Edizione n° 5308
/ Edizione n° 5308

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

USURA Foggia. Tassi usurai fino al 244%: condannato a 4 anni e 4 mesi

Ancora una dura condanna per usura: anche in questo caso determinante la denuncia

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
15 Febbraio 2024
Foggia // Primo piano //

FOGGIA – Il Tribunale penale di Foggia, in composizione collegiale, presieduto dalla dott.ssa Gloria Carnevale, ha condannato in primo grado E.D.R. per il reato di usura alla pena di 4 anni e 4 mesi di reclusione e all’interdizione dai pubblici uffici per la durata di 5 anni, disponendo, altresì, la confisca di tutti i beni intestati all’imputato.

L’esito del processo testimonia ancora una volta l’importanza della denuncia da parte delle vittime, che ha consentito alle Forze dell’Ordine ed all’Autorità Giudiziaria, cui va il nostro più sentito apprezzamento per il prezioso servizio reso alla collettività, di individuare l’autore del reato e di giungere celermente alla conclusione del processo, con la condanna dell’imputato alle pene di giustizia.

In altre parole, quando le vittime collaborano, lo Stato risponde.

Anche in questa occasione la Fondazione Antiusura Buon Samaritano, rappresentata dall’avv. Valentina Dinisi, non ha esitato a costituirsi parte civile nel procedimento penale, al fine di tutelare e sostenere la vittima fin dentro le aule del Tribunale, farle sentire la vicinanza della Città e soprattutto per sancire il primato di un diritto costituzionalmente previsto, la salvaguardia della dignità dell’uomo nella sua dimensione sociale.

A fronte di un prestito di €1.000,00, l’imputato ha costretto una delle vittime a corrispondere interessi usurari ad un tasso pari al 244% annuo, ricevendo complessivamente più di €13.000,00, senza dimenticare le altre persone offese coinvolte nel medesimo procedimento penale, costrette a restituire nel giro di pochi mesi una somma pari al doppio di quanto ricevuto in prestito.

Episodi che dimostrano ancora una volta la gravità del reato di usura, che fa leva sulla disperazione delle persone in difficoltà, imponendo loro condizioni che hanno come unica finalità quella di spogliarle di ogni loro avere, a partire dalla dignità.

A seguito della denuncia, le vittime di usura sono ritornate ad essere persone libere, riprendendo con dignità e serenità la vita di ogni giorno.

Il Presidente Avv. Giuseppe Chiappinelli

Lascia un commento

“L’intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento.” Stephen Hawking

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.