ManfredoniaRicordi di storia
Nel ricordo di Franco Rinaldi

Manfredonia. Il fotoreporter Lino Losciale

Esperto di tecniche fotografiche, aveva creato un laboratorio moderno per lo sviluppo e stampa fotografica all’avanguardia dei tempi


Di:

Manfredonia, 18 gennaio 2018. Quando c’è la dipartita da questa vita di un sipontino verace come Lino Losciale, artista della fotografia, persona colta e instancabile lavoratore, impegnato nel corso della sua vita anche nell’attività pubblica in incarichi importanti, è doveroso ricordarlo ai posteri. Ho voluto scrivere questo articolo in sua memoria a distanza di mesi dalla sua morte, perché non venga dimenticato.

Brillante studente al Liceo Scientifico di Manfredonia, è stato nel corso della sua attività lavorativa un bravissimo fotoreporter che lo ha visto sempre partecipe in occasione del Carnevale, alle processioni, agli spettacoli teatrali, ai servizi matrimoniali ed ad eventi importanti vari. Esperto di tecniche fotografiche, aveva creato un laboratorio moderno per lo sviluppo e stampa fotografica all’avanguardia dei tempi.

Lino era molto legato alla moglie Lina (che con grande abnegazione ha sempre collaborato insieme al marito nel laboratorio fotografico) e ai quattro figli ai quali ha garantito studi adeguati e una vita agiata.

Nella sua attività pubblica Lino è stato eletto consigliere comunale, ha avuto incarichi di presidente della Festa Patronale e del Carnevale Dauno, ed è stato componente della ASL e dell’ASE. E’ stato, altresì, per breve tempo Assessore comunale, al quale rinunciò a causa della sua impegnativa attività di fotografo.

Pervaso da un grande amore per Manfredonia, il fotoreporter sipontino viveva i suoi rapporti interpersonali con vivida intelligenza e personalità. Mi ricordo che bacchettava anche i componenti del suo partito quando non facevano bene il loro dovere di amministratori, perché si sentiva coinvolto e responsabile, come scrisse in un articolo in suo ricordo l’avv. Dario Melillo, come cittadino alle sorti e allo sviluppo della Città. Le mie prime foto artistiche, con le quali poi realizzai negli anni ’60 la locandina per i miei primi spettacoli di Cabaret, Lino me li fece al teatro S.Michele, in occasione della rappresentazione della commedia di Eduardo Scarpetta “Il Medico dei Pazzi” che recitai con Dina Valente ed altri bravi attori e attrici.

Per anni ho fatto stampare nel suo professionale laboratorio in via Arcivescovado le mie fotografie che ho scattato nel tempo in loco sulla cucina tradizionale, sulle arti, sui mestieri artigianali, sul mare e sulla natura. Lino che era sempre prodigo nel darmi consigli perchè imparassi bene a usare la mia macchinetta fotografica, vista la mia passione, un giorno mi fece dono di una Canon che conservo gelosamente. Incontravo spesso l’amico Lino sul Lungomare di Siponto dove in tuta si andava a passeggiare. Ogni volta che lo vedevo mi salutava chiamandomi: “Franch”. Alcune volte abbiamo fatto insieme il percorso sul lungomare e senza mai litigare si parlava del Carnevale, della Festa Patronale, delle attività teatrali e dei tanti problemi che affliggevano la Città. Lino aveva l’hobby del gioco della dama, con la quale spesso si cimentava con grande abilità in partite con gli amici nel suo laboratorio o con il fratello Matteo nello studio fotografico di quest’ultimo in corso Manfredi. A tal riguardo, anni fa, Lino organizzò in una sala del Castello svevo-angioino di Manfredonia un torneo di dama a livello nazionale.

Va ricordato, che Lino figlio d’arte, è stato il primogenito del brillante compianto fotografo di Manfredonia Gino “Gigino” Losciale. Quest’ultimo, padre di 10 figli, ha avviato al mestiere di fotografo anche i figli Matteo e Claudio (entrambi talentuosi fotoreporter) e Mario. Va altresì, evidenziato che la tradizione della nobile arte della fotografia della famiglia Losciale, continua con Luigi (Gigi) Losciale figlio di Matteo, che esercita l’attività di fotografo a Manfredonia nel suo studio in via Palatella.

Qualche settimana fa è venuta a mancare la signora Libera (Lina) Armiento, moglie di Lino Losciale.

Rivolgo ai figli, Titti, Gigi, Fabiola e Daniela le mie più sentite condoglianze.

Immagine copertina, autore “Gabbiano Manfredi

fotogallery archivio Franco Rinaldi

(A cura di Franco Rinaldi, cultore di storia e tradizioni popolari di Manfredonia)

Manfredonia. Il fotoreporter Lino Losciale ultima modifica: 2018-01-18T20:12:10+00:00 da Franco Rinaldi



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This