Edizione n° 5339

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

L’Altamura-Da Vinci di Foggia celebra i suoi 150 anni di storia

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
16 Maggio 2022
Cronaca //

Statoquotidiano.it, 16 maggio 2022. È un anniversario importante quello che l’istituto tecnico-tecnologico Da Vinci-Altamura festeggia quest’anno. Sono 150 di storia dal 1872, quando nacque per volontà della Camera di commercio, come scuola di arti e mestieri, nei locali di un vecchio mulino.  Del comitato organizzatore dell’evento, che si svolgerà in autunno, fanno parte dodici persone, docenti interni ed esterni.

C’è Annamaria Novelli, l’ex dirigente scolastica cui è subentrato l’attuale preside Pasquale Palmisano, oltre a partner come la Camera di commercio e alcune aziende presso le quali si sono svolti i percorsi di alternanza scuola-lavoro.

 

In programma, la presentazione di un libro cui sta collaborando la Fondazione dei Monti Uniti.

Raccoglie la storia della scuola, chiarendo, a quanto pare- ma il contenuto non è stato ancora diffuso- la data di nascita dell’istituto che risale effettivamente al 1864, anno della delibera della Camera di Commercio, mentre l’istituzione è del 1872.

 

In ogni caso, anche con i suoi 150 anni, l’Altamura – Da Vinci, fusione che avviene nel 2012, si colloca fra i più antichi istituti tecnici d’Italia, se non è il primo è il secondo, dopo quello di Fermo. Intitolato all’artista foggiano Saverio Altamura, nel 1933 è diventato “tecnico-industriale”, il termine con cui è diventato popolare nel tempo. Con un concorso di idee degli alunni, è stato creato un logo commemorativo che comparirà su un francobollo e una moneta.

Pensare che molti anni fa la scuola aveva il suo laboratorio di fonderia, è lo stesso istituto a esporre le foto d’epoca in una sezione ittaltamuradavinci.edu.it  “eventi e vecchi ricordi”,(vedi foto in bianco e nero) dalle gite scolastiche alle partite di calcio, dai laboratori di legno al progetto recente del drone.

 

È svariato il materiale d’archivio, nell’idea dei dirigenti e dei docenti c’è anche quella di un museo di queste macchine da officina, o di quelle che restano, corredate dalle foto. Rappresentano, secondo una valutazione degli stessi docenti “l’archeologia dell’industria”, e sono un patrimonio di storia sulla cui base è cresciuta e si è sviluppata la città di Foggia.

Questo luogo museale nascerebbe nei capannoni alle spalle della scuola mentre si sarebbe in attesa di nuovi lavori da parte dell’ente Provincia nel cortile, dove, presumibilmente, si potrebbe tenere un concerto musicale commemorativo.

 

Ricordiamo- anche perché l’attuale corso inter-ateneo d’ingegneria  ha alcune aule sul lato dell’imponente struttura- che nel 1992 è stato sede della Laurea breve in Ingegneria meccanica del Politecnico di Bari, mentre il “L .da Vinci”, trasferitosi nel 1985 in via Imperiale, si è dotato prima di una galleria del vento e poi ha allestito nei propri capannoni un Museo Interattivo delle Scienze. Nella graduatoria “Eduscopio fondazione Agnelli”, la scuola è nei primi posti per occupabilità post diploma.

L’Altamura – Da Vinci, con circa 1300 alunni, è uno degli istituti più numerosi della città. Per il prossimo anno è stato introdotto un nuovo indirizzo, biotecnologie sanitarie, che sarebbe ancora più attrattivo per le ragazze, sebbene l’industriale old style, quello della scuola “solo maschile”, è passato di moda.

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.