CronacaManfredonia
44enne di Manfredonia, il cui corpo esanime è stato ritrovato ad Amsterdam

Omicidio Tucci, legale “Ad oggi nessuna comunicazione su indagati”

Secondo Het Parool "Non si sa ancora quando" il presunto omicida di Tucci verrà "trasferito in Italia"


Di:

Manfredonia, 18 gennaio 2018. ”La famiglia Tucci, attraverso il suo legale, non ha ricevuto ad oggi alcuna comunicazione ufficiale, se non comunicazioni di rito correlate alla volontà dei familiari di ricevere le notifiche in merito al procedimento, dalla possibilità di costituirsi parte civile alla richiesta del risarcimento del danno. Parliamo di prestampati che ci informano delle modalità di svolgimento del procedimento secondo le norme dello Stato olandese. Al momento non abbiamo risposto nulla. Ribadisco in ogni modo: al di là di quanto detto, non abbiamo ricevuto alcuna notifica su udienze fissate, sul trasferimento del procedimento in Italia presso il Tribunale di competenza, o su un indagato o indagati. Certo, sicuramente esiste un procedimento penale, ma non sappiamo a carico di chi e quando verrà trattato”.

“Di certo, esiste un procedimento penale”

E’ quanto dice stamani a StatoQuotidiano l’Avvocato Gabriele Esposto, legale della famiglia di Saverio Tucci, 44enne di Manfredonia, il cui corpo esanime è stato ritrovato giovedì 12 ottobre (ma il dato non è ufficiale, poichè è stato indicato anche sabato 14 come giorno del ritrovamento), all’interno di un’auto in una zona ad ovest di Amsterdam. Dunque, ancora nessuna notizia ufficiale relativa alla persona o alle persone fermate, sospettate della morte dell’uomo, la cui salma è rientrata in Italia il 28 ottobre 2017.

Come riportato il 25 ottobre dal giornale olandese Ad, in seguito ad una conferma ricevuta dall’ufficio del Procuratore generale, Tucci sarebbe stato ucciso con colpi d’arma da fuoco.

Resta in ogni modo l’assoluto riserbo sulle indagini della polizia e magistratura olandese. Le indiscrezioni, al momento non confermate ufficialmente, hanno fatto riferimento in questi mesi a “tre persone fermate”, di cui uno rilasciato o “in fuga”, e due in attesa di giudizio. La tesi era stata anticipata in un testo pubblicato dal giornale di Amsterdam “Het Parool“.

Ora lo stesso giornale “Het Parool” ha pubblicato un articolo sulla propria versione on-line lo scorso 16 gennaio 2018, ripreso dal quotidiano “L’Attacco” di Foggia.

Het Parool “Un uomo di Manfredonia ha dato le indicazioni alla polizia relative all’omicidio

In base alle fonti del giornale olandese, si parla di un uomo di Manfredonia che “ha aspettato la polizia con il suo avvocato (..)” per poi “condurre il detective” verso la propria autovettura, “che aveva parcheggiato alla Henriette Roland Holststraat ad Amsterdam-Nieuw-West“.

L’uomo di Manfredonia avrebbe “indicato anche il punto in cui aveva scaricato l’arma da fuoco” e “la casa” dove ha avuto “luogo la sparatoria: nel Dongestraat ad Amsterdam Rivierenbuurt“.

Presunto omicida “Pressioni da Saverio Tucci”

Il presunto omicida – secondo Het Parool – avrebbe riferito al suo legale (olandese) di “essere stato sotto forte pressione per anni” da parte di “Saverio Tucci (..) a causa di conflitti nel traffico di droga in Italia“.

L’uomo di Manfredonia “Il 10 ottobre” ha raccontato al suo legale di “aver sparato con la pistola alla testa e al corpo” di Tucci in un’abitazione dopo essere stato “attaccato“. “Quindi” avrebbe messo “il corpo in una valigia” per poi “caricarlo nel bagagliaio della propria auto“.

Secondo quanto riferito nell’articolo del 16 gennaio di Het Parool “Nella causa penale” contro l’uomo di Manfredonia, presunta omicida di Tucci, “ci sarebbe stata una prima sessione introduttiva mercoledì pomeriggio, ma è stata cancellata all’ultimo minuto“.

Il pubblico ministero” olandese avrebbe stabilito di “trasferire (..) il caso in Italia perché riguarda una questione principalmente italiana“.

Secondo Het Parool “A novembre la Procura della Repubblica ha tenuto una ricostruzione nella casa del Dongestraat per replicare l’incidente” (il presunto litigio tra le parti, terminato nell’omicidio),” in particolare sulla base delle dichiarazioni dell’uomo di Manfredonia,che sarebbe indagato per i fatti.

L’avvocato olandese avrebbe dichiarato ad Het Parool “Ha riferito (l’uomo di Manfredonia,ndr) al nostro ufficio ad ottobre (..) che voleva una consultazione urgente con un avvocato, e quando ha detto che aveva sparato a qualcuno per autodifesa e aveva il corpo nella sua scatola, abbiamo rapidamente chiamato la giustizia“. “Indicò immediatamente alla polizia il posto dove si trovava la macchina con il cadavere, seguito da un (non comprensibile,ndr) dove mostrò dove si trovava l’arma e in quale casa era successo tutto. La polizia non sapeva ancora nulla.”

Secondo Het Parool “Non si sa ancora quando” il presunto omicida di Tucci verrà “trasferito in Italia”.

“Ripeto – dice a StatoQuotidiano l’avvocato Gabriele Esposto – non commento quest’articolo anche perchè non conosco le fonti per la redazione dello stesso”. “Posso ribadire che Saverio Tucci, da quanto appreso, è stato in Olanda per per3-4 giorni, non è escluso che dovesse incontare persone che già conosceva. Dormiva in un albergo di Amsterdam. Che lui conoscesse italiani che stavano nella città olandese, tra cui un manfredoniano, non è escluso. Lo stesso dicasi che si sia incontrato con italiani che già conosceva e/o con lo stesso manfredoniano”.

Redazione StatoQuotidiano – DDF – RIPRODUZIONE RISERVATA

Omicidio Tucci, legale “Ad oggi nessuna comunicazione su indagati” ultima modifica: 2018-01-18T11:45:37+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This