Edizione n° 5401

BALLON D'ESSAI

METEO // Caldo: oggi bollino rosso in 14 città, venerdì saranno 17
18 Luglio 2024 - ore  08:46

CALEMBOUR

TARANTO // Ex Ilva: Morselli indagata, associazione delinquere per inquinare
18 Luglio 2024 - ore  14:10

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

SORPRESA Casa Sollievo, Raz Degan in visita all’Unità di Oncoematologia Pediatrica

Soffermandosi sul conflitto israelo-palestinese ha spiegato: "I miei genitori vivono lì, al confine con Gaza. Io sono molto preoccupato"

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
17 Novembre 2023
Gargano // Manfredonia //
SAN GIOVANNI ROTONDO (FOGGIA) – Una selezione di scatti della breve visita di ieri di Raz Degan all’Unità di Oncoematologia Pediatrica dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza. L’attore israeliano, assieme alla sua compagna, ha incontrato gli operatori sanitari del reparto, famiglie e bambini ricoverati, partecipando di buon grado a richieste di foto, autografi e saluti.
«In questa circostanza particolare – ha detto – nella sfortuna abbiamo avuto la fortuna di conoscere un Ospedale come Casa Sollievo della Sofferenza».
Poi, soffermandosi sul conflitto israelo-palestinese ha lanciato un messaggio di pace: «I miei genitori vivono lì, al confine con Gaza. Io sono molto preoccupato. Tutti stanno vivendo una situazione drammatica a prescindere da dove la si guardi. Posso solo augurarmi che prima o poi si possa dialogare, partendo dal guardarsi dritto negli occhi e facendo prevalere su tutto il battito del cuore. Ma prima bisogna estirpare il virus della violenza da entrambe le parti. Io cerco di rimanere fermo nella saggezza che sangue porta sangue, odio porta odio. Occhio per occhio il mondo resta cieco. Non vorrei il mondo cieco».

Lascia un commento

“L'amore ha anche questo in comune con la poesia: che, quando ci si spiega, si è perduti.” MARIO ANDREA RIGONI

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.