Cronaca
"Gli antitodi sono sostanze che consentono il miglioramento della prognosi"

Ulteriore riconoscimento al Centro Antiveleni di Foggia

“L’attenzione del CAV degli Ospedali Riuniti è rivolta anche alla spesa sanitaria mediante una ottimizzazione delle eventuali forniture antidotiche”


Di:

Foggia. Il Dipartimento Promozione della Salute, del Benessere e dello Sport – Servizio Politiche del Farmaco – della Regione Puglia in collaborazione con la Struttura Semplice Dipartimentale Centro Antiveleni del Policlinico “Ospedali Riuniti” di Foggia, Dirigente Responsabile Dott.ssa Anna Lepore, hanno disposto l’istituzione in seno al Comitato Terapeutico Regionale Farmaci di un gruppo multidisciplinare per la realizzazione di linee di indirizzo atte alla razionalizzazione della spesa farmaceutica relativa a sostanze antidotiche e per la realizzazione di una rete regionale degli antidoti (DGR n.2112 del 05.12.2017).

Gli antitodi sono sostanze che consentono il miglioramento della prognosi, avendo un ruolo determinante per la gestione del paziente in molti tipi di intossicazione, anche quando vengono utilizzati nel contesto di un trattamento plurifarmacologico e unitamente alla terapia di supporto. E’ importante, quindi, migliorare la disponibilità degli stessi, facilitando lo scambio di informazione sulla loro disponibilità.

Il compito del gruppo multidisciplinare sarà finalizzato a:
a) implementare il Prontuario Terapeutico Regionale con una specifica sezione dedicata agli Antidoti;
b) definire i criteri per la corretta ripartizione e allocazione della tipologia di antidoti e delle scorte degli stessi sia presso il Centro Antiveleni che presso i presidi ospedalieri esistenti sul territorio regionale;
c) determinare norme per l’istituzione di una Banca Antidoti Diffusa Regionale della Puglia presso il CAV Regionale che, attraverso strumenti telematici, metta in rete e renda costantemente aggiornati e disponibili per la consultazione sia i dati relativi alla dotazione e alla giacenza di magazzino degli Antidoti nei vari presidi ospedalieri della regione, sia le documentazioni relative alla gestione degli stessi (modalità di somministrazione, dosaggi impiegati, utilizzo in gravidanza, diluizione dei prodotti ed altre informazioni farmaceutiche/farmacologiche);
d) definire i criteri per l’istituzione e la gestione di un Registro regionale per il monitoraggio epidemiologico, presso il CAV regionale, della casistica delle intossicazione acute/croniche, finalizzato sia all’eventuale aggiornamento della sezione Antidoti del Prontuario Terapeutico Regionale che al corretto e repentino riassortimento delle scorte di magazzino del Centro Antiveleni e degli altri Presidi Ospedalieri.

“Tale progettualità risulta essere un ulteriore riconoscimento dell’attività svolta dal Centro Antiveleni degli Ospedali Riuniti, già riconosciuto dalla Regione Puglia come Unico Centro Regionale” – ha dichiarato la Dott.ssa Laura Moffa, Direttore Sanitario dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria.

“L’attenzione del CAV degli Ospedali Riuniti è rivolta anche alla spesa sanitaria mediante una ottimizzazione delle eventuali forniture antidotiche” – ha sottolineato il Direttore Amministrativo Dott. Michele Ametta.

Il Centro Antiveleni del Policlinico di Foggia – ha concluso il Direttore Generale Dott. Vitangelo Dattoli – si conferma essere una vera realtà del Sistema di Emergenza-Urgenza ed un solido supporto per le varie strutture aziendali e per il pubblico, con un netto miglioramento della qualità del servizio ed una maggiore tutela della salute”.

Ulteriore riconoscimento al Centro Antiveleni di Foggia ultima modifica: 2018-01-17T20:00:12+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This