ManfredoniaRicordi di storia
A cura di Pasquale Ognissanti (Archivio Storico Sipontino)

Gli orologi nella città di Manfredonia


Di:

Il giovane sipontino che passeggia per corso Manfredi (una volta “strada della piazza”), dopo aver visto sul campanile della chiesa della Stella l’orologio, soffermandosi in Piazza del Popolo (una volta “platea magna”, od anche “largo della Maddalena”) vedrà sulla facciata della chiesa di S.Domenico un rosone abbozzato e non anche completato; bene, verso l’alto vi era un altro orologio di cui, purtroppo, se ne è persa la memoria.

E non è finita; se ne è persa la memoria anche di un altro orologio che serviva per indire i “comizi elettorali” dell’Università sipontina.

Se ne ha notizia in un provvedimento deliberativo del 4 novembre 1867 (circa 150 anni fa), dal quale si rileva che l’orologio, prima, ubicato nel convento dei Minori Osservanti (Convento di S.Maria delle Grazie), poi, “grazie” alle confische dei Napoleonidi, di inizio secolo XIX, è passato in possesso del Comune di Manfredonia, ma di proprietà del Regio Demanio “avendo osservato che in detto convento vi era un orologio il quale avrebbe potuto servire per la sala di queste pubbliche scuole elementari, che è destinato per tutte le riunioni de’ comizi elettorali s’impossessò di detto orologio che si conserva in detta sala con l’obbligo di pagarlo al Demanio quando ne venisse richiesto”.

Il consiglio comunale, quindi, determina di acquistarlo, cosa che appunto fa con la riferita deliberazione.

L’orologio era posto in una sala delle Scuole elementari pubbliche che serviva pure per tutte le riunioni popolari, per cui sovente se ne faceva uso. Il valore di acquisto viene determinato in Lire 50. “Il Consiglio/ Osservato che l’orologio degli ex Minori Osservanti attualmente sospeso ad una delle pareti della sala di queste pubbliche scuole elementari, che in pari tempo è sala di tutte le riunioni popolari è necessario per la sala medesima e bene a proposito la Giunta se n’impossessò sin da tempo con l’obbligo di pagarlo essendo che il prezzo richiesto dalla Direzione del Demanio in L. 50”.

E’ bene saperle queste cose, o no?

A cura di Pasquale Ognissanti (Archivio Storico Sipontino)

Gli orologi nella città di Manfredonia ultima modifica: 2018-11-15T10:00:19+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Pasquale

    Grazie per la condivisione pubblica di questi frammenti di storia sipontina. È utile condividere, è utile soffermarsi a riflettere sulla propria storia; è utile per tutta la comunità oltre che essere un gesto di altruismo e generosità, quello di condividere la propria conoscenza.


  • Duosiciliano Patriottico

    Interessantissimo! Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This