Manfredonia

Ok richiesta Terz’Ordine Francescano, variato Piano regolatore cimiteriale


Di:

Manfredonia – NONOSTANTE la ‘spaccatura’ nella Maggioranza, il Consiglio comunale di Manfredonia ha approvato – nella seduta del 9 settembre 2014 – la modifica al Piano Regolatore Cimiteriale, approvato con D.C.C. n. 10 del 26.02.2003, come successivamente modificata e integrata con D.C.C. n. 72 del 18.07.2003. “Confermato, per il resto, per quanto non modificato” con il provvedimento approvato il 09 settembre, “le citate deliberazioni n. 10 del 26.02.2003 e n. 72 del 18.07.2003”.

Al contempo il Consiglio comunale ha approvato lo schema di “Contratto di concessione di suolo nel Cimitero comunale per la costruzione di una nuova tomba per sepolture private a tumulazione individuale per famiglie e collettività”.

Il Consiglio ha demandato alla Giunta Comunale e al Dirigente responsabile, per le rispettive competenze, “i successivi adempimenti per la formalizzazione dell’atto di concessione, l’aggiornamento dei canoni di tariffa, gli obblighi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere a realizzarsi, nonché il controllo del divieto di lucro o speculazione della concessione”.

La delibera è stata approvata con 19 voti favorevoli, espressi per alzata di mano dai 19 consiglieri votanti su 22 consiglieri presenti, con 3 astenuti (Correale A.,Falcone G.,Gatta M.) dei 31 consiglieri assegnati al Comune, compreso il Sindaco, accertati e proclamati dal Presidente.

L’ISTANZA DI MICHELE CARATU’, PRESIDENTE PRO TEMPORE DEL TERZ’ORDINE FRANCESCANO. VICENDA. Michele Caratù, Presidente pro tempore e legale rappresentante della Confraternita “Terz’ Ordine Francescano”, con sede in Manfredonia, alla via Tribuna 111, ha presentato istanza in data 20.12.2011, intesa a ottenere il permesso di costruire per la ristrutturazione della scala di accesso al primo piano della Tomba “Santa Chiara” e per la costruzione di una nuova tomba in adiacenza alla prima, in area destinata dal vigente Piano Regolatore Cimiteriale a “Tombe Collettive”, per la realizzazione di complessivi 669 loculi, di cui n. 225 in filari sovrapposti e n. 444 in cappelline sepolcrali; con successiva istanza del 20.04.2013 veniva formalizzata la richiesta della concessione a favore del “Terz’ Ordine Francescano” del lotto di suolo di 1.128 mq, necessario per la realizzazione di detta nuova tomba.

LOTTO DI SUOLO CIMITERIALE DI 1.128 MQ. Con atto n. 324 del 29.10.2013 la Giunta Comunale ha deliberato di dare in concessione alla Confraternita “Terz’ Ordine Francescano” il lotto di suolo cimiteriale di mq 1.128 adiacente alla tomba “Santa Chiara”, subordinando l’atto formale di concessione ad approvazione da parte del Consiglio Comunale di apposita variante al Piano Regolatore Cimiteriale, al fine di “localizzare l’area destinata alla concessione per la costruzione di sepolture private a tumulazione individuale per famiglie e collettività” , nonché alla preventiva ricezione da parte del “Terz’ Ordine Francescano” della comunicazione dei dati previsti dal comma 12 dell’art. 57 del Regolamento di Polizia Mortuaria del Comune di Manfredonia.

Il Piano Regolatore Cimiteriale prevede, per la zona chiesta in concessione, la realizzazione di “Tombe Collettive Comunali”. Per dare in concessione al “Terz’Ordine Francescano” il lotto di suolo di 1.128 mq sopra citato, il Consiglio ha dunque apportato una variante al Piano Regolatore Cimiteriale, per localizzare l’ area “destinata alla concessione per la costruzione di sepolture private a sistema di tumulazione individuale per famiglie e collettività”.

Il Comune precisa come per “soddisfare l’elevata e continua domanda dei cittadini rivolta al sistema della sepoltura mediante collocazione in loculi (tumulazione) e far fronte alla persistente carenza degli stessi, questa Amministrazione negli ultimi anni ha promosso un programma di costruzione di nuove tombe collettive, nelle aree di ampliamento del Cimitero comunale appositamente individuate dal Piano ‘Regolatore Cimiteriale’“; “(..) per effetto di tale programma, sono state realizzate varie tombe comunali, che hanno reso disponibili circa 3.000 loculi negli ultimi quindici anni”; “(..) è ultimata la ‘tomba H’, che consentirà la concessione di ulteriori n. 688 loculi, che, in base all’andamento delle richieste degli ultimi anni, saranno sufficienti per i prossimi 18 mesi”.

“Il programma triennale OO.PP. 2014-2016, approvato con delibera consiliare n. 33 del 27.11.2013, nel rispetto dei limiti finanziari imposti dal patto di stabilità, non prevede lavori di costruzione di nuove tombe comunali.”

Da qui “(..) nelle more della revisione decennale del Piano Regolatore Cimiteriale (..) in fase di studio (..) appare senz’altro opportuno ricorrere a iniziative finanziabili con capitali privati. Al tal fine, occorre disciplinare il rapporto tra Comune e Terz’Ordine Francescano con apposito “contratto di concessione di suolo cimiteriale””.

Secondo l’allegato schema di “Contratto di concessione di suolo cimiteriale” (…) tra l’altro “(..) il 50% dei loculi della nuova tomba potrà essere assegnato direttamente dal Terz’Ordine Francescano ai propri iscritti, mentre il restante 50% sarà assegnato dal Comune in favore dei cittadini che ne facciano richiesta e che risultino in possesso dei requisiti previsti dal vigente regolamento comunale di polizia mortuaria”.

Slide
cimiterovariantesett2014-statoquotidiano

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Ok richiesta Terz’Ordine Francescano, variato Piano regolatore cimiteriale ultima modifica: 2014-09-15T18:27:29+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Provolina

    Ma esattamente chi paga tutto questo?


  • Morto che parla

    Più chi paga che saranno i soliti,aspetti e vedrai chi gestirà e costruirà e allora capirai chi ce dietro.


  • dux

    Come al solito gli interessi dei privati prevalgono sui diritti della comunità ..


  • Paolo

    Perchè la Confraternita Terz’Ordine Francescano non ha un c.c. bancario e neanche un c.c. postale? Io per pagare le spese della pulizia e piccola manutenzione devo fare il vaglia postale che costa 6 Euro contro una spesa di 11 Euro per anno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This