CulturaManfredonia
Dichiarazioni a StatoQuotidiano del filmaker indipendente autore del docufilm

“Manfredonia: la catastrofe continuata”. Mazzotta “Voce ai cittadini”

"Rendere noti i fatti a chi ancora non li conosce o peggio ancora a chi li nega resta l’obiettivo primario"


Di:

Manfredonia, 15 aprile 2018. “Non sapevo nulla di quanto fosse accaduto a Manfredonia fino a quando non sono venuto qui a documentarmi su quella che appunto possiamo chiamare ‘una catastrofe continuata’. Ci sono stati 13 incidenti legati all’Enichem in questo territorio; ciò che mi premeva in questo progetto era di dare voce ai cittadini e a chi ha lottato in quegli anni difficili contro una potente multinazionale”.

Lo dice a StatoQuotidiano Massimiliano Mazzotta filmaker indipendente autore del docufilm ‘Manfredonia: la catastrofe continuata’, proiettato ieri in prima nazionale in una Piazza del Popolo attenta e gremita.

Per dare maggiore risonanza ai drammatici avvenimenti accaduti è stata pensata, inoltre, la prima edizione di “ARSENICHEM Film Festival – Il film continuato” che verrà presentato ufficialmente a Manfredonia il 26 Settembre 2018 con la proiezione dei film in concorso.

Tante le testimonianze raccolte dal regista Mazzotta nei 75 minuti del suo lavoro proiettato ieri sera in cui ha voluto e saputo dare un quadro completo e sintetico delle vicende accadute a partire dal 26 settembre 1976, giorno in cui esplose la colonna di lavaggio dell’impianto di sintesi dell’ammoniaca nell’Isola 5 del Petrochimico e vengono emesse diverse tonnellate di arsenico sotto forma di composti chimici.

VIDEO (ANTICIPAZIONE)

MANFREDONIA La catastrofe continuata 6' from Massimiliano Mazzotta on Vimeo.

Pescatori, casalinghe, operai della stessa Enichem uniti nella lotta andata avanti per anni con l’unico scopo di mandar via la letale fabbrica al motto ‘c n ua ij’ (se ne deve andare), malcontento esploso con l’annuncio dell’attracco della nave dei veleni, la ‘Deep sea Carrier’: stanchi di compromessi, di parole e promesse senza riscontri reali e di veder morire tanti compaesani colpevoli solo di voler trovare lavoro e sostentare le loro famiglie.

Un traguardo importante, testimoniato nel docufilm, è stato raggiunto solo lo scorso anno quando dopo studi approfonditi all’interno della ricerca partecipata si è potuto ricostruire un quadro complessivo della salute dei cittadini di Manfredonia e del territorio alla luce di quanto accaduto 40 anni prima; accadimenti che ancora oggi si ripercuotono sullo stato delle cose non solo dal punto di vista sanitario ma anche psicologico e sociale.

Tanti quindi gli interrogativi posti e che Mazzotta ha voluto mettere in luce, primo fra tutti la questione della bonifica su cui aleggia ancora tanta perplessità e dubbio e tanta la voglia di portare all’attenzione dei tanti ignari i fatti realmente accaduti: il processo Lovecchio, relativo agli operai del Petrolchimico ammalatisi di tumore polmonare e conclusosi nel 2012 con l’archiviazione da parte della Corte di Cassazione da questo punto di vista è stato fondamentale.

Così come altrettanto importante è stata la denuncia delle donne di Manfredonia (Caso Guerra e altre contro l’Italia, 116/1996/35/932) per violazione dell’articolo 8 della Convenzione europea sul diritto di informazione con successiva condanna all’unanimità dell’Italia da parte della Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo nel 1998 a seguito.

Rendere noti i fatti a chi ancora non li conosce o peggio ancora a chi li nega resta l’obiettivo primario affinché scalfiscano le menti dei più e meno giovani come monito per costruire una storia migliore e più giusta del paese.

fotogallery

A cura di Libera Maria Ciociola
Manfredonia, 15 aprile 2018

FOCUS STATOQUOTIDIANO
Anniversario scoppio colonna arsenico Enichem (settembre 2016)
Anniversario scoppio colonna arsenico Enichem (settembre 2016 – II)
“L’Enichem ha fatto male alla salute dei manfredoniani”
L’Enichem, l’ambiente, la salute e lo sviluppo a Manfredonia (I)
L’Enichem, l’ambiente, la salute e lo sviluppo a Manfredonia (II)
Ex Enichem, iniziati lavori di rimozione rifiuti ‘Piscina Marchesi’ (F-VIDEO)
Pino Ciociola: il sogno prima e l’incubo dopo dell’Enichem
Bonifica ex Enichem, analisi malattie, Riccardi: valutazione con dati certi (III – FOCUS)
Bonifica ex Enichem, Riccardi: abbiamo esigenza di valutare il rischio sanitario (II)
Bonifica ex Enichem e analisi malattie, Riccardi: necessaria certezza dei dati (I)
Enichem, “i 30 ricorrenti esposti ad amianto per oltre 10 anni”. La sentenza

Il processo
Processo Enichem, Cassazione respinge ricorso parti civili
Assoluzioni processo Enichem, D’Angelo: “subordine al profitto”. Renato: “beffa”

“Manfredonia: la catastrofe continuata”. Mazzotta “Voce ai cittadini” ultima modifica: 2018-04-15T14:34:52+00:00 da Libera Maria Ciociola



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This