Foggia
"Il presidente della Regione, come al suo solito, è male informato quando si tratta di Foggia"

Emergenza abitativa, Landella replica a Emiliano

"La nostra comunità pretende risposte, non proclami, polemiche o giustificazioni"


Di:

*Emergenza abitativa, il sindaco di Foggia, Franco Landella, replica al presidente della Regione, Michele Emiliano *

Michele Emiliano, evidentemente in piena campagna elettorale, scomoda cose più grandi di lui e sfodera frasi ad effetto sperando di distrarre l’attenzione dall’unico tema davvero al centro del confronto: la dignità della nostra città, che esige risposte e non prese in giro. Martedì a Bari non ci sarà alcuna marcia di mussoliniana memoria, ma soltanto una protesta, ferma e pacifica, per rivendicare un’attenzione che in questi anni è totalmente mancata intorno ad una questione drammatica come l’emergenza abitativa. Martedì sarò a Bari per guidare una delegazione
di cittadini che attendono risposte, non contraddittorie giustificazioni e continue correzioni di rotta.

Il presidente della Regione, come al suo solito, è male informato quando si tratta di Foggia. Non sappiamo se per disinteresse o malafede. Egli parla di accordi con privati per costruire, in deroga al Piano Regolatore Generale, nuovi palazzi. In realtà nei cinque anni che abbiamo alle spalle l’Amministrazione comunale che ho avuto l’onore e l’onere di guidare non è mai andata in deroga al PRG. Se Emiliano è alla ricerca di esperti in ‘manovrine’ e ‘manovrone’, gli consiglio di guardare all’interno del suo partito, chiedendo lumi a coloro i quali hanno governato la città per dieci
lunghi anni, distinguendosi per una grande capacità di derogare al documento urbanistico vigente con una straordinaria disinvoltura, approvando varianti urbanistiche dichiarate illegittime da parte del TAR, a mio parere anche non risvolti di illiceità amministrativa.

Se poi quella di Emiliano era una critica al programma dell’Housing sociale, considerato sbagliato nella filosofia e nelle finalità, è bene ricordargli che anche questa strategia fu ideata dai suoi compagni di partito – dall’allora consigliere comunale dei DS Raffaele Piemontese all’allora assessore comunale all’Urbanistica Michele Salatto, candidato nella lista del Partito Democratico alle ultime elezioni comunali di Foggia – e non dal centrodestra, che cerca solo di ottenerne l’attuazione al fine di tamponare un’emergenza che ha assunto proporzioni tragiche.

Improvvisamente, senza averlo mai fatto prima d’ora, Emiliano ci dice che l’Housing sociale, che libererebbe circa 800 appartamenti da destinare alla risoluzione di questa vera e propria piaga sociale, non sembra la strada migliore da percorrere. Peccato che per quattro lunghi anni i suoi assessori con delega all’Urbanistica, ultimo dei quali Alfonso Pisicchio, abbiano sistematicamente assicurato a me, alla nostra comunità ed anche al Prefetto che si trattava di un programma prossimo all’approvazione da parte di quella Giunta regionale che Emiliano dovrebbe dirigere e guidare
politicamente. I suoi assessori hanno mentito alla città di Foggia per quattro anni? E se sì, perché lo hanno fatto? Il presidente della Regione potrebbe rispondere a queste semplici domande invece di vestire i panni dello storico improvvisato che discute di marce e di Mussolini? Foggia esige rispetto. Esige serietà nei rapporti istituzionali, perché non possono essere tollerate marce indietro dopo la definizione di un percorso condiviso nell’ambito di conferenze tenute alla presenza della Regione Puglia e dei vertici dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili.

La nostra comunità pretende risposte, non proclami, polemiche o giustificazioni. La mobilitazione popolare non è un comportamento eversivo. È una forma di protesta democratica, l’unica via possibile visto che a Bari alle parole non si è in grado di far seguire i fatti e si cambia idea con una grave leggerezza in una materia che vede in gioco ed il presente ed il futuro di centinaia di famiglie foggiane”.

 

Emergenza abitativa, Landella replica a Emiliano ultima modifica: 2019-06-16T22:32:58+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This