Foggia

V.Rizzi a Landella: tuteliamo patrimonio Ovile nazionale


Di:

Foggia – “IL rischio concreto di chiusura dell’Istituto Sperimentale per la Zootecnia di Foggia conosciuto come Ovile Nazionale, richiede un immediato intervento politico nei confronti del Governo centrale, per scongiurare il rischio concreto di chiusura di un istituto di ricerca sorto nel 1921, che ospita oltre 1200 ovini e in particolare esemplari in purezza della storica razza Gentile di Puglia e ancor oggi tra mille difficoltà rappresenta un riferimento per chi si occupa di zootecnia. Ma al contempo come Movimento Cinque Stelle di Foggia, ciò che maggiormente ci preoccupa riguarda la sorte dei terreni dell’azienda ‘Posta di Tuoro Barone’ che ammontano a circa 390 ha. Terreni di grande valore naturalistico perché in essi vengono conservate formazioni vegetali uniche di tipo pascolo-prateria cespugliata”. Lo scrive in una nota Vincenzo Rizzi, Consigliere del Movimento 5 Stelle di Foggia.

“In particolare si ricorda la formazione vegetazionale della, cosi detta localmente, ‘mezzana’, un habitat caratteristico del Tavoliere ormai ridotto a poche centinaia di ettari che ricorda la “dehesas” spagnola o i “meriagos” della Sardegna. Si tratta di appezzamenti incolti adibiti a pascolo, posizionati “in mezzo” a coltivi utilizzati per il sostentamento degli animali da lavoro della masseria completati dalla presenza di alberi e arbusti isolati (querce e perastri).

Un sito pertanto di straordinaria importanza, una vera e propria oasi che conserva uno spaccato di come era il Tavoliere dei nostri avi e al contempo un arca per la tutela della biodiversità vegetale e animale della piana. Questo sito, signor Sindaco, va salvato da possibili speculazioni legate ad eventuali ‘valorizzazioni’ legate all’insaziabile appetito delle aziende che operano sul mercato delle rinnovabili. Per questa ragione ci mettiamo a disposizione come Movimento Cinque Stelle proprio nell’ottica di una opposizione costruttiva, per produrre i necessari documenti per chiedere l’istituzione alla Regione Puglia e al Ministero dell’Ambiente di uno specifico Sito d’Interesse Comunitario denominato: ‘Ovile Nazionale’. Questo istituto garantirebbe uno status di tutela dell’area e permetterebbe al comune di ottenere risorse economiche da parte della Regione per la sua gestione e fruizione”.

“Al contempo signor Sindaco, si potrebbe anche lavorare sul rilancio di questo antico Istituto di ricerca coordinandosi, sia con la Regione che con i due importanti Parchi nazionali presenti sul territorio: Gargano e Alta Murgia, affinché si possano attivare specifiche ricerche sull’ecologia e gestione delle aree a pascolo, visto che gli ambienti prativi aridi risultano tra quelle a maggior rischio sia in Italia che in Europa”, conclude Rizzi.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

V.Rizzi a Landella: tuteliamo patrimonio Ovile nazionale ultima modifica: 2014-07-16T12:10:50+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This