Edizione n° 5265
/ Edizione n° 5265

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Luminarie spente: il Natale triste dei manfredoniani hater

AUTORE:
Michele Solatia
PUBBLICATO IL:
16 Novembre 2022
Manfredonia //

MANFREDONIA (FOGGIA), 16/11/2022 – Dopo la seconda “bocciatura” della struttura del Titanic l’associazione Io sono partita iva di Manfredonia ha preso una drastica eccezione: via tutte le luminarie. E non solo quella incriminata. Una vera vittoria, seppur squallida, per i tanti che, in queste settimane, hanno imbastito una vera campagna d’odio verso le luminarie natalizie. Ci vuole veramente stomaco a privare la gioia nel volto di un bambino nel periodo che dovrebbe essere il più felice dell’anno.

Luci del Golfo 2022, ph. Antonio Troiano

Lo spostamento in piazza maestri d’Ascia è arrivato dopo il “trasloco” deciso dalla Sovrintendenza. In pratica la location non era consona alla storicità del Fossato del Castello Svevo-Angioino. Certo che la situazione è piuttosto paradossale: l’anno scorso, quasi per tre mesi, lo stesso Fossato era stata la location di personaggi Disney, animali anche esotici e della stessa casa di Babbo Natale. Tutte figure che poco avevano a che vedere con la storicità del Castello stesso. Tutto passato senza che nessuno avesse da ridire.

Luci del Golfo 2022, ph. Antonio Troiano

Aggiungiamoci pure che la “mazzata” arriva in un periodo in cui le attività commerciali cercavano di riprendersi dai lockdown da Covid per passare poi a bollette esorbitanti, oltre a tassazione record. Benché la tradizione manfredoniana annoveri una certa facilità alla critica pura e semplice, stupisce l’odio verso un’iniziativa finanziata dai privati che aveva già richiamato l’interesse dei turisti e, di conseguenza, provocato benefici in tutta la cittadinanza. Molto discutibile l’operazione di associare a tutti i costi l’iniziativa privata all’amministrazione comunale, nonostante la stessa associazione ne abbia dichiarato ufficialmente l’estraneità

Luci del Golfo 2022, ph. Antonio Troiano

Si respira una strana aria a Manfredonia in queste ore: gente che aveva addirittura gioito per lo spostamento del Titanic e per le polemiche su una parata troppo ravvicinata con la strage dell’elicottero precipitato nel Foggiano, sembra quasi avere la lingua seccata. La strana pratica che vede una parte dei manfredoniani criticare qualsiasi iniziativa per poi presentarsi in prima fila all’evento sembra aver prodotto risultati non previsti. Perché qualcuno si deve essere veramente impegnano per ottenere certi risultati, ma poi è diventato triste per aver lasciato solo cenere in una città che guardava le stelle. Almeno quelle delle luminarie, per tornare a sognare.

14 commenti su "Luminarie spente: il Natale triste dei manfredoniani hater"

  1. Lasciate i bambini fuori da queste beche questa situazione la veste creiate voi con la vostra ubiquità certo che dispiace vedere questa Città ridursi in disputa tra i si e no la colpa è di mister selfista
    RODICE

    DIMETITI

  2. Ha vinto l’Ignoranza, quell’Ignoranza che tifa contro sempre e comunque, l’Ignoranza del tanto peggio tanto meglio, l’Ignoranza che fa sempre lotta politica, l’Ignoranza di chi con il sedere al caldo vuole negare qualsiasi cambiamento per questa città. Beati gli Ignoranti, gli Invidiosi ed i “poveri di spirito”. Amen.

  3. Ma pensate davvero ci sia qualcuno che creda allo storiella delle luci spente a causa dei commenti sui social? 😂😂😂
    Ma cos’è una barzelletta? 😂😂😂

  4. Certo che siete una testa di c…..o dovete prendervela con l’amministrazione, e suoi tecnici che valgono meno di zero!!!!!!! Se continuate a difendere il sindaco e i tecnici sbagliate di grosso,vuol dire che siete tutti una cosa ….possibile che non riuscite a capire che ci voleva l’autorizzazione dell’autorità portuale ,soprindentenza,dogana ,ecccc il sindaco e un ingegnere ( così pare ) queste sono cose le dovrebbe sapere sono cose elementari che un semplice geometra appena diplomato lo sa che l’ultimo atto e l’autorizzazione comunale ,!!!,,non per primo ,come ha fatto la nostra amatissima ing rosa tedeschi …mo aspttemmmm a iessss che da Monopoli ci è venuta a rovinare …haaaaa dimendicavo l’assessore all urbanistica e pure ingegnere 😂😂😂ma daiiiii dimettetevi che fate prima !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  5. Scusate eh! Ok che un paese senza le luminarie, è triste nel periodo natalizio!
    Ma i signori di “Io sono Partita Iva” forse hanno dimenticato che in OGNI CITTÀ DEL MONDO esistono delle REGOLE E LEGGI DA RISPETTARE! Loro non avevano tutte le carte in regola ed inoltre il Tanto criticato Titanic in piazza maestri d’ascia era alimentata da un contatore pubblico a carico dei cittadini e non a carico loro (cioè di “Io sono partita iva”)
    Non erano in regola! Questo è il punto! Stop!
    Un comune, un ufficio del demanio o qualsiasi altro ente, non si sveglia una mattina di punto in bianco e decide di far smantellare tutto così all’improvviso! In questo paese purtroppo si è abituati a fare le cose alla carlona e alla “ma siii facciamo poi si vede”
    Non facessero le vittime perché non lo sono!
    Chi è causa del suo male, pianga se stessi!
    Saluti

  6. ribadisco che l’associazione ha preso un iniziativa che condivido in toto, visto lo stillicidio mediatico contro questa iniziativa. mi pongo una domanda , come mai da parte dell’amministrazione non ce stato un minimo commento sulla vicendo. volevo ricordare ai cittadini, che questa amministrazione vive DI SELFI. SEMBRANO DEI BALLERINI CHE VOGLIONE ESSERE SEMPRE IN PRIMA FILA. ora sono scomparsi. che vergogna per questa citta????

  7. Angor’ p’ ‘sti “hater”?
    A me piacevano tutte le luminarie (tranne il Titanic), ma qua parliamo di REGOLE DA RISPETTARE.
    Lo so che gli Zambredoniani Medi D.O.C., D.O.P. e I.G.P. sono allergici alle leggi (basti vedere il servizio sugli abusivi delle case popolari per comprendere in pochi minuti la mentalità della stragrande maggioranza degli “esseri” che vivono qua), ma vanno rispettate anche nel Paese dei Balocchi, mi spiace.

    L’anno scorso nessuno ha detto nulla?
    E chiedetevi il perché, anziché fermarvi a questa constatazione.
    Forse perché anche l’anno scorso le regole non sono state rispettate, ma autorità competenti e prefetto sono stati magnanimi, dato che la nuova amministrazione si era insediata da appena un mese, dopo un grave commissariamento?
    Forse, eh.
    Ma appunto, come detto sotto un altro articolo, Sant’Andon’j’ à graz’j’ ‘na volt’ à fé.

    Quindi, anziché puntare il dito contro gli altri, sarebbe più che giusto darsi prima un’occhiata allo specchio.
    Mo’ teniamoci l’atmosfera “Pesante” e buon Natale

  8. Altro che haters… chissà cosa c’è sotto, visto che tutti i politici al palazzo tacciono… Comunque c’è tanta ignoranza da parte di taluni ecco perché falliscono. Gli hater sono anonimi che seminano odio, quindi se un cittadino critica l’uso gratuito dell’energia elettrica utilizzata da privati è un hater? Ma stiamo scherzando!!! Se avete i permessi sbatteteli in piazza! Se siete in regola con le autorizzazioni pubblicatale! Mettete il mostro in prima pagina. Nessuno è contento che venga smontato il Titanic e le altre luci, tutti apprezzano il lavoro dei privati della partita Iva ed è un vero peccato che il tutto svanisca di colpo. Prendetevela con il governo della città, con chi a scoppio ritardato vi ha intralciato il lavoro, ma lasciate stare quel poco di libertà che è rimasto ai cittadini ossia di poter esprimere un pensiero. Se avete qualcosa da sputtanare fateli in pubblica piazza e non a palazzo dei Celestini che è limitato come capienza e ci sonno le norme anticovid da rispettare. Tirate il rospo dalla gola mettendo un palco in puzza del popolo o in piazza Giovanni XXXIII condimento permettendo e informate la cittadinanza tutta, magari con un contraddittorio formato da assessori, sindaco, capitaneria ecc. Solo in questo modo il cittadino potrà rendersi conto della reale situazione. Grazie

  9. Manfredonia e letteralmente infestata di feci e piscio, è sotto scacco di imbecilli, vandali e incivili, sputtanati in tutto il mondo per l’abusivismo, case in affitto introvabili, prezzi scandalosi, lavoro nero, evasione fiscale, evasione tributaria, controlli sanitari assenti nel comparto alimentare, la netta è amara sensazione che non ci siano autorità vive e attente e poi se la prendono con il Titanic! Uno città dove c’è da vergognarsi a vivere..

  10. Ho udito da sconosciuti che è in arrivo la troupe di Striscia per la consegna di un tapiro d’oro a 2 persone..mah..vedremo se è vero.

  11. Non strumentalizzate le vostre cagate enormi fatti con i bambini.Fate le cose previste e in regola e nessuno vi avrebbe fatto smontare nulla. Non nascondetevi dietro ai commenti critici( ci saranno sempre anche quando gli eventi li faranno altri gruppi) , perche’ siete davvero ridicoli. I problemi sono altri e aspettiamo di conoscerli lunedi nella vostro comizio a palazzo celestini. Certo allacciarvi alla corrente abusivamente in piazza maestri d’ascia non vi fa onore , prima di creare un evento bisogna chiedere autorizzazioni e calcolare anche i costi (energia elettrica e altro) .

  12. Solo ignoranti, polli e delinquenti credono alla storia del buon Samaritano che porta gioia e felicità con le luminarie a Manfredonia. Ormai siete stati scoperti, pentitevi, arrendetevi.

Lascia un commento

“Comincia a vivere subito e considera ogni giorno come una vita a sé”. (Lucio Anneo Seneca)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.