Edizione n° 5369

BALLON D'ESSAI

TV // “Diario di un maestro” e Mamma Rai
16 Giugno 2024 - ore  13:57

CALEMBOUR

LAVORO // Randagismo a Manfredonia. “Ritardi e disinteresse. Una piaga sociale da affrontare con urgenza”
16 Giugno 2024 - ore  11:49

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Mimmo, Mimino & Mimì, ossia Domenico Modugno

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
16 Febbraio 2012
Spettacoli //

Domenico Modugno (fonte image: andreaballi)
Bari – IL padre dei cantautori italiani Domenico Modugno, “sfida” il festival di Sanremo. Nella serata conclusiva della 62^ edizione del festival della canzone italiana, sabato 18 alle 23.30, lo storico settimanale di approfondimento TG2 Dossier propone un programma incentrato sulla figura di Mr Volare attraverso la messa in onda del documentario “Mimmo Mimino e Mimì, ossia Domenico Modugno” (durata 45’), scritto da Gianni Torres, diretto da Michele Roppo e Antonella Sibilia, con le musiche originali di Bungaro e Michele Ascolese e le illustrazioni di Giuseppe Laselva.

“Mimmo, Mimino e Mimì, ossia Domenico Modugno”, è uno dei cinque lavori filmici realizzati per la seconda edizione (2010-2011) di “Progetto Memoria”, interamente finanziati e prodotti dall’Apulia Film Commission, in cui giovani filmaker contribuiscono alla ricostruzione dell’identità pugliese del ‘900, attraverso trame narrative che ripercorrono luoghi ed eventi di interesse sociale, culturale, artistico, ovvero storie di personaggi pugliesi, che hanno contribuito in modo pregnante alla definizione della storia della Regione.

In “Mimmo Mimino e Mimì, ossia Domenico Modugno”, per la prima volta si sveleranno in esclusiva i segreti della sua ispirazione musicale che lo portarono ad essere l’italiano più famoso nel mondo.
Si tratta di un’inchiesta mai affrontata prima sull’appartenenza territoriale del padre dei cantautori italiani che ha tanto giocato sull’equivoco delle origini: prima siciliano, poi napoletano, sanpietrano e infine polignanese. Nel presentarsi alla televisione francese Modugno si è perfino inventato un luogo inesistente del messinese indicandolo come suo paese di origine e ha peraltro raccontato di essere figlio di una tribù di zingari. In realtà era un cittadino del mondo con radici profonde nel Sud d’Italia di cui padroneggiava perfettamente i dialetti e le intonazioni.

Era comunque intriso di sicilianità: all’inizio della sua carriera, gli fu affidata da Radio Rai una serie di puntate sulla Sicilia con la partecipazione di sua moglie Franca Gandolfi. Per questa serie di trasmissioni dal titolo “Amuri Amuri” scrisse almeno tre canzoni a settimana, fra le quali la popolarissimo “Lu pisci spada”. Forse anche l’incontro con Frank Sinatra in via Asiago a Roma alimentò l’equivoco del Modugno siciliano. Sinatra infatti lo credeva isolano e nessuno si sentì di contraddirlo. Ma fu anche creduto napoletano grazie ai suoi capolavori paragonabili ai grandi classici partenopei dell’‘800.

Era nato a Polignano a mare nel 1928, cresciuto San Pietro Vernotico, aveva frequentato Napoli e si era trasferito prima a Torino poi a Roma. Modugno è morto a Lampedusa nel 1994, dopo aver chiuso la carriera con una grande riappacificazione con la sua città natale. Nel documentario proposto da TG2 Dossier, amici e parenti svelano dopo anni aneddoti inediti sui primi passi della sua carriera che nacque anche come rivalsa verso lo scetticismo del padre – comandante della polizia municipale- che lo voleva ragioniere.

Redazione Stato

2 commenti su "Mimmo, Mimino & Mimì, ossia Domenico Modugno"

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.