Foggia
Possiamo capire l'Assessora Roberto perché, come ogni anno a settembre, le scuole iniziano all'improvviso

“Assessora Roberto: separare in base all’etnia è discriminazione razziale”

Un ultimo invito, la preghiamo di smettere di parlare di 'campo nomadi' perché di 'nomadi' in quel campo ce ne sono ben pochi


Di:

Foggia. ”Possiamo capire l’Assessora Roberto perché, come ogni anno a settembre, le scuole iniziano all’improvviso, a sua insaputa, tant’è che la gara d’appalto per il servizio di mediazione culturale e accompagnamento, da aggiungere al servizio di scuolabus, atto scritto il 9 luglio, è stata chiusa il 7 ottobre dopo che è andata deserta in prima istanza, verbale di asta deserta redatto il 23 settembre, ben dopo l’inizio dell’anno scolastico 2015/2016. Mente l’assessora sulle reali condizioni del Campo di baracche e container, condizioni che conosce bene da tempo, perché con una richiesta di incontro operativo del 4 febbraio 2015 l’Assessora e il dirigente del Servizio Sociale e Prevenzione espongono al Sindaco Landella quali sono le condizioni del Campo.
Un ultimo invito, la preghiamo di smettere di parlare di ‘campo nomadi’ perché di ‘nomadi’ in quel campo ce ne sono ben pochi, i più sono italiani, o apolidi, che vi risiedono da anni e non hanno nessuna intenzione di spostarsi in altre città. Buon lavoro.

(Giorgio Cislaghi, Vincenzo Rizzi, Marcello Sciagura, Foggia 16 ottobre 2015)

“Assessora Roberto: separare in base all’etnia è discriminazione razziale” ultima modifica: 2015-10-16T09:18:55+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This