Edizione n° 5350

BALLON D'ESSAI

DUALISMO // Il Papa si scusa sui seminaristi gay: “Non volevo offendere”
28 Maggio 2024 - ore  20:21

CALEMBOUR

PATOLOGIA // Morto Paolo Spada, il medico delle “Pillole di ottimismo” durante il Covid
25 Maggio 2024 - ore  17:59

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

ECONOMIA Cerignola e la tradizione del sabato sera: locali affollati e lunghe attese

Al Nord Italia i titolari di alcuni locali scelgono di tenerli chiusi durante il week end

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
15 Maggio 2024
Cerignola // Cronaca //

Mentre nel Sud Italia, e Cerignola ne è un esempio chiaro, la tradizione di affollare locali e pizzerie il sabato sera è ancora molto diffusa, lasciando questi stessi luoghi quasi vuoti durante il resto della settimana, al Nord il trend sta cambiando.

A Vicenza, un ristorante ha deciso di chiudere nel fine settimana per permettere ai titolari e ai dipendenti di dedicare più tempo alla famiglia e alle attività ricreative. I proprietari, insieme al loro staff, condividono la convinzione che “trascorrere del tempo in famiglia non ha prezzo”.

“Siamo aperti da lunedì a venerdì, chiusi sabato e domenica”: questa decisione, presa due anni fa, è stata comunicata ai clienti e ai dipendenti, segnando una svolta significativa. È una scelta originale e controcorrente che ha suscitato dibattiti sull’importanza del tempo libero, delle relazioni affettive e del benessere psicofisico.

Dopo due anni, i risultati sono positivi. I titolari hanno spiegato che la pandemia ha fatto riscoprire loro il valore del tempo da dedicare alle persone care e a sé stessi, spingendoli a questa scelta radicale.

Seguendo l’esempio di questo ristorante vicentino, altri locali stanno adottando strategie simili, dimostrando che non lavorare nel fine settimana non penalizza affatto l’attività.

A Cerignola, sia in inverno che in estate, è comune vedere lunghe file per un tavolo il sabato sera. Le persone accettano di aspettare ore o di cenare più tardi per soddisfare le esigenze di locali e pizzerie sempre pieni. Questa abitudine, tuttavia, potrebbe essere cambiata a vantaggio di pratiche più salutari: basterebbe organizzare appuntamenti, incontri e cene durante la settimana, quando i locali non sono mai al completo.

E per quanto riguarda i dipendenti? Con la difficoltà di trovare camerieri e personale di sala lamentata dalla maggior parte dei ristoratori, chiudere nel fine settimana potrebbe essere una soluzione vantaggiosa. Questo permetterebbe ai dipendenti di avere il tempo libero per rilassarsi o stare con la famiglia.

Dipendenti più felici, soddisfatti e sorridenti possono davvero migliorare l’andamento di un’attività.

Lo riporta Cerignolaviva.it

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” Sir Winston Leonard Spencer Churchill

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.