FoggiaSport
Immagini di Enzo Maizzi

Foggia all’ultimo respiro (FOTO)

Il Foggia torna al successo in casa e lo fa nel modo più rocambolesco possibile


Di:

Tre punti conquistati all’ultimo respiro. Il Foggia torna al successo in casa e lo fa nel modo più rocambolesco possibile, battendo 2-1 il Cesena grazie ad un gol di Mazzeo arrivato a tempo quasi scaduto. I rossoneri ricambiano con gli interessi la beffa dell’andata superando, con ampio merito, un Cesena tignoso ma che alla fine ha pochi motivi per recriminare

La cronaca.
Stroppa deve rinunciare a Gerbo, squalificato, e a Zambelli, fuori causa all’ultimo momento per problemi muscolari e sostituito da Fedato. In compenso, il tecnico rossonero, recupera Greco, al rientro dopo la giornata di squalifica, e butta nella mischia dal primo minuto il francese Duhamel. Il Foggia, così, si presenta con Guarna tra i pali, Tonucci, Camporese e Loiacono in difesa, Fedato, Agnelli, Greco, Deli e Kragl in mediana, Duhamel e Mazzeo in attacco.
La prima, grande occasione per il Foggia arriva al quarto d’ora: Deli impazza sulla sinistra e mette al centro, ma la difesa cesenate mura sulla linea le conclusioni di Duhamel ed Agnelli, salvando il risultato. Sono i rossoneri a gestire il pallino del gioco, provando a sfondare dalle parti di Fulignati e facendosi vedere con un paio di conclusioni senza esito, mentre il Cesena si chiude, aspettando la ripartenza giusta per colpire. Alla mezz’ora è capitan Agnelli a sfiorare la marcatura con un gran tiro al volo, sventato da Fulignati, che si rifugia in corner. Sul finire della prima frazione, dopo un gol annullato a Duhamel per off-side, sono gli ospiti a portarsi in vantaggio grazie a Karibi che finalizza un contropiede e sigla il classico gol dell’ex.

Il Foggia torna in campo e rimette subito in piedi la gara: è proprio Agnelli, su traversone dalla sinistra a trovare la deviazione giusta ed insaccare alle spalle di Fulignati per il pareggio. Il capitano può così festeggiare le duecento presenze in maglia rossonera con un gol letteralmente vitale per i suoi. La ripresa vede ancora i padroni di casa gestire la manovra alla ricerca del gol del vantaggio, senza però impensierire troppo la difesa romagnola. Le opportunità più ghiotte per i rossoneri arrivano grazie a tiri dalla distanza, che partono soprattutto dai piedi di Deli, leggermente impreciso in un paio di occasioni da fuori area. La gara scorre senza sussulti fino ai minuti di recupero, quando il pallone sfiorato da Tonucci arriva sui piedi di Mazzeo, che supera Fulignati ed insacca a porta sguarnita, scatenando il delirio dello “Zaccheria”.

TABELLINO

FOGGIA: (3-5-2) Guarna; Tonucci, Camporese, Loiacono; Fedato (dal 72’ Scaglia), Greco, Agnelli, Deli (dall’87’ Floriano), Kragl; Duhamel (dal 72’ Nicastro), Mazzeo. A disp.: Noppert, Figliomeni, Beretta, Martinelli, Rubin, Agazzi, Celli, Ramè, Calabresi. All.: Stroppa.

CESENA: (4-4-2) Fulignati; Donkor, Suagher, Scognamiglio, Perticone; Vita (dal 46’ Kupisz), Schiavone, Di Noia (dal 64’ Fedele), Dalmonte (dal 72’ Chiricò); Laribi, Moncini. A disp.: Agliardi, Melgrati, Cascione, Eguelfi, Fazzi,Emmanuello. All.: Castori.

Arbitro: sig. Valerio Marini di Roma1.

Assistenti arbitrali: Vincenzo Soricato di Barletta e Pasquale Capalbo di Napoli.

4^ufficiale: sig. Luca Massimi di Termoli.

MARCATORI: 42’ Laribi (C), 47’ Agnelli (F), 95’ Mazzeo (F).

AMMONITI: Donkor, Laribi (C).- ANGOLI: 10-3 per il Foggia. – RECUPERI: 0’ p.t.; 5’ s.t..

Area Comunicazione Foggia Calcio

fotogallery Enzo Maizzi

Foggia all’ultimo respiro (FOTO) ultima modifica: 2018-03-17T07:39:21+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This