FoggiaStato news
Si tratta dello slargo all’incrocio tra via Arpaia e via Zuretti

Foggia, Landella: “Una piazza alle vittime dell’inquinamento ambientale”

"Nella Giornata mondiale contro i cambiamenti climatici è necessario riflettere con maggiore consapevolezza intorno ai temi che hanno a che fare con l’ambiente".


Di:

“Nella Giornata mondiale contro i cambiamenti climatici è necessario riflettere con maggiore consapevolezza intorno ai temi che hanno a che fare con l’ambiente”. Così il sindaco di Foggia, Franco Landella nella giornata mondiale del ‘Friday for future‘.

“Occorre una meditazione seria, sviluppata intorno a questioni che hanno evidentemente una dimensione di portata globale. Un quarto delle morti premature e delle malattie nel mondo è infatti collegato all’inquinamento provocato dall’uomo. Un dato drammatico, confermato dall’Onu nel “Global Environment Outlook” (GEO), il rapporto sullo stato del pianeta. Le emissioni collegate all’inquinamento atmosferico e ai prodotti chimici che hanno contaminato l’acqua potabile mettono infatti a rischio l’ecosistema che garantisce la sopravvivenza di miliardi di persone. Un problema che ha conseguenze anche sull’economia globale, oltre che sul clima. Pertanto c’è bisogno di una ridefinizione delle priorità.

In questo senso il Comune di Foggia, accogliendo con favore e condivisione le istanze avanzate e formulate in queste settimane, intende compiere un atto simbolico, per dimostrare attenzione verso questo tema, allargando la giusta attenzione per le giovanissime vittime della condizione ambientale di Taranto, a tutti coloro che hanno pagato con la vita un modello di sviluppo che dobbiamo impegnarci a rendere più sostenibile. Abbiamo dunque avviato l’iter amministrativo finalizzato ad intitolare alla memoria delle “Vittime dell’inquinamento ambientale” lo slargo all’incrocio tra via Arpaia e via Zuretti».

Fonte: Foggia Today

Foggia, Landella: “Una piazza alle vittime dell’inquinamento ambientale” ultima modifica: 2019-03-15T20:23:03+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This