Edizione n° 5400

BALLON D'ESSAI

ANTIFASCISTE // Cerignola, il 25 luglio la “Pastasciutta antifascista” su Terra Aut
17 Luglio 2024 - ore  13:55

CALEMBOUR

TASK FORCE // Le ricerche di Antonio Draicchio, dopo 7 giorni, sono state interrotte come da prassi di legge
17 Luglio 2024 - ore  14:39

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

CONSIGLIO COMUNALE Domenico La Marca: “Caro Galli, chi denigra solamente l’avversario denota mancanza di visione e scarsa forza politica” 

"La prossima amministrazione e il prossimo consiglio comunale hanno davanti a sé delle sfide importantissime"

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
16 Giugno 2024
Manfredonia // Politica //
Manfredonia. La delegittimazione dell’avversario è una caduta di stile che qualifica la persona. Da qualche giorno, forse per il nervosismo legato ai deludenti risultati del primo turno, il mio avversario al ballottaggio, Ugo Galli, continua ad attaccarmi, utilizzando spauracchi e pericoli inesistenti.

Una vera e propria caduta di stile da parte di chi, nonostante un rispetto di facciata, insulta e denigra la mia persona e la mia coalizione che mi sostiene mentre io, con rispetto e lealtà, continuo la mia campagna elettorale incontrando, ascoltando e spiegando il mio progetto di città ai miei concittadini.


Mi sono venuti in mente i versi di una poesia di Costantino Kavafis. In un paese in cui tutte le attività civili e legislative erano state sospese in attesa dell’arrivo dei barbari, i barbari non arrivarono e tutto, in quella giornata, restò fermo. Kavafis scrive: “E adesso, senza barbari, cosa sarà di noi? Era una soluzione, quella gente”. Ecco: l’attacco di Galli nei miei confronti è la soluzione, la sua soluzione alla mancanza di argomenti, temi, proposte e prospettive credibili per la città.
Chi sceglie solamente di attaccare e delegittimare il nemico e chi va solamente contro qualcuno e non a favore di qualcosa, nasconde un grande problema di credibilità e di forza politica.

Noi, dal nostro canto, non abbiamo bisogno di attaccare Galli per racimolare del consenso. La fiducia degli elettori la conquistiamo, giorno dopo giorno, strada per strada, casa per casa, spiegando alla città la bontà del nostro programma elettorale.
Galli, invece di agitare fantasmi e tigri di carta, dovrebbe parlarci del presente e della “qualità” della sua coalizione. Cosa ha da dire, Galli, della circostanza che fra i partiti e i movimenti che lo sostengono vi sono persone citate nell’operazione “Omnia Nostra” e nella più recente “Giù le mani” che, per la prima volta nella nostra città, ha portato agli arresti di alcuni componenti di spicco dell’ex maggioranza di governo? Come spiega alla città la possibilità che entri in consiglio, con la sua vittoria, un personaggio alquanto pittoresco e una consigliera dichiarata impresentabile dalla commissione parlamentare antimafia lo scorso 30 maggio che ha continuato a fare campagna elettorale, presenziando anche al suo ultimo comizio, nonostante lo stesso Galli abbia in apparenza preso le distanze da lei? Come giustifica alla città una coalizione fatta di transfughi, vecchi manovratori della politica locale e persone che hanno minato la stabilità, per interessi personali, dell’ex giunta comunale? E, infine: come può accogliere, se considera così dannoso il passato politico di Manfredonia, persone che hanno determinato e partecipato in maniera decisiva a quella stagione politica?La prossima amministrazione e il prossimo consiglio comunale hanno davanti a sé delle sfide importantissime. Io sono contento del capitale umano che potrebbe accompagnarmi in questa avventura, in caso di vittoria. Una squadra competente, credibile e trasparente: professioniste e professionisti stimati,  donne e uomini liberi, indipendenti e impegnati a vario titolo nei settori dell’imprenditoria, della scuola, dell’innovazione, dell’associazionismo, della cultura e del terzo settore.

Su quindici seggi assegnati alla maggioranza, ben dieci potrebbero essere ricoperti da persone che non sono mai entrate in consiglio comunale. Un dato eccezionale che testimonia un profondo rinnovamento della classe dirigente del centrosinistra. Assieme a loro, inoltre, ritornerebbero anche quattro ex consiglieri di minoranza che, negli ultimi tre anni, hanno svolto un ruolo importantissimo di controllo, denuncia e opposizione alla giunta precedente.

Domenica 23 (dalle ore 7.00 alle ore 23.00) e lunedì 24 giugno (dalle ore 7.00 alle ore 15.00) scegliamo bene a chi affidare la città. Manfredonia ha bisogno di progettualità e forze nuove. Chi sa solamente denigrare l’avversario denota mancanza di argomenti e proposte concrete per la nostra amata città.

(nota stampa di Domenico La Marca, coalizione di centrosinistra “Insieme per Manfredonia”).

14 commenti su "Domenico La Marca: “Caro Galli, chi denigra solamente l’avversario denota mancanza di visione e scarsa forza politica” "

  1. Diccill’.
    E aggiungo: qualche mattina fa sono passato davanti alle due sedi dei sindaci per il Corso durante i miei servizi e, se al comitato di La Marca lui non c’era, sicuramente perché stava lavorando, a quello di Galli c’era proprio lui, a stringere mani e sparare sorrisi a destra e a manca come se avesse già vinto.
    Per citare Checco Zalone: “Umiltà, Galli, umiltà!”
    Impara dal grande Domenico

  2. Ma come si fa…. subito dopo i risultati baci e abbracci tra La Marca e Galli e poi critiche e invidia….
    Tutto frutto di IPOCRISIA e FALSITÀ…
    Questi è l’uomo

  3. Come sono caduti in basso.
    Adesso per salire le scale di palazzo San Domenico, denigra l’ avversario: che schifezza.
    Questi sono i segni di una debolezza politica ipocrita.
    Chi usa certi stili di vita, non conosce il bene comune e la lealtà.
    Ecco perché, Manfredonia non cresce, perché non abbiamo una classe politica che conosce i valori e l’essenziale del servizio verso una comunità. Prevale sempre il tarlo del poltronismo e dell’ indifferenza.
    Per favore, non abbiamo bisogno di persone stile fariseico, abbiamo bisogno di persone che conosco i valori e amano la nostra città.
    Chi si sente divorato all’ interno, si faccia un esame di coscienza e sia più positivo nella vita. L’ amore reciproco è un dono STRAORDINARIO DA METTERE IN PRATICA.
    Buona vita a tutti.

  4. Domenico verrai presto attenzionato dal PD e posto davanti a patti e condizioni.Non ci nascondiamo dietro ad un dito,il tuo risultato è frutto del PD gli altri sono contorno

  5. Ecco savonarola che rimprovera l’avversario e non aggiunge niente come sempre vago. Siamo alla scuola che il sindaco deve dare le pagelle dei buoni e cattivo. se vuole fare novità annuncia prima del voto gli assessori. la gente ti valuta

  6. Ti ho votato.
    Ti voterò al ballottaggio.
    Ma solo perché sono uno nato a sinistra.
    Permettimi, però, di dirti una cosa: sei uno scocciante e temo che chi ti ha prescelto ben presto se ne pentirà.
    Nn hai la stoffa!

  7. Purtroppo il candidato sindaco della sinistra non c’era in occasione dell’ultima campagna elettorale e dell’ultima consigliatura durante la quale quelli che oggi formano la sua coalizione e quelli veri che sono dietro, hanno utilizzato SOLO la delegittimazione personale e familiare quale strumento di lotta politica. Ma, giustamente, se non c’era non può saperlo.

  8. NEI MIEIE MESSAGGI HO SEMPRE SOSTENUTO SULLA TUA INDUBBIA VITTORIA E’ COSI SARA DOMENICA-IL POPOLO TI SOSTIENE E CREDO CHE LA SUA PERSONA LO RICAMBIERA’.

  9. Ugo galli si dimostra quello che è !! Incoerente già da adesso , pensa se va a fare il sindaco con quella squadretta di incapaci , lui ha detto all’inizio della campagna elettorale che bisognava avere rispetto tra i vari candidati , quindi questa coerenza dove è finita ?????? Caro Galli dopo questa esperienza , datti a l’ippica che forse li c’è posto per te !!!!

Lascia un commento

“L'amore ha anche questo in comune con la poesia: che, quando ci si spiega, si è perduti.” MARIO ANDREA RIGONI

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.