Manfredonia

“Aggressione a straniero in corso Manfredi”, indagini per identificazioni


Di:

Manfredonia – “DA quando sono stato aggredito ho paura. Ho paura di uscire, di incontrarli per strada. Di tornare a fare il mio lavoro. Io non ho fatto niente a nessuno”. Driss (nome di fantasia) parla con Stato e racconta la notte di violenza nella quale sarebbe stato “vittima di un’aggressione” nei pressi di Corso Manfredi a Manfredonia. Come reso noto dal 28enne del Marocco in una denuncia al Commissariato di Pubblica Sicurezza (dato confermato) i fatti sarebbero avvenuti “verso le ore 24 di sabato 13 settembre 2014”.

Da raccolta dati, il giovane – venditore ambulante, con “laurea in Ingegneria informatica”, anche “traduttore ed interprete” – avrebbe “smontato la propria bancarella” poco prima della mezzanotte di sabato 13 per “poi dirigersi in compagnia di un connazionale” verso il luogo di residenza. A questo punto, secondo il racconto del 28enne, lo stesso avrebbe “incrociato un gruppo di ragazzi che camminava in direzione opposta” a quella del giovane e di “un amico”. “Ho salutato uno dei ragazzi, che conoscevo.” Al saluto Driss sarebbe stato apostrofato con un insulto. In seguito “un forte diverbio”, fino alla “violenza fisica”. Dal racconto di Driss, qualcuno facente parte del gruppo di giovani – tutti probabilmente del posto – avrebbe bloccato il 28enne del Marocco “mentre un altro, dello stesso gruppo” avrebbe inferto dei colpi tra l’altro “sul viso e le gambe”. La vittima dei fatti ha denunciato la presenza di armi da taglio durante le violenze.

Il Commissariato conferma la presenza di un referto medico con riscontro delle lesioni subite dal giovane. “Oltre alle violenze fisiche ho dovuto buttare parte della merce che vendevo e mi è stato distrutto il telefono cellulare”. Sono in corso le indagini del Commissariato di PS di Manfredonia per accertare l’oggettiva dinamica dei fatti. In corso l’identificazione di alcuni giovani che avrebbero perpetrato delle violenze ai danni del 28enne originario del Marocco.

“Il mio appello – dice Driss a Stato, che si sarebbe anche rivolto ad associazioni contro il razzismo e la tutela dei diritti degli stranieri – è quello di una celere individuazione dei responsabili dei fatti. Voglio tornare a fare il mio lavoro. Voglio vivere in tranquillità. Io non ho fatto del male a nessuno”.

Redazione Stato,ddf@riproduzioneriservata

“Aggressione a straniero in corso Manfredi”, indagini per identificazioni ultima modifica: 2014-09-18T11:44:23+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
16

Commenti


  • gino

    lo conosco a questo driss è una bravo ragazzo, lasciamolo lavorare in pace.


  • Thommy Lagerbaeck

    Chi è stato dovrebbe essere preso e punito severamente oltre che essere messo alla gogna mediatica perchè una volta presi vogliamo i nomi in modo tale da evitarli quando siam per strada.


  • Luca

    qui non si tratta solo di razzismo, ma di delinquenza pura. Spero in una pena esemplare.


  • carlo

    D’accordo con Thommy, e oltre i nomi bisogna pubblicare anche le foto per vedere che faccia di mer.. hanno, in quanto sara’ l’unica umiliazione per il gesto che hanno fatto, visto che ormai le sentenze sono quelle che sono, e non ripagano mai il torto ricevuto.


  • frantino

    Il ragazzo aggredito pare abbia fatto delle avances molto esplicite ad una ragazza fidanzata, esortandola a lasciare il suo partner per uscire con lui…


  • Il giusto

    @frantino: e quindi che fai? l’ammazzi?


  • fabio

    Tutta la mia solidarietà a “driss”, che si tratti di razzismo o meno gli aggressori (addirittura con armi da taglio) spero vengano presi e paghino caro, molto caro per quello che hanno fatto.

    Comunque Driss, il suo lavoro di venditore abusivo (che ha paura di tornare a fare) è irregolare e non lo può fare.

    Questo vale per tutti, per Driss che è straniero…e ovviamente vale anche per tutti gli abusivi Manfredoniani.


  • arrangiatevi/quandosaràtardi

    Iniziamo: 1 quello che lui chiama lavoro e in realtà una vendita senza licenza,senza partita iva,vendita di probabili prodotti contraffatti,poi c è l occupazione di suolo pubblico abusiva,di sicuro non versa le tasse. 2 perchè dobbiàmo credere alla sua versione? 3 perchè non andate davanti al capolinea e provate a parcheggiare senza pagare il pizzo a stranieri come lui? Aprite gli occhi!! Smettetela con questo buonismo!! E mi rivolgo soprattutto alle donne. Provate la sera ad andare alla stazione di Foggia come andate vestite per il corso e poi venite a dirmi che sono razzista!


  • frantino

    @Il giusto …l’aggressione non è giustificata, ma pensa se fosse successo in uno dei loro paesi…a quest’ora qualcuno era già alla gogna


  • Michele

    Ma con tutte le telecamere che ci sono x il corso, possibile ke ancora nn li abbiano presi? Erano anche a volto scoperto… E i testimoni? A mezzanotte di sabato sera il corso pullula di gente!!


  • ciro

    ………qua nn è Milano……


  • GianniP

    Sinceramente da come sono stati esposti i fatti, anche nei commenti qui sopra, non mi sembra che questa cosa abbia a che fare con il razzismo, piuttosto con un pessimo comportamento e mancanza di educazione.
    Ricordo parecchie vicende viste personalmente di gruppi di ragazzi(anche 15 o 16 anni) che senza motivo apparente intraprendevano risse. Le presunte motivazioni? ragazzo dai capelli troppo lunghi, “mi hai guardato male”, o semplicemente spesso per noia e senza alcuna giustificazione, senza nemmeno prendersi la briga di cercare di accampare una motivazione.
    Ora non dico sia normale, anzi, dico solo che non è una novità, non è una novità nemmeno che accada in luoghi molto frequentati(corso, piazza etc) ma nonostante tutto non ho MAI visto i responsabili ricevere nemmeno un rimprovero.
    Quindi chiunque sia stato credo che poco(forse) c’entri con il colore della pelle, ma piuttosto con un inarrestabile violenza da sfogare sugli altri e la consapevolezza che il gesto rimarrà sempre e comunque inpunito


  • blasco rossi

    possibile che il sabato notte non ci siano dei tutori dell’ordine a presidiare le piazze principali di manfredonia??? invece di stare fermi senza far niente a piazza marconi……. e mi fermo qui!!!!


  • manuale

    Driss ha una Laurea in Ingegneria Informatica ed è traduttore (come scritto nella articolo). E penso che non abbiamo fatto nulla di tanto grave da meritarsi ciò che gli hanno fatto. Ora scommetto che 4 debosciati insieme non arrivano neanche ad una buona terza media. Cervello, educazione, rispetto zero!!!!!!!


  • non sono razzista

    Associazioni contro il razzismo e la tutela dei diritti degli stranieri ,voglio tornare al mio lavoro e vivere in serenità…..Ma dico io tornate a casa vostra!!.Provate ad andare voi in marocco,provate a chiedere i vostri diritti.
    Fermo restante che la violenza non vada tutelata.


  • antrax

    Sono solo dei vigliacchetti che in gruppo si sentono forti, da soli invece scappano spaventati. C’è stato un reato e deve essere perseguito.
    Per quanti ancora avanzano argomenti populistici del tipo “stazione di Foggia – perché non andate davanti al capolinea e provate a parcheggiare senza pagare il pizzo a stranieri come lui” ecc…, l’unica cosa da dire che purtroppo per loro ancora non hanno i mezzi per distinguere motivazioni razziali da quelle delinquenziali e trovano giovamento nel confondere le due cose, probabilmente perché i problemi più articolati non fanno per loro, troppo sempliciotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This