Edizione n° 5372

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

A Foggia ecco “Barbablù”, da una fiaba di Charles Perrault si parlerà di femminicidio

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
18 Settembre 2023
Eventi // Foggia //

Foggia – La storia di Barbablù, il sanguinario uxoricida protagonista di una fiaba di Charles Perrault, diventa spunto per la conferenza di uno psicoterapeuta ed uno spettacolo teatrale.

In un periodo in cui purtroppo le pagine di cronaca sono intrise di femminicidi, uxoricidi e violenza di genere, la OrEx Dance Tribe della foggiana Francesca Trisciuoglio Capozzi propone un’altra iniziativa artistico-pedagogica.

Sulla scia del grande successo del percorso “Confidence”, realizzato in collaborazione con l’associazione “Impegno Donna” e costituito da una serie di incontri di danza per donne vittime di violenza, il “Progetto Barbablù”, si sviluppa in due momenti: una conferenza, dal titolo “Dentro lo specchio: la fiaba come scoperta di sé”, tenuta dallo psicoterapeuta Alessio Tortorella, che è prevista per giovedì 21 settembre alle 16.30, presso la Sala Giunta di Palazzo Dogana (Foggia) e vedrà gli interventi di Franca Dente, presidente dell’associazione ‘Impegno Donna’ e Stefania Di Gennaro, presidente dell’associazione ‘Vìola dauna’.

Sabato 30 settembre al Teatro della Polvere, in via Nicola Parisi, sarà la volta della rappresentazione teatrale delle OrEx, uno spettacolo fortemente onirico, del tutto paradossale (proprio come un sogno), a tratti psicotico e disturbante, ma con il contrappeso di una sotterranea e costante dolcezza che lega in un’unica anima le mogli uccise da Barbablù e la novella sposa.

I biglietti dello spettacolo, nato da una collaborazione con il CSV Foggia, saranno disponibili al termine della conferenza oppure contattando le OrEx al 3933793985.

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.