Edizione n° 5308
/ Edizione n° 5308

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

EVENTO Vieste, arriva il “saio delle stimmate” di Padre Pio portato dai frati cappuccini

L’abito sarà portato a Vieste attraverso una peregrinatio che sta toccando tantissine città e paesi d’Italia e d’Europa

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
19 Febbraio 2024
Gargano // Manfredonia //

VIESTE (FOGGIA) – L’abito che Padre Pio indossava il 20 settembre 1918, quando ebbe il dono della stimmatizzazione, sarà portato sabato, 24 febbraio, dai frati cappuccini di San Giovanni Rotondo, nella chiesa parrocchiale Gesù Buon Pastore a Vieste, nell’ambito degli eventi per il XXV anniversario della fondazione.

L’arrivo è previsto alle ore 17:30, con rito di accoglienza in piazzale Aldo Moro e trasferimento processionale nella chiesa.

Qui l’abito del santo resterà fino domenica, 25 febbraio. Ne dà notizia don Antonio de Padova, parroco della Buon Pastore, invitando tutti a partecipare anche alla sacre Quarantore che, da mercoledì 21 a venerdì 23 febbraio, precederanno l’arrivo dell’abito indossato da Padre Pio.

Durante la due giorni a Vieste si susseguiranno momenti di preghiera e di riflessione sulla vita e le opere di Padre Pio, oltre ad incontri dei frati cappuccini di San Giovanni Rotondo con i giovani e la comunità parrocchiale.

Previste solenni celebrazioni eucaristiche, sia il sabato (ore 18:30), sia la domenica (ore 10:30 e 18:30).

Il 20 settembre del 1918 il futuro san Pio da Pietrelcina ebbe la visione di Nostro Signore che gli disse “Ti associo alla mia passione”, per poi lasciare impressi nel suo corpo le cinque piaghe della crocifissione.

L’abito sarà portato a Vieste attraverso una peregrinatio che sta toccando tantissine città e paesi d’Italia e d’Europa.

Il rientro del prezioso indumento, appartenuto al frate nato a Pietrelcina il 25 maggio 1887, tornerà nella “sua” San Giovanni Rotondo, come detto, domenica 25 febbraio.

Fonti verificate: garganotv.com //

1 commento su "Vieste, arriva il “saio delle stimmate” di Padre Pio portato dai frati cappuccini"

  1. Ormai la gente si aggrappa a tutto anche i vestiti….
    Sono molte le persone che vogliono vedere e toccare per credere,come Tommaso…
    Ben dice Gesù
    Matteo 11:28-30
    ” Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo. Prendete su di voi il mio giogo e imparate da me, perché io sono mansueto e umile di cuore; e voi troverete riposo alle anime vostre; poiché il mio giogo è dolce e il mio carico è leggero».
    Solo per chi accetta l’invito di Dio e si affida con FEDE al sacrificio di Cristo, c’è una grande benedizione.
    Tanti dicono di avere fede e di credere ma se non ha una solida conoscenza della Parola di Dio sarà una fede effimera,emotiva senza nessun fondamento.
    Ecco perché è assolutamente fondamentale che la nostra fede debba essere radicata nella parola di Dio.
    Se ci si discosta da ciò che Dio ha scritto per noi, prima o poi ci ritroviamo impantanati nell’errore.
    È scritto
    Romani 10:17
    “La fede dunque viene dall’udire, e l’udire viene della parola di Dio”
    La fede si riceve da Dio ma bisogna poi alimentarla ed esercitarla nella nostra vita.
    Non scordiamoci mai!
    Beati quelli che hanno posto la fede in Cristo come nostro Salvatore….
    Un abbraccio…

Lascia un commento

“L’intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento.” Stephen Hawking

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.