Edizione n° 5339

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Foggia, orrore e violenze al “Don Uva”: proroga delle indagini

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
18 Marzo 2023
Foggia //

FOGGIA, 18/03/2023 – (lagazzettadelmezzogiorno.it) ll pm Pietro Iannotta ha chiesto al gip la proroga delle indagini sino a ottobre sui presunti maltrattamenti ai danni di 25 pazienti oligofrenici ricoverati nella residenza socio sanitaria riabilitativa presso l’ospedale “Don Uva” di via Lucera.

VIOLENZE AL DON UVA DI FOGGIA, PH ENZO MAIZZI (26.01.2023)
VIOLENZE AL DON UVA DI FOGGIA, PH ENZO MAIZZI (26.01.2023)

L’inchiesta “New life” è sfociata nel blitz del 24 gennaio quando i carabinieri del nucleo investigativo eseguirono 30 ordinanze cautelari del gip Marialuisa Bencivenga (7 in carcere, 8 ai domiciliari, 15 divieto di avvicinamento alle parti offese e/o di dimora presso la struttura sanitaria) nei confronti di 19 operatori socio sanitari, 8 infermieri, 2 educatori professionali, 1 addetto alle pulizie.

ph Enzo Maizzi

Sono accusati a vario titolo di 19 episodi di maltrattamenti sotto forma di schiaffi, spintoni, strattonamenti, insulti, minacce, umiliazioni; 13 sequestri di persona con degenti chiusi nelle stanze e nella mensa; 2 violenze sessuali, una per presunti palpeggiamenti su una donna con grave ritardo mentale e l’altra per aver indotto due degenti oligofrenici a compiere atti sessuali; e favoreggiamento per la ricerca e disattivazione di telecamere e microspie piazzate dai carabinieri nel reparto femminile (19 delle 25 parti offese sono donne) al terzo piano del plesso B. lagazzettadelmezzogiorno.it

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.