Cronaca

Crisi agricoltura, ancora proteste su A14. Solidarietà Provincia


Di:

Protesta a San Cipirello (foto Leandro Salvia)

Protesta a San Cipirello (foto Leandro Salvia)

Foggia – CONTINUANO le proteste degli agricoltori di Capitanata. Anche oggi si è sviluppato un corteo di trattori lungo il casello (in entrata e uscita) di Foggia dell’autostrada A14. Gli agricoltori presenti sul posto hanno istituito alcuni presidi, così rallentando il traffico sulla circonvallazione cittadina e sulla strada statale 16. Sul posto anche i rappresentanti sindacali per chiedere “un rapido intervento dei tecnici governativi”. La manifestazione nazionale prevista per il 15 dicembre era stata annullata, nonostante la mobilitazione in corso, in segno di solidarietà per l’aggressione a Berlusconi. In primo luogo, la protesta degli agricoltori di Capitanata verte sui “fondi non sufficienti” stanziati dalla manovra enonomica del Governo, oggi attesa dalla fiducia della Camera. Complessivamente sono stati circa 1500 i trattori che hanno manifestato ieri.  “Fondo di Solidarietà Nazionale: la Finanziaria porta poche risorse nuove e sottrae quelle già degli agricoltori. Inoltre, rischia di alterare gli equilibri territoriali a svantaggio del Sud”. Questi i dubbi già espressi dall’assessore alle risorse agroalimentari, Dario Stefàno, nella sua veste di Coordinatore della Commissione Politiche Agricole nazionale, in una lettera inviata  al ministro Luca Zaia, in seguito alla lettura del maxiemendamento alla Legge Finanziaria 2010. “Sembrerebbe – scrive l’assessore pugliese – che le risorse finanziarie necessarie per la parziale copertura del Fondo di Solidarietà Nazionale, 120 milioni di euro, vengano reperite facendo ricorso quasi esclusivo alle risorse disponibili per l’attuazione dell’articolo 68. Risorse la cui destinazione è nella prerogativa delle Regioni”. “Ciò disattenderebbe – sottolinea Stefàno – gli accordi sanciti in sede di Conferenza Stato-Regioni del 29 luglio scorso che con grande senso di responsabilità, poiché la competenza della copertura del FSN è in testa al governo centrale, stabilirono di destinare al sistema delle assicurazioni risorse “di prerogativa regionale” per un massimo di 70 milioni di euro”. “Da notizie che circolano sempre più insistentemente – aggiunge l’assessore Stefàno – sembrerebbe che gli ulteriori 50 milioni destinati alle assicurazioni vengano sottratti dalla misura relativa al “Sostegno delle attività agricole che apportano benefici ambientali aggiuntivi”. “Se così fosse – spiega Stefàno – sarebbe un fatto gravissimo. Non solo perché saremmo di fronte ad una grave violazione di un impegno assunto fra Stato e Regioni dopo un articolato confronto conclusosi con una indicazione unanime, ma perché si sottrarrebbero risorse che sono già degli agricoltori, per finanziare uno strumento, quello delle assicurazioni, a cui gli stessi potrebbero avere accesso”. “Ma – sottolinea Stefàno – c’è di più: la misura cosi come individuata nel maxiemendamento, produrrebbe inevitabilmente l’effetto di alterare l’equilibrio territoriale, sottraendo risorse ad uno strumento i cui potenziali beneficiari sono gli agricoltori del Centro e del Meridione, per destinarle a beneficiari prevalentemente ubicati al Nord del Paese”. A Foggia, il consiglio provinciale ha approvato questa mattina alla unanimità due Ordini del Giorno presentati dal capogruppo de “La Destra”, Paolo Agostinacchio. Uno in segno di solidarietà al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, per l’aggressione subita nei giorni scorsi a Milano. Con il secondo Ordine del Giorno, invece, il Consiglio provinciale ha espresso la propria solidarietà agli agricoltori in lotta “per rivendicazioni sacrosante, in quanto vittime, tra l’altro, di una deprecabile speculazione selvaggia”, “colpiti inesorabilmente dalle logiche del sistema bancario, costretti ancora una volta ad esprimere la loro delusione e rappresentando l’insostenibilità di una crisi economica ormai irreversibile”. Da questo punto di vista l’assemblea provinciale ha insistito sulla necessità di “una moratoria delle debitorie e sulla sospensione delle procedure esecutive contro gli operatori agricoli”. Nel corso del dibattito sono interventi i consiglieri Paolo Agostinacchio (La Destra), Giuseppe Moscarella (Popolo della Libertà), Paolo Mongiello (Popolo della Libertà), Antonio Prencipe (Partito Democratico), Nicandro Marinacci (Indipendente), Massimo Colia (Italia dei Valori), Michele Augello (Sinistra Arcobaleno), Michele Bonfitto (Ud C). Successivamente la seduta è stata sciolta per mancanza del numero legale.

Crisi agricoltura, ancora proteste su A14. Solidarietà Provincia ultima modifica: 2009-12-16T13:36:30+00:00 da Girolamo Romussi



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This