Edizione n° 5373

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

SCUOLA Riapre il bonus gite scolastiche 2024 fino a 150 euro, i nuovi requisiti per ottenerlo

Le nuove scadenze non sono ancora note, ma il requisito Isee sarà alzato: 15mila euro, mentre prima era fissato a 5mila euro

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
16 Marzo 2024
Attualità // Economia //

FOGGIA – Il bonus gite scolastiche 2024 fino a 150 euro tornerà a essere disponibile, anche se per adesso non ci sono ancora tutti i dettagli. Mercoledì, il ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara ha firmato una direttiva che riapre i battenti dell’agevolazione, e allarga anche i requisiti per permettere a più persone di fare domanda: sarà aperto a tutte le famiglie con Isee fino a 15mila euro, mentre prima la soglia era fissata a 5mila euro.

Quando parte il nuovo bonus gite scolastiche

Le nuove scadenze per presentare domanda saranno comunicate nei prossimi giorni dal ministero, e al momento non sono ancora note. Il periodo per fare richiesta per il vecchio bonus era terminato il 15 febbraio 2024. Evidentemente, però, le domande erano state troppe poche. Infatti, il ministero dell’Istruzione ha chiarito che non sono stati stanziati nuovi fondi: si tratta sempre degli stessi 50 milioni di euro messi a disposizione inizialmente, di cui evidentemente una buona parte è rimasta inutilizzata.

Chi può ottenere il bonus gite scolastiche 2025

Forse uno dei motivi per cui nella prima fase ci sono state poche domande erano i requisiti molto stringenti, e in particolare un Isee massimo di 5mila euro. Ora, invece, il requisito Isee sale a 15mila euro, cioè il triplo. Le altre caratteristiche del bonus resteranno le stesse, poiché il ministero non ha comunicato nessun cambiamento: l’agevolazione si rivolge agli studenti della scuola secondaria di secondo grado, quindi delle superiori. È possibile anche fare domanda per più di un figlio, basterà ripetere la procedura più volte inserendo i diversi dati richiesti.

Come fare richiesta

Dovrebbero essere le scuole a verificare quali dei loro studenti possono avere diritto al bonus, e a informare le famiglie. In ogni caso, sono i genitori a effettuare la richiesta. È necessario accedere all’area personale della piattaforma Unica, con le proprie credenziali, oppure con Spid o Cie. Per presentare la domanda bisogna avere un Isee valido, dato che l’Inps dovrà poter verificare in tempo reale se questo rispetta i requisiti. Nel caso, sarà comunicato subito alla famiglia che il bonus è stato ottenuto.

Concretamente, poi, i soldi saranno erogati alle scuole. In quel momento si conoscerà anche l’importo, che dipenderà dal numero di beneficiari e potrà essere al massimo di 150 euro. Ciascun istituto avrà un ‘borsello’ virtuale con la somma ricevuta e i nomi degli studenti che hanno preso il bonus. Se una gita c’è già stata, quindi, potrà scattare un rimborso. Se invece deve ancora avvenire, saranno usati quei soldi invece di chiederli alla famiglia.

Fonti verificate: FANPAGE //

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.