioranza, se volevi prendere le distanze ti dimettevi, ora non raccontare favole.Per quanto riguardo la politica, ti sei dimostrato non affidabile, se dovrai fare politica,la squadra di cui fara’ parte deve tenere conto di questa tua predisposizione.Ad Maiora


  • Tutto ha un inizio e tutto ha una fine. Anche per coloro che si credono semidei.


  • La figlia di giantommaso

    E chi je cinquanta sfumature di marro????


  • Lettore attento

    Ce ne faremo una ragione


  • Sorridi sei a Manfredonia: la città dei balocchi

    La buonanima del mio caro papa’ diceva in taluni casi….. Va cand i scignje ossia vai ad incantare le scimmie anzi andate tutti a farlo da le roi ai suoi camerieri e anche a voi pentiti dell’ultima ora.


  • Marco

    Signora Starace tu dici.“Riccardi, non sei riuscito a dominarmi…”.
    La verità è un’altra, tu e tuo marito, Alfredo De Luca, siete stati dominati per anni. Le prove? Basta rileggere gli atti dell’Amministrazione comunale e i vostri interventi in Consiglio comunale. E non mi parlare, per favore, di “senso di responsabilità”.
    Premesso che Riccardi non mi piace ancora meno mi piace un Ufficiale che abbandona la nave quando sta affondando.
    Una domanda alla quale sicuramente non risponderai: puoi farci l’elenco degli incarichi e consulenze che tuo marito ha ottenuto e ricoperto in questi ultimi anni?
    Per favore risparmiaci la tua ipocrisia!


  • Antonio

    La sig.ra Starace ha fatto l’Assessore è l’ha fatto bene, sempre presente in mezzo alla gente.
    A differenza di Riccardi che parla e riceve solo gli amici, i parenti e chi va in doppiopetto e cravatta a trovarlo in Comune.
    Come cittadini sono dispiaciuto, l’ho trovata sempre brava e disponibile.


  • Pasquino

    Effettivamente il Riccardi non l’ha dominata ma soltanto palleggiata cambiandole l’assessorato. Allora perché non mettere in piazza i veri motivi dell’azione sindacale e delle sue dimissioni??? Nella sua dichiarazione c’è qualcosa che stona e sta a lei chiarire i dubbi dell’elettorato. Penso, però, che lei questo passo non lo farà mai.


  • Ettore

    Cosa si aspettava dall’Imperatore quando ha accettato l’incarico? L’ho avete tenuto voi a galla e sappiamo bene cosa galleggia…


  • Ciccio

    Vi ha domato…..vi ha domato….ora che il titanic si è spaccato per affondare definitivamente per inabissarsi si inizia ad abbondonare la nave…


  • Evolux

    Be’ io non mi schiero politicamente con nessuna delle parti in causa, ma posso dire a tutti che ciò che la Avv.ssa Starace afferma è vero: ha dato le dimissioni prima che venisse revocato l’incarico. Il sindaco, e non è raro a queste azioni, ha semplicemente voluto anticiparla per ovvie ragioni. Forse la ex assessora, peccando d’ingenuità, avrebbe dovuto tutelarsi protocollandole ugualmente, in fondo avrebbe dovuto imparare a conoscere che tipo è Riccardi Angelo. Comunque adesso, dopo l’assessore, cadrà anche l’amminstrazione e finalmente ci liberiamo di Angelino, di lui proprio e del suo ostruzionismo alla buona azione collettiva non se ne può più.

  • Vaglielo a raccontate a chi non ti conosce con sti 200 voti che aveva preso tuo marito , ai buoni intenditori poche parole


  • Io tifo pescara

    La “signora” Starace dovrebbe vergognarsi. Dopo aver per mesi, con la minaccia di far votare contro in consiglio il marito, ha la faccia tosta di farci la morale. Vergogna


  • Sipontino schifato

    Vai a cena con dal lupo e ora ti lamenti che ti ha morso?!?

    Credo che la sua sia innocenza solo di nome e non di fatto.

    Poi lo trovo alquanto squallido oltre che demodè e biascicatamente offensivo per il genere femminile il suo accorato richiamo all’unità di genere, al girl power.

    Si ritiri buon ordine ammettendo la sua connivenza con lo status quo politico, fallimentare e menefreghista del benessere dell’intera città.

    Vi siete asserviti al culto individualistico, tralasciando la tutala del bene comune.

    Adesso salvi almeno la faccia, firmi lo scioglimento, cosa che avrebbe dovuto fare da tempo. in quanto avvocato non poteva non capire tutti gli avusi e gli impicci fin ora portati avanti dalla sua amministrazione.

    Spero davvero si accerti il danno erariale provocato dalla vostra incompetenza.

    Stia serena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This