Edizione n° 5342

BALLON D'ESSAI

CHEF // «Innamoratevi di questo mestiere», dalla Puglia l’appello ai giovani chef di tutt’Italia
20 Maggio 2024 - ore  15:19

CALEMBOUR

ESTATE // Trenitalia, al via il Frecciarossa notturno Milano-Lecce
20 Maggio 2024 - ore  15:26

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

POLEMICA Fedez risponde a Meloni: “Diffidare dagli influencer? Noi dovremmo diffidare dai politici”

Il cantante ha risposto alla premier che dal palco di Atreju ha attaccato Chiara Ferragni, dopo la multa dell'Antitrust per la pubblicità del pandoro Balocco

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
18 Dicembre 2023
Hot motori // Star //

ROMA – “Evento quanto singolare che la presidente del Consiglio Giorgia Meloni abbia deciso di salire sul palco della sua ‘fantastica festa’ del partito per parlare delle priorità del Paese, per dire ‘diffidate dalle persone che lavorano sul web’.

Questa è la priorità del Paese secondo Meloni?”, dichiara in una storia su Instagram. Fedez nel dettaglio dichiara: “Non ho parlato finora perche’ la vicenda non riguarda me.

Mia moglie è una donna indipendente e non voglio sovra-determinare nessuno e in più lei stessa ha dichiarato che impugnerà questa cosa.

Nonostante cio’, nonostante io non sia interno a questa vicenda, ovviamente mi sono preso un bel cumulo di m…, essendo mia moglie quindi sono stato additato come truffatore e tutto cio’ che faccio con la mia fondazione nel mondo della charity e’ stato definito opaco, fumoso.

Ci tengo innanzitutto a dire che sono due cose differenti, ci vedete come una sola cosa, io sono io e ho una fondazione che ha un bilancio sociale che e’ pubblico, totalmente trasparente, quindi rimango abbastanza perplesso che si metta in discussione tutto ciò che ho fatto nel mondo del charity e non mi sta affatto bene.

Fonte: ilmattino

Evento alquanto singolare è che la presidente del Consiglio, sul palco della sua fantastica festa del partito, abbia deciso di parlare delle priorita’ del Paese.

Quindi avra’ parlato della disoccupazione giovanile? No. Della manovra finanziaria che stanno facendo col c… e non hanno ancora finito? No. Della pressione fiscale?

No. Ha deciso di dire ‘diffidate dalle persone che lavorano sul web’. Questa e’ la priorita’ del nostro presidente del Consiglio: ‘diffidate dalle persone che stanno sul web’.

Il che mi fa capire che questo avvenimento sia stato in qualche modo attenzionato dalla politica perchè e’ prioritario per il nostro presidente del Consiglio.

Mi fa sorridere che un politico dica ‘diffidate dalle persone che lavorano sul web’ quando noi dovremmo diffidare da voi politici per tutto lo storico e pregresso a cui ci avete abituato”.

FEDEZ: MIA MOGLIE SI DIFENDERÀ SENZA LA VOSTRA IMMUNITÀ

Nella sua risposta a Meloni Fedez ha parlato anche dei fondi raccolti durante la pandemia per i lavoratori dello spettacolo. “Sapete quando ha stanziato il ministero? Mezzo milione di euro. Io da solo, chiuso in casa, in dieci giorno ho raccolto 3 milioni di euro.

E in un anno 7 milioni di euro. Naturalmente non è mia intenzione sottrarmi dall’elefante nella stanza. Mia moglie impugnerà ciò che è stato detto nelle sedi opportune, si difenderà.

Anche perché mia moglie, a differenza delle persone che compongono il suo partito, non ha potuto beneficiare dell’immunità parlamentare come l’onorevole Santanchè.

E quindi pagherà se dovrà pagare e si difenderà se si deve difendere. Voi invece avete questo ‘poterino’ in più. Ma magari se la Santanché non avesse avuto l’immunità parlamentare forse oggi da quel palco avrebbe detto ‘diffidate di noi stessi’”.

LA RISPOSTA DEL MINISTERO

“In riferimento alle dichiarazioni del cantante Fedez, secondo cui, durante la pandemia il Ministero della Cultura, fino a marzo 2021 denominato Mibact, avrebbe raccolto in favore dei lavoratori dello spettacolo ‘mezzo milione di euro’, la Direzione generale Spettacolo del MiC precisa in una nota che, nel triennio pandemico 2020/2022, sono stati complessivamente erogati, a favore del settore, oltre 95 milioni di euro direttamente ai lavoratori e più di 260 milioni alle imprese per un totale complessivo superiore ai 355 milioni di euro”, si legge in una nota del ministero.

Fonti verificate: DIRE //

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.