Cronaca

Calvio: “Vergognoso strumentalizzare i bambini per mascherare la cultura razzista”


Di:

Tricolore ungherese sul Comune di Orta Nova (statoquotidiano)

Orta Nova – “E’ vergognoso strumentalizzare i bambini per polemizzare con l’Amministrazione comunale, com’è vergognoso mascherare la cultura e l’intento razzista dietro le ipocritiche buone intenzioni civiche”. La sindaco Iaia Calvio replica al suo predecessore invitandolo a “recuperare il senso istituzionale del ruolo di consigliere comunale” e ad “abbandonare i melliflui e venefici toni da campagna elettorale”.

“Mi avrebbe fatto molto piacere che anche i consiglieri del gruppo del PdL fossero presenti nell’Aula consiliare nel giorno in cui abbiamo accolto una cinquantina di piccoli cittadini ortesi, nati da genitori stranieri, ai quali abbiamo attribuito la cittadinanza onoraria simbolica – continua Calvio – Avrebbero ascoltato con le loro orecchie che il Comune ha offerto la propria collaborazione ad un progetto dell’Unicef che avrebbe potuto interessare tutte le scuole materne ed elementari di Orta Nova, se queste avessero voluto. L’unica adesione è giunta dalla ‘Nicola Zingarelli’ e noi abbiamo avuto il piacere e la gioia di collaborare con la sua dirigente, i suoi docenti ed i suoi alunni all’allestimento di una bellissima festa comunitaria.

In quell’occasione ho pubblicamente espresso la mia volontà di estendere ad ogni scuola, comprese le medie inferiori e superiori, questa esperienza, ricevendo dalla delegata provinciale Unicef la disponibilità a lavorare insieme all’obiettivo di migliorare e rafforzare l’integrazione dei cittadini stranieri nella nostra comunità.

Obiettivo non condiviso dai consiglieri comunali del PdL che mai hanno manifestato alcun interesse verso simili iniziative, preferendo puntare l’indice contro gli ‘stranieri brutti, sporchi e cattivi’ che ‘insozzano le strade’, ‘rovistano nei cassonetti’, ‘rubano nelle case e nelle campagne’. Gli stessi consiglieri comunali che hanno inventato l’esistenza di un’emergenza igienicosanitaria per giustificare la richiesta di sgombero di alcune famiglie rom da un suolo privato; mentre da amministratori hanno tollerato l’italianissima tendenza alla creazione di discariche abusive nelle periferie della città e all’avvelenamento di canali e campagne, che oggi noi stiamo ripulendo e bonificando.

La differenza tra gli amministratori di oggi e quelli di ieri non la fa il tricolore esposto in verticale o in orizzontale, ma la diversa cultura civica e politica – conclude Iaia Calvio – Diversità di cui sono e sarò sempre fiera ed orgogliosa”.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Calvio: “Vergognoso strumentalizzare i bambini per mascherare la cultura razzista” ultima modifica: 2013-06-19T14:32:12+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This