FoggiaManfredonia
Nota stampa

TFA sostegno Foggia, domande su pentola e pila di Volta: i dubbi dei partecipanti

Alcuni candidati hanno inoltre riferito alla nostra redazione che alcuni addetti al controllo avevano con sé cellulari con cui potevano dare informazioni ai candidati


Di:

Foggia, 18 aprile 2019. Nei giorni 15 e 16 aprile si è espletata in tutta Italia la prima prova (preselettiva) di selezione per l’accesso al Tfa sostegno. Nella prova del 16 pomeriggio svoltasi presso l’Ente Fiera di Foggia, riguardante i 150 posti previsti per la Scuola Secondaria Superiore nella provincia di Foggia e a cui hanno partecipato circa 2700 aspiranti, secondo quanto riferito da alcuni candidati nel gruppo Facebook e come anche riportato da Orizzonte Scuola, gli argomenti non erano propriamente inerenti a quanto previsto dall’allegato C del Decreto Ministeriale 30/09/2011, che prevede la conoscenza di competenze didattiche, empatia, intelligenza emotiva, creatività e pensiero divergente, ma verteva su argomenti di cultura generale che hanno reso la prova più simile a un quiz televisivo che ad una prova per accedere ad un posto di specializzazione per insegnanti che guideranno una persona con disabilità nel suo cammino scolastico.

Cosa serve per costruire una pila di Volta in casa, la pentola di Papin, il calcolo infinitesimale, una frase di Mandela, Leonardo da Vinci, Edward Jenner il “padre” dei vaccini, auto ibrida plug-in e Frankestein alcune delle domande non proprio aderenti allo studio effettuato dai candidati.

Alcuni candidati hanno inoltre riferito alla nostra redazione che alcuni addetti al controllo avevano con sé cellulari con cui potevano dare informazioni ai candidati e che sarebbe stato opportuno che questi venissero tolti almeno nelle 2 ore dello svolgimento della prova anche agli addetti alla vigilanza.

Per quanto riguarda tutte e 4 le prove svoltesi il 15 e il 16 aprile (infanzia, primaria, scuola secondaria di primo grado e scuola secondaria di secondo grado), i candidati hanno apposto le risposte del questionario su un apposito foglio, unico documento ufficiale per la valutazione dei candidati in cui vi erano 2 righe di caselle per ogni risposta, poiché il rigo in basso permetteva la correzione di un’eventuale risposta sbagliata. Questo ha insinuato il dubbio in alcuni aspiranti che questo possa consentire una correzione successiva e favorire alcune persone piuttosto che altre.

TFA sostegno Foggia, domande su pentola e pila di Volta: i dubbi dei partecipanti ultima modifica: 2019-04-18T15:39:01+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This