Edizione n° 5339

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Energas, Riccardi: “rispetto opinione Michele ma referendum non serve a nulla”

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
16 Luglio 2015
Manfredonia //

Manfredonia – “DICHIARAZIONI di Bordo sul deposito gpl dell’Energas? Rispetto l’opinione di Michele ma ricordo a tutti che si rischierebbe di spendere 200 mila euro dei contribuenti per un referendum consultivo del tutto inutile. L’opera alla quale si fa riferimento è considerata per legge strategica. Come ho già detto, la discussione, la ‘partita’ deve essere ‘giocata’ altrove “. Così il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi commentando le dichiarazioni dell’onorevole Michele Bordo sull’Energas.

Come detto dal sindaco durante la presentazione del neo assessore all’ambiente ing. Elisabetta Palumbo: “per l’Energas abbiamo due strade: quella politica, dettata dalle scelte che la maggioranza di Governo della città deve fare su questioni di carattere ambientale e rispetto alle quali non siamo stati chiamati ad esprimere alcun parere trattandosi di un’opera strategica. In questo caso i ministeri coinvolti sono: quello dell’Ambiente, il MiSE per l’autorizzazione, la Regione per il parere ambientale regionale. Come Ente andremo a verificare tutte le criticità e le posizioni che potremo assumere affinchè questo progetto non si realizzi. Dal punto di vista urbanistico: a seguito di 2 sentenze del TAR e del Consiglio di Stato il progetto si va a collocare all’interno dell’area industriale DI/49. Rispetto a questo aspetto saremo chiamati ad esprimere, come Comune, un parere di compatibilità urbanistica (nella conferenza dei servizi al MiSE,ndr). Come detto, allo stato attuale abbiamo chiesto documentazioni integrative e più precisamente anche l’atto di indirizzo del Consiglio comunale del 15.04.2015, n.15 (DOCUMENTO PROGRAMMATICO PRELIMINARE – DPP – PER LA VARIANTE DI ADEGUAMENTO DEL PRG VIGENTE DEL COMUNE DI MANFREDONIA AL NUOVO PIANO PAESAGGISTICO TERRITORIALE REGIONALE – PPTR – ADOZIONE, NDR), dove si chiarisce che su quell’area l’Ente ha espresso delle perplessità di indirizzo poichè la Pubblica Amministrazione tende a riportare quelle zone in aree agricole”.

“La politica si assuma appieno una battaglia consapevole contro la realizzazione dell’impianto Energas. Io sono pronto a fare la mia parte, ad ogni livello ognuno la sua”, ha detto stamani Riccardi.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

42 commenti su "Energas, Riccardi: “rispetto opinione Michele ma referendum non serve a nulla”"

  1. Non ho parole… Caro sindaco ti do un consiglio, documentati sulla storia di Manfredonia tra la fine degli anni 80 e gli inizi del 90, sulla questione della nave dei veleni e della ribellione dei cittadini per mandare via l’Enichem.
    Questa storia dell’Energas rischia di scoppiarti in mano come allora scoppiò in mano a Quitadamo.
    Anche l’Enichem per legge era strategica per la chimica italiana.
    Auguri.

  2. IL BELLO VIENE ORA!!!
    Caro sindaco, finora hai taciuto, adesso cominci ad arrampicarti sugli specchi!!!
    Il problema è che non sai come venirne fuori, perchè a mio parere è già tutto scritto!!!!
    Non è che la assessora Armiento si è dimessa proprio a causa della questione ENERGAS?Forse quella poverina si è trovata di fronte a decisione già prese??

  3. Ma ci siete o ci fate?il sindaco ha dichiarato 100000 volte di essere contrario a energas.Anzi dice a bordo di giocare la partita con astuzia ed intelligenza dato che la cosa si decide a Roma dove caso strano ce proprio lui.Ora fa come Ponzio Pilato si vuole lavare le mani per scaricare tutto su Riccardi.Caro bordo il 2018 è arrivato la tua poltrona inizia a tremare

  4. Leggo nell’art. LEGGE STRATEGICA.Mi fa tanto ricordare come si comportavano le famose SETTE SORELLE che comandavano il mercato del petrolio nel mondo:corruzione con politici.danaro sottobanco,persino omicidi(vedi caso Mattei).Come posso fidarmi delle “commissione”che ha deciso”?

  5. Intanto cominciamo a vedere cosa ne pensa la città di questa opera “strategica”. Poi ne riparliamo.

  6. Al contrario! La squadra del gpl proprio questo vuole evitare..un referendum ove esplicitamente la popolazione residente dica ” NO”! Sai una cosa caro Sindaco, sei una delusione totale.

  7. Referendum o non referendum, Il popolo inquinato di Manfredonia NON VE LO PERMETTERA’. Rispetto le opinioni del sindaco e di Bordo,ma non servite che a voi stessi e le proprie family allargate ed affamate di un posto al sole(24ore).

  8. Per democrazia cristiana, facciamolo il referendum, è sempre una manifestazione di democrazia. Inoltre si capirà nelle dichiarazioni PRE’ VOTO chi è a favore e chi contro e perché.

  9. Sindaco, ci siamo stancati di leggere continuamente parole campate in aria e frasi senza senso piene di termini incomprensibili per chi non è “laureato” come lei! Mi pare di leggere (mio modesto parere) che la stragrande maggioranza dei cittadini chieda un referendum per prendere una decisione su una problematica che riguarda ogni singolo individuo di Manfredonia. Inutile o meno, dia la possibilità di farci decidere… Almeno potremmo dire di aver espresso la nostra opinione… O la posta in gioco è troppo alta da potersela far sfuggire cosi, da un semplice referendum?
    PS: credo che il bello sia già arrivato!

  10. Si è passati dall’euforia di un anno fa turismo, ( agenzia grandi eventi e progetti, che fine ha fatto?) porto, barche, perla e porta del Gargano, circuiti internazionali alla canna del Gas…

  11. Il referendum è piu che giusto. chi se ne frega se spendiamo 200.000€. sta volta sono soldi spesi giustamente per il futuro di Manfredonia e dei nostri figli. Le compagnie petrolifere,negli ultimi anni cercano un restyling della loro immagine puntando sull ambiente pulito, energia rinnovabile e famiglie, proprio come vediamo nelle loro pubblicità e andare contro un referendum popolare danneggerebbe la loro immagine e cercheranno di evitarlo. Riccardi non fare lo gnorry, sai bene come è importante il referendum

  12. Chissà potrebbe uscire anche il Si non mi stupisce più niente in questa stranissima cittadina..

  13. Quando si deve spendere qualche spicciolo per la democrazia e per dar voce al popolo sovrano sembrano soldi spesi male ma questo referendum può mettere a confronto anche la passata competizione elettorale “VEDIAMO QUANTI NE VANNO A VOTARE? “

  14. Riccardi sarebbe un ottimo pigmalione, un tutor e una guida eccezionale…. basterebbe che l’assistito facesse esattamente il contrario di quello che gli viene detto.

    Ha una tale bassa considerazione della democrazia, ammesso che ce l’abbia, che sembra che non si renda conto di quanto sia inadeguato.

    MA NON SOLO LUI, MA TUTTA LA CORTE CELESTE CHE L’APPOGGIA!

    Ieri, dall’alto chiamava i presidi “con la pancia piena” dimostrando tutto il suo disprezzo per la cultura e gli uomini di cultura. Ricordargli che le critiche fanno bene e se non gli vanno bene si risponde sui contenuti è con evidenza tempo sprecato!

    Oggi costui si permette di dire che il referendum, l’espressione della sovranità popolare che è inviolabile, “non serve”, dimostrando tutto il suo disprezzo e la sua cecità pericolosa nei confronti dei metodi democratici.

    Poi spaventa in modo strumentale la popolazione parlando di “200.000 Euro” per il referendum!!!

    Se avverrà il referendum, il costo è pari a quello delle primarie, dove facendo leva sul volontariato si sono presentate a votare 12.000 persone e non credo che il PD abbia speso 200.000 Euro!

    E’ chiaro da queste sue stesse parole da che parte sta e contro chi combatte con le parole e con i fatti?

    Poi è ridicolo e allo stesso tempo allucinante vedere oggi questo teatrino ipocrita tra Bordo che parla con frasi ipotetiche, con i verbi al condizionale e al congiuntivo: “se ci fosse un referendum, voterei no” e Riccardi che pronto risponde con l’indicativo “il referendum è del tutto inutile”.

    Nemmeno Totò e Peppino sono arrivati a tanto!

    L’interesse generale della cittadinanza non sanno manco dove è, ammesso che sappiano che esista e di cosa sia costituito!!!!

    QUESTO TEATRINO CHE SEGUE IL SILENZIO, RAPPRESENTA IN MODO MAGNIFICO IL DESERTO POLITICO E CULTURALE DOVE L’ENERGAS STA TROVANDO L’AMBIENTE GIUSTO PER PIAZZARCI IL MEGADEPOSITO!

    INVECE DI PIAZZARLO IN ARABIA SAUDITA O NEL DESERTO DEL SAHARA HANNO TROVATO MANFREDONIA!

    IL RISULTATO DELLA PARTITA “ENERGAS” ORA, IN ZONA CESARINI, GRAZIE AL SILENZIO E ALL’IMMOBILISMO ISTITUZIONALE, E’ 60.000 A 0!

    SOLO SE I 60.000 ABITANTI DIVENTANO IN BREVE TEMPO COSCIENTI DI ESSERE CITTADINI, AUTONOMI E INDIPENDENTI NEL PENSARE CON LA PROPRIA TESTA, SENZA TIFARE O GUFARE PER DEGLI INDECENTI RAPPRESENTANTI, MA ENTRANDO NELLA QUESTIONE ENERGAS, SOLO ALLORA LA LORO VOLONTA’ DIVENTERA’ SUPERIORE A QUELLA DI 4 MORTI DI FAME CAPITALISTI ALL’ITALIANA CHE, IN ITALIA, NEL CONNUBIO CON LA POLITICA METTONO A FRUTTO COME MONTEPREMI IL 40% DELLA CORRUZIONE DI TUTTA EUROPA!

    SE SI ARRIVA AL REFERENDUM, L’ATTUALE RISULTATO DI SCONFITTA DI 60.000 A 0 POTRA’ DIVENTARE UN PAREGGIO DI 60.000 A 60.000.

    CON L’ESITO DEL NO DI UN IMPROBABILE REFERENDUM, LA PARTITA DEI CITTADINI POTREBBE ESSERE VINTA IN MODO DEFINITIVO!

    QUESTI PSEUDO-POLITICI SI BATTONO ATTRAVERSO LA VOLONTA’ POPOLARE CHE SI ESPRIME TRAMITE REFERENDUM!

  15. Ma il progetto Energas e di sinistra o di centro destra? Il dubbio me l’hanno a fatto venire origliando un ragionamento di due persone sconosciute che secondo loro ci sono politici del centrodestra ad orchestrare il tutto e che quelli di sinistra sono contrari, valla a capire sta politica.

  16. Sindaco, lei non puo’ decidere per tutti. E’ il Sindaco della città non il proprietario.
    La città vuole un referendum. Lei non puo’ risponderci che non serve a nulla e che graverà sulle casse comunali per 200 mila euro.
    Sa benissimo che grandi opere o no se il popolo di una città esprime parere negativo per un impianto industriale l’impianto non si puo’ realizzare.
    Le leggi strategiche debbono considerare la volontà del popolo, dei cittadini, degli abitanti non possono obbligare la location di impianti produttivi ad alto rischio sicurezza e ambientale.
    200 mila euro? Credo che per le piste ciclabili di Siponto ne siano stati spesi di più di 200 mila euro. Senza avere le piste ciclabili.

  17. Poveri cittadini di Manfredonia il deposito sarà realizzato.
    caro sindaco il referendum è l’atto più democratico esistente sopratutto se il tema riguarda la salute di tutti i suoi cittadini . capisco che non ti stia bene abituato come sei a comandare da solo e compiacere pochi..

  18. Sindaco lei parla di duecento mila euro buttati, pur trattandosi di una problematica che tocca direttamente lo stomaco di tutti noi. Ci può dire sua eccellenza quanto spenderà dei nostri soldi per pagare BATTITI LIVE? Che le assicuro non interessa niente a nessuno. Se non si degna di rispondere sua maestà può informarsi la Redazione di Stato e farcelo sapere? Sono soldi pubblici penso che non ci sia niente di male a comunicarlo vero? grazie.

  19. Caro Sindaco vedrà che ne spenderà molto di più di 200.000 euro, per i danni che la popolazione farà se questa bomba cercherà di impiantarsi a Manfredonia. Dimenticavo, lei è pagato da noi contribuenti.

  20. Cara Mattia. (nome a caso) tu dici che il sindaco ha dichiarato pubblicamente 1000 volte di essere contrario al mostro energas . Mi puoi indicare una sola volta che lo abbia fatto? non dico dieci o tre. Ma solo UNA. Poi parli di giocare la partita con astuzia ed intelligenza. Ti riferisci alla stessa astuzia e intelligenza che hanno messo in campo per non far chiudere tutte le fabbriche della Manfredonia Sviluppo che poi puntualmente hanno chiuso? perché SE è A QUELLA ASTUZIA E INTELLIGENZA ALLORA SIAMO A CAVALLO. A proposito di cavalli, visto che si preoccupa tanto dei duecentomila euro di soldi pubblici, lo sai quanto ha speso per il cavallo? Qualcuno pensa che i manfredoniani siano un popolo di stupidi e senza p…e La verità è che lo lasciano credere fino a quando non gli tocchi le cose serie. poi tirano fuori le P…e e ti fanno LENZ LENZ.

  21. Fosse successo a Monte una cosa del genere il sindaco avrebbe fatto già la valigia per destinazione sconosciuta e l’esercito avrebbe già tolto il disturbo perché il problema energas. RISOLTO

  22. Ma caro sig. sindaco, per un referendum è da stolti spendere 200.000 euro, mentre spendere 160.000 euro per la statua di Re Manfredi non è da stolti?Non sono anche quelli soldi dei contribuenti?
    A proposito, in campagna elettorale, per accaparrarsi voti, aveva promesso di far cancellare il suo nome dalla statua…..ma quanto tempo ci vorrà per farlo?Non starà mica aspettando che i cittadini dimentichino lo scempio compiuto!!!
    Eh sì…..il bello viene proprio ora!!!

  23. Sindaco, per fare un referendum ci vogliono 200.000 euro che andrebbero a gravare sulle tasse dei cittadini, e quanto sono costate le PRIMARIE POLITICHE con i fuochi d’ artificio, 300.000 euro?.
    Forse non avete ancora capito che tutta l’ Amministrazione attuale non puo’ prendere in giro tutti i cittadini, anche coloro che hanno votato PD , che a questo punto si sentono altamente TRADITI da certi viglia…..
    Su questo MEGA BOMBOLONE devono decidere TUTTI I CITTADINI e non i soliti PADRONI.

  24. Non dimentichiamoci che il signor Bordo è uno dei firmatari per le trivelle in Puglia! E allora di cosa stiamo parlando!
    Questa è una classe politica che và eliminata!
    Il referendum non serve!
    NO E BASTA!
    Questa è la posizione ha devono prendere le istruzioni di Manfredonia!
    Altro che referendum!

  25. Questi artisti sono peggio dei camaleonti. Il loro trasformismo e la loro capacità di cambiare opinione come niente fosse è stomachevole. Questa è la politica intesa da questi artisti. ….. In culo al popolo sovrano………

  26. Per indignato ,si vede che parli tanto per fare uscire quell’alito puzzolente dalla tua bocca, informati bene oppure vai a guardare che le scritte sono già state tolte e da tanto . Ho capito che siete sempre gli stessi a scrivere ma non avete un c….. da fare !!!!! Lo so che non volete lavorare ma un po’ di tempo per le vostre cose manco a parlarne , curare la propria persona , lavarsi . Pur di scrivere c……trascurate anche la pulizia personale . Che vergogna.

  27. REFERENDUM CON PROCEDURA D’URGENZA ENTRO IL 10 DI AGOSTO! !
    NO A QUESTO TERRIBILE DEPOSITO DI DECINE DI MILIONI DI LITRI DI GPL!
    NO!

  28. Grillini e pseudo/Ambientalisti sono la rovina dell’Italia..con il dissenso esasperato stanno portando l’Italia nella povertà assoluta….che si informassero rispetto ai depositi di GPL e che verifichino di cosa si tratta. Non è un materiale inquinante nè tossico nè nocivo. Ci sono fior fiore di esperti che hanno studiato norme di sicurezza che vanno applicate e dunque non esiste rischio per noi cittadini.. di questi depositi ne esistono a decine e realizzati all’interno delle zone abitate..anche in concentrazioni maggiori rispetto a quanto si realizzerà a Manfredonia. Spero che il nostro sindaco si impegni a non far volatizzare anche questa grande opportunità di sviluppo che potrà costare molto cara alla nostra città che sarebbe l’unica ad opporsi!

  29. Riccardi solo tu puoi fare qualcosa per dare una svolta all’economia stagnante di questa città..altro che turismo.. con le associazioniste che denunziano presenza di arsenico nell’aria.. con gli alberghi che chiudono compreso il porto turistico..per non parlare del porto industriale che giorno dopo giorno cade a picco nel mare ed intanto la disoccupazione ha raggiunto livelli record..non esiste famiglia senza un disoccupato…che Riccardi faccia qualcosa e che questa grande opportunità di sviluppo non se l’afferrino le altre città del Nord Italia che farebbero tappeti d’oro pur di avere una simile ricchezza nel proprio territorio.. Riccardi inizi a tappare la bocca a tutti questi dissidenti politici..perchè di questo si tratta..parliamoci chiaramente! Questi dissidenti allarmisti trovano spunto in queste argomentazioni contro Energas per farsi campagna elettorale e per impedire una politica sana di sviluppo che insieme al turismo dovrebbe incentivare anche l’ industria.

  30. X fidelia, la cosa più schifosa al mondo non è esprimere un opinione o fare una critica, ma insultare gratuitamente, in modo volgare e oltraggioso come fai tu, rasenti il disgusto. Fin ora non ho commentato limitandomi a leggere, ma difronte a commenti e gente come te, bisogna sporcarsi le mani e risponderti per lo schifo quale sei, forse sei tu che hai bisogno di una bella lavata e una buona dose di educazione. Per il futuro impara a rispettare le opinioni altri,
    altrimenti cambia citta’.

  31. Signor SINDACO il SIGNOR BORDO non ha tutti i torti nel dire NO al deposito..il paese in tutti questi anni ha sofferto molto..non per causa sua ..da precisare ..ma non faccia gli stessi errori del 1970 uomini che pensavano solo a se stessi .e la sua persona ha stima di MANFREDONIA ..per cui dia la possibilità di esprimere al popolo il suo pensiero con il voto…grazie…

  32. E dovete vedere quanti soldi dobbiamo cacciare se la Energas farà causa al comune di Manfredonia! E’ proprio il comune che indica quella area come industriale e se la Energas è in regola perché non dovrebbe realizzare?

  33. Se la popolazione non vuole il deposito non si fa, quindi i marpioni in primis eviteranno a tutti i costi un referendum poi loro e loro leccasfintere ovviamente decanteranno questo insediamento come non pericoloso e chissà che darà anche tanti posti di lavoro. Non bastano i danni che producono in afriche le multinazionali del petrolio non trovando spazi dove hanno rivolto la loro attenzione: su Manfredonia!!

  34. Cara Mattia (nome a caso) Quando si attacca una persone in base all’aspetto fisico è perché si riconosce la sua verità e non sapendo come smontarlo lo si offende e basta. Certe persone quando scrivono è come se lasciassero la firma.

  35. Se non faremo il referendum, cosa che non è da escludere visto che è uno strumento ammesso dalla Costituzione e perfettamente attuabile in questi casi, non rimane che la contestazione attiva da parte di noi cittadini.
    Credo che sia meglio un referendum che una rivolta civile, perchè è questo che si rischia ( ENICHEM docet).
    Noi cittadini non permetteremo che si concluda l’ultimo scempio per questa città e per il futuro dei nostri figli.
    Pensaci, Riccardi, e cerca di dare una risposta seria e coscienziosa; un consiglio, mentre rispondi guarda i tuoi figli e pensa a cosa sia loro più utile.

  36. Cara Fidelia, tu si che sei una nobildonna, dalla tua bocca/fognatura escon fiori!
    Che bello!!
    Del resto, quando l’ignoranza dilaga e non si hanno mezzi per rispondere si ricorre alle offese!!
    Ah, che brutta cosa l’ignoranza…anzi la TUA IGNORANZA!!!

  37. Sindaco, passerai alla storia come il peggior sindaco. Il bello viene ora per te. Non ti invidio perniente.

  38. Povera Manfredonia amante dei forestieri. Chi viene comanda . Come diceva quel saggio di mio nonno, ho frkamcje!

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.