Casi e Sentenze

Pretende “bionde” dal partner, “è estorsione”


Di:

PRETENDERE le “bionde” dal proprio coniuge può costare caro:nella
circostanza, non si tratta di tradimento con procaci fanciulle dai
capelli dorati, bensì di pacchetti di sigarette, vizio ben più dannoso del primo (anche se forse meno dispendioso economicamente). Soprattutto se la coppia finisce in tribunale!

È quanto capitato ad una coppia salernitana. La moglie si è, infatti, rivolta alla Terza sezione della Corte di Appello, denunciando il marito, un 52enne , per aver preteso con violenza i soldi per acquistare le sigarette. 5-10 euro che sono
costati ben più cari al gentil consorte, come riportato nella sentenza 25750/2012 della Corte di Cassazione.

La denuncia aveva prodotto la condanna all’uomo per il reato di estorsione da parte della Corte d’Appello di Salerno, nell’ottobre 2011.

La Cassazione, nel confermare la suddetta decisione, ha respinto la difesa dell’uomo, decisamente sopra le righe, che sosteneva corretta la pretesa di soldi per le sigarette in quanto non potevano essere classificati come un “ricavo ingiusto, essendo le sigarette inquadrabili trai legami di solidarietà familiare”. Sottolineando inoltre che l’importo preteso fosse irrisorio.

La Cassazione, di contro, ha respinto la tesi della difesa, anche in virtù degli “atti intimidatori” posti in essere nei confronti della moglie, che ne hanno aggravato la posizione. Inoltre ha precisato che le sigarette non si possono “ricondurre nel novero dei legami di solidarietà familiare” ed ha, conseguentemente, rigettato il ricorso.

In conclusione, a causa del proprio vizio, il signore salernitano deve ora rispondere per atti di estorsione: aver preteso
con troppa aggressività soldi dalla partner non è considerato corretto. Non solo dal buon senso ma, anche, dal codice penale. Chissà se, a questo punto, non deciderà di smettere di fumare, una volta per tutte!

(A cura dell’avv. Eugenio Gargiulo del Foro di Foggia)

Pretende “bionde” dal partner, “è estorsione” ultima modifica: 2012-07-18T20:46:34+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This