Edizione n° 5343

BALLON D'ESSAI

CHEF // «Innamoratevi di questo mestiere», dalla Puglia l’appello ai giovani chef di tutt’Italia
20 Maggio 2024 - ore  15:19

CALEMBOUR

ESTATE // Trenitalia, al via il Frecciarossa notturno Milano-Lecce
20 Maggio 2024 - ore  15:26

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Ex sindaco Losapio in piazza a Trinitapoli: “la verità sullo scioglimento”

AUTORE:
Michele Mininni
PUBBLICATO IL:
18 Ottobre 2023
BAT // Foggia //

La sezione di Fratelli d’Italia di Trinitapoli torna in piazza, dopo lo scioglimento del Consiglio Comunale emesso ad aprile 2022.

L’evento, intitolato “Sospetti e mezze verità hanno affossato la nostra città,” ha visto come relatore unico il commissario locale della sezione Emanuele Losapio, già sindaco di Trinitapoli.

L’ex sindaco Losapio ha tenuto un comizio pubblico per dare la sua chiave di lettura, spiegare alla città la vicenda dello scioglimento per condizionamento della criminalità organizzata che dopo diciotto mesi ha interrotto il suo mandato amministrativo.

«Avevo l’obbligo di tornare a parlare con i cittadini, ho atteso l’ultima sentenza del Consiglio di Stato prima di poter dire la mia -esordisce Losapio-come prima cosa ci tenevo a rimarcare che tecnicamente sono candidabile, l’incandidabilità arriva dopo il terzo grado di giudizio, ora siamo al secondo grado di giudizio quindi, attualmente sono candidabile ovunque, pertanto dovrò soltanto io decidere se candidarmi o meno. Ritenevamo e riteniamo quello di Trinitapoli una storia molto borderline, trattandosi di un sospetto del sospetto quindi una sorta di culto del sospetto. I ricorsi amministrativi -continua Losapio-ci hanno dato la possibilità di accedere a tutto il fascicolo. I cittadini hanno il diritto di sapere quanto accaduto e perché è stato sciolto il consiglio comunale».

L’ex sindaco ha rimarcato come sono terminate le due denunce presentate alla Procura della direzione distrettuale antimafia di Bari prima e poi a quella di Foggia.

«Entrambe si sono chiuse con due archiviazioni perché il fatto non sussiste. Denuncerò qualsiasi soggetto continuerà ad associarmi a questa vicenda. Non si fa politica con la dignità delle persone, soprattutto, quando si prova a coinvolgerle in vicende rispetto alle quali sono del tutto estranei.

A Trinitapoli tutti conoscono la verità, mi hanno rovinato la vita pur sapendo benissimo che né io, né la mia famiglia, né le persone che oggi sono con me abbiano avuto contatti diretti e indiretti con la criminalità.

Le basi per un ricorso in Cassazione ci sono alla luce anche di ultime sentenze, che su vicende molto simili hanno ribaltato la situazione ed hanno annullato le incandidabilità per ex sindaci e consiglieri».

Michele Mininni

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.