Manfredonia
"L'aumento della TARI? E' ''figlio'' di questa approvazione"

Bilancio 2016 ASE, Caratù “Confermo: opposizione ha salvato una maggioranza decotta”


Di:

Manfredonia, 17 aprile 2018. “Ribadisco, come detto in un altro testo, che la presenza in aula dei consiglieri dell’opposizione – nella seduta del 28.06.2017 -, ha garantito la validità tecnica della stessa. Il voto contrario non significa nulla. La presenza in aula della minoranza ha mantenuto di fatto ‘in vita‘ una Giunta ‘decotta‘. L’atto in questione, l’approvazione del bilancio 2016 dell’ASE, è stato approvato nel corso di una seduta in aggiornamento, e quindi la mancata validità della delibera sarebbe rimasta tale perchè non ci sarebbero stati più i termini tecnici per l’approvazione”.

Lo dice a StatoQuotidiano il presidente di Manfredonia Nuova Giovanni Caratù, confermando quanto comunicato in una recente nota stampa, allegando la delibera di consiglio comunale n.30 del 28.06.2017, con oggetto “APPROVAZIONE BILANCIO DI ESERCIZIO 2016 ASE SPA – DETERMINAZIONI”.

Nella stessa delibera si legge come il Consiglio comunale di Manfredonia ha preso “atto della perdita risultante dal bilancio di esercizio 2016 di ASE SpA per una somma pari ad € 523.489,00, dando “(..) atto che la perdita innanzi detta risulta essere dovuta essenzialmente e principalmente nell’ambito del contratto di servizio in essere con il Comune di Manfredonia ed è stata determinata dalla maggiore incidenza dei costi di esercizio legati allo smaltimento e conferimento in discarica dei rifiuti solidi urbani, posto che dal mese di gennaio a quello di aprile del 2016 detto smaltimento è avvenuto presso il sito di Cerignola (SIA srl) al costo di € 92,90/t, dal mese di maggio al mese di ottobre 2016 lo stesso smaltimento è avvenuto presso il sito di Deliceto (AGECOS spa) al costo di € 113,97/t ed infine, dal mese di novembre al mese di dicembre 2016, presso il sito di Foggia (AMIU spa) al costo di ben € 176,93“.

Da qui, con la delibera approvata nel corso della seduta del 28 giugno 2017, il Consiglio comunale di Manfredonia aveva dato “mandato al Sindaco di approvare la bozza di Bilancio d’esercizio 2016 di ASE S.p.A., inviato da ASE il 27.04.17, che riporta una perdita del bilancio di esercizio 2016 per una somma pari ad € 523.489,00, nelle modalità indicate dai pareri innanzi resi dai competenti Dirigenti“.

La suddetta perdita di esercizio, come scritto nella delibera, avrebbe dovuto “essere oggetto di successiva, approfondita verifica in sede di approvazione, entro la data del 30/09/2017, del bilancio consolidato”. Pertanto, il Consiglio aveva dato “mandato al Sindaco di chiedere ad ASE SpA di presentare, entro e non oltre il termine perentorio del 15.09.17, un apposito ed adeguato piano industriale che affronti, nello specifico, il tema della riorganizzazione/ristrutturazione aziendale, che tenga in particolare come obiettivo principale la generale riduzione dei costi del servizio e l’aumento dell’efficacia ed efficienza dello stesso rispetto alle risultanze sin qui ottenute, in modo da potere consequenzialmente provvedere alla copertura del suddetto disavanzo in sede di approvazione del bilancio consolidato 2017 entro il 30.09.2017, il tutto comunque previo adeguato appostamento della necessaria provvista contabile che (ha alimentato,ndr) il fondo vincolato per le coperture delle perdite degli organismi partecipati, come per legge”.

Dall’atto del 28 giugno 2017 si legge come la delibera è stata approvata ”con 11 voti favorevoli ( Brunetti A., Campo M., Conoscitore A., De Luca A., Della Patria A., Ognissanti G., Palumbo L., Prencipe A., Totaro M., Trigiani L., Valentino S. ) e 6 contrari ( Clemente E., Fiore G., Magno I., Ritucci M., Romani C., Taronna L.) espressi per alzata di mano da 17 consiglieri presenti e votanti, su 25 consiglieri assegnati al Comune, compreso il Sindaco. Assenti 8 (Riccardi A., Balzamo V., Bisceglia R., D’Ambrosio D., Gelsomino A., La Torre M., Salvemini A., Tomaiuolo F.), accertati e proclamati dal Presidente”.

“La loro uscita dall’aula, l’uscita dall’aula dei consiglieri di opposizione avrebbe determinato la mancata approvazione del bilancio dell’Ase, fermo restando come la seduta era in aggiornamento e dunque non si poteva più convocare”. Dunque, “non ci sarebbero stati più i termini tecnici per la validità dell’atto”.

Sul’attuale aumento della Tari: “L’aumento? E’ ‘figlio‘ di questa approvazione perchè il bilancio dell’Ase del 2016 si è chiuso con una perdita di circa 600mila euro, perdita che il Comune (come indicato,ndr) ha ripianato per il 2018, annualità in corso. L’Amministrazione Riccardi ha dovuto aumentare la Tari mediamente del 16% perchè nella giustificazione del bilancio dell’Ase ha addossato l’intero deficit del servizio allo stesso Ente. E’ incomprensibile – dice Caratù – che una società che si chiama Ase, SpA in house del Comune sipontino, che effettua il servizio a Manfredonia, Zapponeta e Vieste, abbia determinato un aumento del 16% nella nostra città, per la TARI, mentre a Zapponeta l’importo è diminuito di pari percentuale”.

atto integrale
n030 del 28062017

Bilancio 2016 ASE, Caratù “Confermo: opposizione ha salvato una maggioranza decotta” ultima modifica: 2018-04-17T20:55:25+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • prima loro al comune e poi tasso nel gruppo misto

    MERAVIGLIOSO CIELO STELLATO


  • DI MAIO alberto

    TE NE STAI FACNDO UNA MALATTIA ….. -!!!!


  • ANNA

    CASA HA SCRITTO?


  • Un operatore ecologico

    Vuoi vedere adesso che il fallimento dell’ASE è colpa dell’uscita dei consiglieri dell’opposizione durante questa seduta consigliare e non della cattiva gestione dei dirigenti responsabili.
    Ma sig. Caratù, lei è proprio convinto di quello che scrive?


  • Yuri

    Anche le pulci hanno la tosse!


  • Alfredo

    Il parere autorevolissimo, di un politico di lungo corso, che alle ultime elezioni……. con un plebiscito…….. è stato lasciato a casa!!
    Cosa non si fa, per due minuti di notorietà! Ma l’oblio, è sempre dietro l’angolo….se lo ricordi!


  • Zuzzurellone Sipontino

    La vedo molto difficile che in futuro lei verra eletto consigliere, possa fare l’assessore, o potrà ricoprire un ruolo all’ASE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This