Attualità
Oggi fortunatamente le moderne tecnologie consentono di avere a disposizione imballaggi per alimenti robusti, pratici e belli

Scegliere il packaging per alimenti

Scegliere anche in base al punto vendita


Di:

La corretta scelta del packaging per alimenti si configura come una sfida su più fronti. Come prima cosa è infatti necessario seguire alla lettera le normative sul tema, necessarie per fare in modo che siano disponibili esclusivamente imballaggi per alimenti che siano sicuri per la salute. Oltre a questo il packaging deve consentire la conservazione nel tempo e anche dare un messaggio positivo del punto vendita in cui viene utilizzato.

L’importanza dei materiali
Oggi fortunatamente le moderne tecnologie consentono di avere a disposizione imballaggi per alimenti robusti, pratici e belli, seguendo alla lettera le vigenti norme in fatto di salute e eco compatibilità. Si tratta infatti di conservare, anche se per breve tempo, alimenti per i quali deve essere sempre mantenuta la massima sicurezza. Sono oggi disponibili in commercio materie plastiche, anche riciclabili, che non rilasciano sostanze nocive negli alimenti liquidi o solidi; inoltre il packaging per alimenti ben fatto permette anche di evitare che i fluidi colino o fuoriescano in qualsiasi modo, rendendo più pratico il trasporto dei prodotti acquistati. In alcuni casi tali imballaggi dovranno anche poter mantenere il contenuto al riparo dalla luce, dalla temperatura esterna o anche dall’aria. Per questo motivo si configurano prodotti differenti a seconda dei casi specifici.

Scegliere anche in base al punto vendita
Come ben sanno coloro che utilizzano imballaggi di qualità per alimenti, questo tipo di prodotto deve essere visto anche sotto il punto di vista del marketing. Mettere a disposizione del cliente un packaging di qualità consente infatti di rafforzare il messaggio positivo nei confronti del punto vendita. Al contrario, un sacchetto che si rompe con facilità, un imballo che fa colare dall’interno ciò che si sta trasportando, porta necessariamente a diminuire l’apprezzamento del negozio e di quanto acquistato, anche nel caso in cui si tratti di alimenti di comprovata qualità. I negozi di un certo livello oggi sfruttano quasi esclusivamente packaging alimentare personalizzato, su cui è presente il logo dell’azienda.

Che tipo di packaging
Sono oggi disponibili differenti tipologie di packaging per alimenti, che variano sia al variare delle esigenze del singolo punto vendita, sia in considerazione del tipo di alimento da confezionare. Ecco allora che in alcuni casi la carta alimentare è ancora oggi la scelta migliore, mentre in altre situazioni è importante poter avere a disposizione film plastici che possano entrare in contatto con i cibi in modo sicuro ma anche pratico. Si pensi ad esempio agli alimenti freschi, come ad esempio i dolci con creme di vario genere, o ai latticini. I film plastici oggi disponibili presso le aziende specializzate in packaging alimentare sono del tutto sicuri e facilmente lavorabili, in modo da ottenere confezioni di varie dimensioni e formati, adatti quindi anche per le mono porzioni, così come per le confezioni famiglia. La personalizzazione riguarda quindi anche la possibilità di dare vita a confezioni in formati e forme del tutto originali, che possono anche divenire un tratto distintivo del singolo punto vendita. La scelta del formato corretto e del materiale più adatto è ovviamente essenziale.

Scegliere il packaging per alimenti ultima modifica: 2019-04-19T16:19:50+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This