ManfredoniaRicordi di storia
Durante la Settimana Santa del 1951

La sacra rappresentazione de “Il Golgota” al cine teatro Pesante

A cura di Franco Rinaldi, cultore di storia e tradizioni popolari di Manfredonia


Di:

Nel 1951 il prof. Tonino Valente, poi direttore didattico presso la scuola elementare “Croce”,  allestì presso il cine-teatro Pesante con un gruppo di giovani attori e attrici di Manfredonia  la sacra rappresentazione de “Il Golgota”.

Il direttore-regista teatrale Tonino Valente durante le prove di uno spettacolo a S.Michele

Il direttore-regista teatrale Tonino Valente durante le prove di uno spettacolo a S.Michele

Mi riferiva l’ex  insegnante di scuola elementare e bravissimo attore Tommaso Racioppa, che il dramma sacro, scritto dal prof. Don Fulvio Colitti (salesiano, appassionato di teatro e negli anni ’50 in servizio pastorale presso la chiesa Stella Maris),  fu rielaborato e messo in scena con grande maestria  da  Tonino Valente. Questi, che recitò in modo mirabile nel ruolo di Cristo, fu anche  regista puntiglioso  dell’opera; allestì e dipinse nel contempo  le scenografie  e provvide persino  al reperimento  dei  costumi  d’epoca  e al trucco dei protagonisti e delle comparse partecipanti allo spettacolo teatrale. Tra gli attori e attrici protagonisti, vanno ricordati: Tonino Castriotta soprannominato dagli amici “Tony Castris”  (talentuoso  attore nel ruolo impeccabile del Diavolo, poi prestigioso direttore di macchine sulle grandi petroliere e successivamente  dirigente della compagnia petrolifera Texaco in America); Il maestro di scuola elementare Savino di Noia (Giuda); Carmela Savino (Madonna);  Antonietta Pacilli (Maddalena); Dina Di Noia (Veronica); Carmine Tavano (centurione); Nicola Bottalico (fustigatore di Cristo alla Colonna);  Raffaele Libergoli (S.Pietro) ed altri bravi attori e comparse. Mi ricordava  Dina Valente, che da bambina partecipò allo spettacolo, nel ruolo di un angelo, che nel corso della prima rappresentazione, terrorizzata,  mentre scendeva legata a u corda dall’alto della scena per consegnare il calice a Gesù che  pregava nell’Orto degli Ulivi, lasciò cadere il calice che colpì Cristo in testa.

Complessivamente furono impiegati per la rappresentazione de “Il Golgota” più di 60 personaggi (tra attori e comparse). La sacra rappresentazione si tenne fino al Venerdì Santo, durante tutta la Settimana Santa, ed ebbe un successo strepitoso per  la bravura dei protagonisti e per il grande impatto emotivo che ebbe sul pubblico che gremiva ogni sera il bellissimo Cine-teatro Pesante. **Le foto del presente articolo scattate nel 1951 dal fotografo Valente di Manfredonia, sono dell’archivio della signora Dina Valente.

FOTOGALLERY FRANCO RINALDI

La sacra rappresentazione de “Il Golgota” al cine teatro Pesante ultima modifica: 2019-04-15T14:11:37+00:00 da Franco Rinaldi



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This