Scuola e Giovani

Premiata la ricerca dell’Università di Foggia, bonus di 720mila euro


Di:

Antonio Pepe (www.ginolisa.it)

Il presidente della Provincia A.Pepe (www.ginolisa.it)

Foggia – “LA premialità riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione all’Università degli Studi di Foggia per i risultati conseguiti tra il 2005 ed il 2008 nel campo della ricerca è una notizia positiva, che conferma la qualità del sistema universitario della Capitanata e l’eccellenza del nostro Ateneo”. È il commento di Antonio Pepe, presidente della Provincia di Foggia, all’assegnazione da parte del Ministero dell’Istruzione di un bonus di 720mila euro all’Università degli Studi di Foggia in ragione dei risultati conseguiti sul terreno della ricerca e della didattica.

“Voglio esprimere un sincero ringraziamento al professor Antonio Muscio, perché è proprio nel corso del suo rettorato che sono maturate le condizioni affinché il Ministero riconoscesse questo bonus, che fa aumentare la quota assegnata all’Ateneo Dauno del 50 cento rispetto allo scorso Anno Accademico – afferma il presidente della Provincia –. Tutto questo è la dimostrazione concreta del fatto che l’Università degli Studi di Foggia si qualifica ormai come un polo d’eccellenza all’interno del sistema universitario pugliese e meridionale. Un patrimonio che con il suo lavoro il rettore Giuliano Volpe sta valorizzando in modo puntuale ed efficace”.

“A noi – aggiunge Antonio Pepe – spetta adesso il compito di ripartire da questa attestazione di merito, proseguendo nel percorso di sinergia istituzionale e sostegno alla nostra Università, per rafforzare la sua crescita, nella convinzione che gli investimenti sul sapere siano lo strumento più efficace per costruire progresso e sviluppo per il nostro territorio”. “L’assegnazione della premialità da parte del Ministero guidato da Mariastella Gelmini – sottolinea il presidente della Provincia – evidenzia inoltre come la strada indicata dal governo sia quella della meritocrazia e dell’efficienza. Una strada – conclude Pepe – che è necessario percorrere insieme con senso di responsabilità per dar vita ad un sistema della ricerca migliore e al passo con i livelli qualitativi europei”.

ASCOLI SATRIANO, FARAGOLA E I MARMI POLICROMI – Venerdì 21 gennaio, alle ore 17,00, presso il Polo Museale di Ascoli Satriano (Via Santa Maria del Popolo,68) si terrà una conferenza di presentazione dei risultati della campagna scavi 2009-10 del sito archeologico di Faragola condotti sotto la direzione scientifica del prof. Giuliano Volpe. L’iniziativa, che conferma il forte impegno dell’Università di Foggia per la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio culturale della Daunia, è organizzata dal Dipartimento di Scienze Umane, in collaborazione con la Città di Ascoli Satriano, il Centro Culturale Polivalente e con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Regionale per i Beni e le attività culturali e paesaggistici, della Soprintentenza per i Beni Archeologici della Puglia, dell’Assessorato ai Beni culturali della Regione Puglia, della Provincia di Foggia e della Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia.

La conferenza sarà, altresì, occasione per presentare il volume “Faragola 1 – Un insediamento rurale nella Valle del Carapelle. Ricerche e studi” Bari 2009, Edipuglia e della guida archeologica agli scavi “Faragola di Ascoli Satriano” Foggia 2010 Claudio Grenzi Editore, e per ricostruire e illustrare, con la partecipazione del giornalista Fabio Isman, il contesto di provenienza e il significato dei marmi dipinti di Ausculum, la loro storia dalla scoperta all’esposizione. Lo straordinario complesso di reperti provenienti da scavi clandestini nel territorio dell’antica Ausculum, sono considerati un unicum nel panorama dell’archeologia classica e sono stati oggetto lo scorso anno, di alcune mostre allestite presso il Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo, a Roma, e precedentemente presso il Museo Archeologico Nazionale di Firenze.

All’incontro interverranno, oltre al prof. Giuliano Volpe, Antonio Rolla – Sindaco di Ascoli Satriano, Angela Barbanente – Assessore Regionale ai Beni Culturali, Antonio Pepe – Presidente della Provincia di Foggia, Isabella Lapi – Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici, Giovanni Cipriani – Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia, Saverio Russo – Direttore del Dipartimento di Scienze Umane, Antonio Castorani – Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia, Giuseppe d’Arcangelo – Presidente del Centro Culturale Polivalente, Stefano De Caro – già Direttore generale per i Beni Archeologici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Teresa Elena Cinquantaquattro – Soprintendente per i Beni Archeologici della Puglia e i componenti del gruppo di ricerca: Maria Turchiano, Antonietta Buglione, Giovanni De Venuto, Roberto Goffredo, Marida Pierno, Maria Giuseppina Sibilano.

Al termine della conferenza il Sindaco di Ascoli e il Rettore dell’Università di Foggia consegneranno il Premio “Grifoni d’oro” alla cultura al dott. Stefano De Caro, già Direttore generale per i Beni Archeologici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.


Redazione Stato

Premiata la ricerca dell’Università di Foggia, bonus di 720mila euro ultima modifica: 2011-01-17T17:05:06+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This