ManfredoniaSport

Manfredonia, Di Masi saluta la tifoseria con stoccatina alla dirigenza


Di:

Manfredonia – “PER fare chiarezza”, Giuseppe Di Masi svela in esclusiva i retroscena del mancato arrivo in riva al Golfo. L’estremo difensore foggiano, classe ’81, con trascorsi nel Foggia, Reggiana, Acireale, Sangiovannese, Barletta ed Avellino è stato davvero ad un passo dall’indossare la casacca biancoceleste.

E’ il diretto interessato a riferirlo: “Sono stato contattato telefonicamente dal Ds Elio Di Toro, il quale ha manifestato interesse nei miei confronti e gli ho dato piena disponibilità ad un incontro. Io risiedo in Sicilia e quindi, seppur senza alcuna certezza, ho accettato volentieri di raggiungere subito la splendida città di Manfredonia. Al mio arrivo ho iniziato ad allenarmi al ‘Miramare‘ con la squadra ed ho avuto modo di incontrare Di Toro , che conoscevo già, e il Direttore Generale Nardacchione“.

“Avevamo raggiunto verbalmente persino un accordo economico di massima, in secondo piano rispetto alla mia ferma volontà di indossare la gloriosa maglia biancoceleste. Di comune accordo con la dirigenza sono rientrato momentaneamente in Sicilia, dove risiedo, prima di trasferirmi definitivamente a Manfredonia e riprendere gli allenamenti per tornare in forma.”

La domanda sorge spontanea: ma allora perchè la trattativa, ormai definita, è improvvisamente saltata? “Ricevetti un’ulteriore rassicurazione telefonica da Nardacchione appena rientrato a casa mia, con l’accordo che sarei rientrato lunedì 8 settembre a Manfredonia. Ma, con grande stupore, nel leggere del tesseramento di un altro portiere provai a contattare successivamente sia Di Toro che Nardacchione senza tuttavia alcuna risposta da parte loro. Ad oggi nessuno della dirigenza mi ha telefonato, nessuno mi ha comunicato nulla. A dire il vero mai nella mia carriera avevo vissuto un’esperienza simile, a Di Toro e Nardacchione rimprovero quanto avvenuto. Ai tifosi del Manfredonia invece il mio personale ‘in bocca al lupo’, avrei voluto davvero indossare questa maglia ma non è stato possibile.”

(ph: http://avellino-calcio.it)

Redazione Stato

Manfredonia, Di Masi saluta la tifoseria con stoccatina alla dirigenza ultima modifica: 2014-09-15T12:35:58+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • EL POPPERO !!

    CARO, DI MASI.NON TE NE FARE UN CRUCCIO IN QUANTO DA NOI A MANFREDONIA,VIGE UN DETTO IL QUALE RECITA TESTUALMENTE:” SORRIDI STAI A MANFREDONIA….” .PER TANTO,NON TI STUPIRE DI CERTI ATTEGGIAMENTI….SCUSA,DIMENTICAVO DI DIRTI CHE SIA NARDACCHIONE E SIA DI TORO,NON SONO MANFREDONIANI IL CHE E’ UN’ALTRO PROBLEMA DA NON POCO CONTO E PERCIO’….SORRIDI E VIENI A FARTI DUE RISATE CON NOI!!! ECCO PERCHE TANTA GENTE NON VEDE DI BUON OCCHIO LA SOCIETA’ E VUOLE ALTRI DIRIGENTI…….!!! CIAO, DI MASI E FACCI UN BEL SORRISO.


  • lesto fante

    Ma questo portiere non è quello che rifilò una pedata in faccia al beneamato Max Vadacca all’epoca della gloriosa serie C o sbaglio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This