Foggia
Cavaliere presenta “Graco” la grande coalizione di centrosinistra

“Vogliamo una città in cui un commerciante o imprenditore possano scegliere”

Il candidato sindaco sta dialogando anche con chi ha svolto le primarie nel centrodestra


Di:

Foggia. La conferenza stampa della coalizione di centrosinistra ospita molti ex assessori o esponenti  di centrodestra. C’è Pasquale Cataneo, consigliere comunale eletto con Landella, Gianni De Rosa, e Gabriella Grilli, ex assessori. “Il mio appoggio e il mio supporto è indirizzato sicuramente a una persona che è simbolo di legalità, o mi candido o non mi candido”, dice il dirigente scolastico Grili. Gianni De Rosa preannuncia il nome della lista, cioè “Foggia civica”.

Lo slogan: “Punto primo…”

Il candidato sindaco Pippo Cavaliere, nel locale del centro storico dove si è tenuta la conferenza stampa, è circondato dai primi manifesti elettorali. “Punto primo”è lo slogan chiave. Seguono i temi: legalità periferie, strade…“Il punto primo è Pippo Cavaliere, che è il garante della coalizione”, dice Gianluca di Santo che curerà la sua campagna di comunicazione.

“La mia è una candidatura di servizio, nessun interesse di parte ma il supremo interesse della collettività. Mi sono giunte voci di promesse, possibili e impossibili, che sono state fatte. Queste strategie non ci appartengono, nei prossimi 5 anni opereremo con onestà e correttezza, questa è la nostra promessa”.

“Landella sa delle classifiche del Sole24h?”

“Graco”, grande coalizione, o “coalizione extralarge”, così  descrive i confini di un accordo fra partiti, movimenti, civici, volontariato che “non ricordo si sia mai formata negli ultimi anni”. La campagna elettorale parte, si commenta “E’viva Foggia”, il claim di Landella: “Mi pare che viva in un altro mondo, siamo ultimi nelle classifiche del Sole e quando vado a Vibo Valentia provo ‘tenerezza’ perché grazie  a loro non siamo ultimi”. Del M5s aspetta la certificazione della lista, “il centrodestra ha fatto le primarie con un codice etico in cui fissavano di non criticarsi: perché,  vuol dire che ne avevano ragione? La Lega tante volte non  ha votato in aula, cosa li tiene insieme?”

Poi il riferimento alla candidatura a sindaco dei consiglieri Maineiro e Pertosa, arrivati a palazzo di città con il centrodestra, e all’ interlocuzione  in corso “anche con chi

ha svolto le primarie, siamo fiduciosi”.

“Una città per arginare l’esclusione sociale”

Prosegue il tema “dantesco” “Alla fine del cammnin di nostra vita”, con cui ha inaugurato le interviste ai giornalisti nel circolo del Pd. Lo declina  nel programma a proposito del bilancio che ognuno deve fare alla fine, “positivo se rivolto ad aiutare il prossimo . Voglio una città per arginare l’esclusione sociale che resta una ferita aperta, una città dove un imprenditore può fare le proprie scelte non  condizionato dalla burocrazia, una città in grado di attrarre capitali, con la nuova possibilità di intercettare finanziamenti europei senza passare dalla Regione”.

Perché ha accettato la sfida? Un’invocazione, anche dai social: “Mi sono giunti messaggi di gente, anche sconosciuta,  sui social. Dopo 24 anni di impegno nel volontariato e con la fondazione Buon Samaritano, da cui mi sono dimesso per scelta, la gente mi ha chiesto di ringraziare la città con la candidatura”.  A proposito della scelta del suo nome:  “E’ avvenuta all’unanimità, nessuno mi ha posto condizioni, questo gruppo ogni giorno trova nuovi interlocutori politici”.

A cura di Paola Lucino,

Foggia 16 marzo 2019

“Vogliamo una città in cui un commerciante o imprenditore possano scegliere” ultima modifica: 2019-03-16T17:22:53+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This