GarganoManfredonia
Ma negli ultimi dieci anni sono cambiate radicalmente anche le abitudini dei turisti

B&B a tenaglia sul Turismo di Puglia. Gli imprenditori: “quante strutture senza autorizzazione”

L’offerta ricettiva della Puglia è impor­tante. Da un lato le 1.043 strutture al­berghiere dotate di 108mila 348 posti letto, dall’altro gli esercizi extra alberghieri con in testa i 3.745 b&b,‘seguiti dai 1.000 af­fittacamere e dai 593 agriturismi


Di:

Il turismo pugliese? Una torta d’oro. Da sola rappresenta il 10 per cento dell’economia regionale: nel 2018 il pil turistico è aumentato del 5,5 per cento rispetto all’anno precedente. La nostra industria dei viaggi e delle vacanze è il miglior biglietto da visita legato al marketing ter­ritoriale. E non può che ampliare i margini di crescita con l’obiettivo di destagionalizzare ancora di più le presenze in modo da creare una rete strategica indispensabile per avere ima visione moderna, attuale, all’altezza delle sfide della globalizzazione. La scommessa è crescere fino al 2025 dell’8.5 per cento l’anno, avendo già da tempo superato la soglia dei 15 milioni di per­nottamenti e dei 4 milioni di arrivi, pro­seguendo sulla strada dell’internazionaliz­zazione.

Ma negli ultimi dieci anni sono cambiate radicalmente anche le abitudini dei turisti. La crisi economica ha creato nuovi stili di vita, chi prenota sempre più spesso lo fa sul web, promuovendo gli short break (le va­canze brevi di 3-4 giorni) grazie soprattutto alle compagnie aeree low cost, ha una maggior attenzione ai prezzi e alla con­venienza. E proliferano gli annunci sui portali. Così il mercato dei bed & brekfast ha avuto un’impennata senza precedenti, in continua espansione.

Con un rischio: la formula per sviluppare un turismo diverso, si è trasformata in molti casi in un mercato parallelo, difficile da controllare. Basta vol­tarsi indietro e ricordarsi dell’esplosione del fenomeno Gallipoli. L’offerta ricettiva della Puglia è impor­tante. Da un lato le 1.043 strutture al­berghiere dotate di 108mila 348 posti letto, dall’altro gli esercizi extra alberghieri con in testa i 3.745 b&b,‘seguiti dai 1.000 af­fittacamere e dai 593 agriturismi, per complessivi 49mila 157 posti letto. Sulla carta, non c’è storia nel rapporto tra numeri e utenza, decisamente diversa: il 60 per cento delle presenze si concentra nelle strutture alberghiere e i b&b, pur rap­presentando il 50 per cento dell’offerta per numero di strutture attive, in termini di capienza ricettiva (posti letto) si fermano al 9 per cento. In realtà il fuoco cova sotto la cenere.

fonte http://www.retegargano.it/index.php/notizie/turismo/item/64680-b-b-a-teneglia-sul-turismo-di-puglia-gli-imprenditori-quante-strutture-senza-autorizzazione-danno-di-proporzioni-incalcolabili?fbclid=IwAR3EU718Z3etmni0NIeqhzsdXgVHi1vuE_RUUVBQCQc0neOvo8T2aUTe6sE

B&B a tenaglia sul Turismo di Puglia. Gli imprenditori: “quante strutture senza autorizzazione” ultima modifica: 2019-05-15T14:46:15+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This