Edizione n° 5369

BALLON D'ESSAI

TV // “Diario di un maestro” e Mamma Rai
16 Giugno 2024 - ore  13:57

CALEMBOUR

LAVORO // Randagismo a Manfredonia. “Ritardi e disinteresse. Una piaga sociale da affrontare con urgenza”
16 Giugno 2024 - ore  11:49

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Puglia, insegnante morta a scuola: scritte no vax sull’istituto

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
18 Aprile 2023
Cronaca // Scuola e Giovani //

BARI, 18/04/2023 – Una serie di scritte di contenuto no vax sono comparse sulla facciata del liceo artistico Pino Pascali, nel quartiere Libertà di Bari.

 

La scuola è il luogo in cui l’insegnante Mariangela Caldarola, 66 anni, si è improvvisamente sentita male ed è morta il 13 aprile. Il caso è oggetto di indagine da parte della polizia scientifica per individuare i responsabili, ha riferito Lorenzo Leonetti, presidente del Municipio 1. “Un gruppo di vandali, questa notte, ha imbrattato la facciata del liceo artistico Pino Pascali nel quartiere Libertà – ha scritto in una nota -.

 

La cosa che fa più male, oltre alle scritte che sicuramente verranno rimosse, è la totale mancanza di rispetto da parte di queste persone nei confronti di una comunità scolastica fortemente addolorata per la recente scomparsa di una cara e brava professoressa”. Le scritte fanno, infatti, preciso riferimento a quanto accaduto cinque giorni fa.In una delle frasi si legge “Caldarola, non uccisa da un malore ma dal vaccino”. Un gesto che, secondo Leonetti, “grida vendetta perché la professoressa Caldarola amava questa scuola e tutta la comunità scolastica e sicuramente non avrebbe visto di buon gusto associare la sua persona a così tanta ignoranza”. Lo riporta l’agenzia Ansa.

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.