Scuola e Giovani

Precari: “si proceda alle immissioni in ruolo nella scuola”


Di:

Roma – IN una nota la FLC CGIL esprime preoccupazione per il “blocco del piano triennale per coprire i posti vacanti previsto dal decreto 104 del 2013”. “È sempre più probabile che per questo anno non si avvieranno le procedure per le assunzioni che rischiano di avvenire solo sui numeri del turn over, peraltro ridotti dagli effetti della legge Fornero che ritarda di molti anni il collocamento in pensione dei lavoratori e sta impedendo quel ricambio generazionale nelle pubbliche amministrazioni più volte annunciato dalla Ministra Madia. Se non fosse per i 15.000 posti di sostegno (peraltro ancora non autorizzati) il turn over per l’anno scolastico 2014/2015 prevede 13.000 pensionamenti di docenti a fronte di 350.000 precari. Gli alunni aumentano di 33 mila unità ma l’organico diminuisce mettendo sempre più a rischio la qualità del servizio”.

“Chiediamo al Governo l’immediato sblocco delle procedure di stabilizzazione senza chiedere riduzione dei diritti e dei salari per i precari. È necessario affrontare complessivamente le politiche di organici e reclutamento garantendo stabilizzazioni dei precari e ingresso delle nuove generazioni nel mondo della scuola”.

Redazione Stato

Precari: “si proceda alle immissioni in ruolo nella scuola” ultima modifica: 2014-07-17T23:07:34+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This