Edizione n° 5265
/ Edizione n° 5265

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Siponto. Concluso il WORKSHOP Capacity Building & Sharing

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
17 Ottobre 2019
Manfredonia //

Si è concluso il WORKSHOP Capacity Building & Sharing sull’inclusione lavorativa dei richiedenti asilo e rifugiati, tenutosi nei giorni 14 e 15 ottobre presso Casa dei diritti a Siponto.  Diretto ad operatori del Terzo settore e pubblici, coinvolti nell’accoglienza e assistenza di rifugiati e richiedenti asilo, compresi i minori non accompagnati, il laboratorio è stato una occasione imperdibile per acquisire nuovi strumenti da impiegare nella progettazione di interventi pronti a sbocciare per innescare nuove forme di inclusione lavorativa e sociale. Progetti che mettono in rete realtà dei territori impegnate nell’accoglienza e nella tutela dei migranti e che sanno immaginare e costruire un futuro migliore.

Tutto nasce con Bee My Job, progetto pilota che negli anni si è affermato come best practice,  esportato dal Piemonte in altre regioni d’Italia e affermatosi come modello innovativo di integrazione socio-economica e auto imprenditorialità per richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale.

Nel corso delle due giornate i partecipanti sono stati divisi in quattro gruppi misti ed è stato chiesto loro di elaborare un proprio intervento specifico di promozione dell’inclusione lavorativa dei rifugiati, in diversi ambiti e con diversi mezzi, simulando la creazione di reti territoriali che potranno concretizzarsi effettivamente in futuro e basandosi su varie forme di finanziamento.

É emerso un dato significativo e sfaccettato, caratterizzato da diversi valori, etici, sociali e anche tecnici. Decine di operatori che lavorano ogni giorno a contatto con i migranti, spesso costretti a subire commenti poco lusinghieri perché “aiutano gli stranieri” e non gli italiani e che, nonostante tutto cercano, elaborano e condividono idee per migliorare il futuro degli immigrati e non soltanto.

A dimostrare la più ampia prospettiva è il fatto che ogni progetto elaborato attraverso il canvas creato a partire dal modello Bee My Job, quale strumento dinamico e collaborativo, declinabile su diversi settori produttivi, profili di beneficiari, reti locali e fonti di finanziamento, ha previsto la collaborazione tra le realtà imprenditoriali, agricole, industriali, artigiane già operanti sul territorio.

Segno che il sommo obiettivo è creare un circuito stabile, percorsi di collaborazione e cooperazione con notevoli risultati positivi sia per i beneficiari, sia per le aziende disposte ad investire immaginando nuovi margini di crescita economica.

Si tratta senz’altro di una sfida, termine che riporta nel suo significato etimologico o alla provocazione o ad una dicotomia con gli altri ma nel caso specifico, per gli operatori e i soggetti coinvolti appare chiara l’accezione positiva intesa come stimolo per superare le difficoltà e abbattere quel muro di diffidenza oltre il quale c’è un futuro migliore per tutti.

Lascia un commento

“Comincia a vivere subito e considera ogni giorno come una vita a sé”. (Lucio Anneo Seneca)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.