PoliticaStato news

TAP, Vendola: procedere camminando su due gambe


Di:

Bari – “PROVIAMO ad organizzarci secondo le forme più moderne della produzione e riduzione dei rifiuti e della organizzazione di una raccolta differenziata che trasformi il rifiuto da un problema drammatico di smaltimento in una occasione di sviluppo perché il rifiuto può essere ricchezza, risorsa. Come tutte le regioni siamo stati interessati da fenomeni di riciclaggio illecito e chiediamo che la polizia ecologica sia dotata di una strumentazione repressiva adeguata: un reato ambientale è un furto al bene comune e ai diritti delle future generazioni, non può essere punito con una contravvenzione”.

Così il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola intervenuto questo pomeriggio, insieme con il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, al convegno “Riciclo dei rifiuti, da emergenza ambientale ad opportunità di crescita per il mezzogiorno e la Puglia”, organizzato dall’assessorato alla Qualità dell’ambiente della Regione Puglia

A proposito della questione Tap, Vendola ha ribadito che “quando si è di fronte a opere di tale rilevanza dal punto di vista economico e che hanno un certo impatto ambientale, è necessario procedere camminando su due gambe”.

“La prima –ha detto Vendola – è quella della validazione scientifica e il parere contrario del ministero dei Beni Culturali che fa il paio con quello della Regione Puglia, parere che, vorrei precisare, non è un parere pregiudiziale e ideologico, è un parere contrario perché San Foca, Melendugno sono approdi e siti di grande pregio paesistico e archeologico. La seconda gamba è la validazione democratica: costruire grandi opere sulla testa delle comunità credo sia un grande errore”.

Al termine del convegno poi, Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha visitato il Padiglione 152 della Regione Puglia accompagnato dal Presidente Vendola.

Redazione Stato

TAP, Vendola: procedere camminando su due gambe ultima modifica: 2014-09-15T23:05:37+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This