Manfredonia

Personale Comune Manfredonia, 7,5 mln spesa, nuove assunzioni (SLIDE)


Di:

Manfredonia – CON recente delibera di Giunta, approvato il programma del fabbisogno del personale a tempo indeterminato, relativo al triennio 2013/2015, del Comune di Manfredonia. 307 i posti previsti, 117 quelli vacanti.

In particolare, per il personale a tempo INDETERMINATO è stata programmata l’assunzione per il corrente anno (2013) di:

n. 1 Dirigente Settore “Bilancio e Programmazione”, Dirigenziale, dal 20/12/2013 con Concorso pubblico
n.1 Capo U.O.C. da assegnare al 3° Settore “Bilancio e Programmazione” , dall’01/07/2013, mediante Immissione in ruolo personale in comando
n.6 Operatore Polizia Locale, dall’01/12/2013 con Concorso pubblico.

PERSONALE A TEMPO DETERMINATO
n.1 Istruttore direttivo amministrativo part-time (18 ore settimanali) P.d.Z. , con decorrenza dalla datadi sottoscrizione del CIL, Scorrimento graduatoria

n.1 Istruttore direttivo contabile parttime (18 ore settimanali) P.d.Z. , Anni 1 con decorrenza dalla data di sottoscrizione del CIL, Scorrimento graduatoria

n.1 Assistente sociale part-time (30 ore settimanali) P.d.Z., Anni 1 con decorrenza dalla data di sottoscrizione del CIL, Scorrimento graduatoria

n.1 Ufficiale Amministrativo C 1 Dal 17.09.2013 e per tutta la durata del mandato amministrativo del Sindaco Proroga incarico (art.90 D.Lgs.267/2000) alle medesime condizioni di cui alla deliberazione di G.C. n.325 del 08.11.2011

n.1 Addetto Registrazione dati, dal 12.07.2013 e fino al 31.12.2013 Proroga incarico (art.90 D.Lgs.267/2000), alle medesime condizioni di cui alla deliberazione di G.C. n.265 del 25.08.2011;

n.1 Autista, Anni 1 con decorrenza dal 01.06.2013, proroga comando, alle medesime condizioni di cui alle deliberazioni di G.C. n.201 del 27.05.2010 e n.28 del 03.02.2011; disposta con deliberazione n.152 del 07.06.2013;

n.1 Addetto Registrazione dati parttime (30 ore settimanali) da assegnare al 1° Settore “Affari generali”, Anni 1, con decorrenza dalla data di autorizzazione del comando

n. 1 Dirigente 6° Settore “Lavori pubblici e Manutenzione”, dalla data di sottoscrizione del CIL e per tutta la durata del mandato amministrativo del Sindaco, mediante procedura selettiva interna.

La Giunta ha specificato che “il Comune di Manfredonia non versa in situazione strutturalmente deficitaria e che ha rispettato il patto di stabilità per l’anno 2012”; “la spesa teorica complessiva del personale prevista nel triennio in riferimento è quantificata secondo il seguente prospetto, nel rispetto delle norme vigenti in materia di contenimento della spesa del personale ed analiticamente riportata nell’allegato prospetto “B”:

ANNO SPESA DEL PERSONALE
2013 € 7.592.644,90
2014 € 7.591.455,90
2015 € 7.582.744,90

“L’incidenza della spesa del personale rispetto alla spesa corrente prevista per l’anno 2012 risulta inferiore al 50% ed al 35% (per funzioni fondamentali), computando anche le spese del personale della partecipata ASE, come si evince dall’allegato prospetto “B””, come riportato nella delibera della Giunta comunale.

L’assunzione a tempo indeterminato di n.1 Dirigente è effettuata nel rispetto dei vincoli di cui alle precedenti lettere e rientra nel limite del 40% degli stanziamenti non utilizzati inerenti a personale tempo indeterminato cessato e non sostituito nel corso del 2010, 2011 e 2012, giusta allegato prospetto “C”.

“L’assunzione di personale a tempo indeterminato dell’area di vigilanza (Operatori di Polizia Locale), nonché quello per l’inquadramento nel ruolo organico del personale in comando presso il Comune di Manfredonia è effettuata, nel rispetto dei vincoli di cui alle precedenti lettere a), b) e c), e tenuto conto del personale a tempo indeterminato cessato e che cesserà nel periodo 2010/2014 e non sostituito (…)”.

“La spesa relativa all’assunzione di personale a tempo determinato rientra nel limite del 50% di quella sostenuta allo stesso titolo nell’anno 2009, giusta allegato prospetto “D””. “La programmazione del fabbisogno del personale di cui al presente provvedimento è adottata nel rispetto del principio generale di riduzione delle spese di personale e la sua attuazione, anche per gli anni successivi, è condizionata dal mantenimento del rispetto dei limiti e prescrizioni di legge”.

La Giunta ha deliberato di “tener conto del parere espresso dal Collegio dei Revisori dei Conti di cui in premessa e pertanto confermare che resta prioritario e propedeutico interesse per il Comune di Manfredonia l’immediata e risoluta predisposizione di un piano di rientro della esposizione finanziaria nei confronti del Tesoriere e assicurare a regime maggiori entrate e/o minori spese e, comunque, assumendo azioni per il miglioramento della situazione relativa alle anticipazioni di cassa, a supporto del progetto di restituzione totale del debito di funzionamento” e “della già esistente necessità di dover far fronte al reintegro del personale cessato nel corso degli anni pregressi ai fini della garanzia del corretto espletamento dei servizi essenziali, tenuto altresì conto del bassissimo numero di dipendenti in servizio, a cui corrisponde una altrettanto bassa incidenza percentuale di tale spesa rispetto all’intera spesa corrente e per tale ragione prevedere di dover preliminarmente intervenire su altri fattori di spesa e/o sui fattori di entrata in relazione a quanto espresso nel punto precedente”; “l’attuazione delle previsioni di cui al presente piano sarà comunque subordinata al mantenimento degli equilibri finanziari di bilancio di cui all’art.162, comma 6, del D.Lgs. 267/2000, che verranno costantemente monitorati in corso d’anno e negli anni successivi di vigenza del piano e verificati con apposito atto preventivamente alle relative assunzioni”; “l’atto di programmazione del fabbisogno di personale ha carattere generale, è atto di programmazione, è ampiamente discrezionale ed è per sua natura flessibile rispetto alle sopravvenute esigenze”.

“(…) il programma, in particolare, potrà subire variazioni intese ad anticipare la data di assunzione degli operatori di P.L.e/o l’incremento del numero programmato (da 6 a più per l’anno 2013 e/o da 6 fino a 10 per l’anno 2014), come pure ridurre il numero delle assunzioni e/o posticipare la loro decorrenza, in relazione al verificarsi di circostanze che permettano tali incrementi (o siano negativi per tali incrementi), nel rispetto dei vincoli e limiti di finanza pubblica e di quanto previsto in materia di spesa di personale;” “sarà data informazione del presente provvedimento alla R.S.U. E alle OO.SS. Territoriali.

(..)la spesa per l’assunzione a tempo determinato di n.3 “Assistenti Sociali” e n. n.2 “Istruttori direttivi” è coperta dalla correlata entrata rinveniente dalla quota di risorse finanziarie, totale disponibile, destinata dalla Regione Puglia ai Piani Sociali di Zona, giusta allegato prospetto “E”, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

Inoltre, la Giunta ha preso atto della modificare la vigente pianta organica come segue: soppressione di n.1 posto di n.1 posto di “Capo O.U.C.” a tempo pieno e di n.1 posto di “Addetto Registrazione dati” a tempo pieno e di n.1 posto di “collaboratore amministrativo” a tempo pieno per l’istituzione di n.1 posto di “Capo U.O.C.” a tempo parziale (30 ore settimanali) e di n.2 posti di “Addetto Registrazione Dati” a tempo parziale (30 ore settimanali).

Incaricato il Dirigente del Settore “Bilancio e Programmazione” dello studio e proposta di apposito piano di rientro della esposizione finanziaria nei confronti del Tesoriere da adottarsi a breve.

g.defilippo@statoquotidiano.it

SLIDE – ASSUNZIONI, SPESE, PREVISTI 304 POSTI, 117 VACANTI

Personale Comune Manfredonia, 7,5 mln spesa, nuove assunzioni (SLIDE) ultima modifica: 2013-06-19T13:23:26+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
14

Commenti


  • roma ---

    E IO PAGO…….


  • anonimo

    Vedo che nessuno si sofferma su un operazione che (starebbe,ndr) compiendo l’amministrazione,—-


  • SOLIDARNOSH

    COMPLIMENTI PER LA GIUNTA SE TUTTO QUESTO è VERO VUOL DIRE CHE HANNO CAPITO DI COSA LA GENTE HA BISOGNO ” SI PUò SAPERE COME SI Fà PER PARTECIPARE A QUESTI CONCORSI ? ” GRAZIE.


  • Redazione

    Buonasera, naturalmente quanto riportato fa riferimento agli atti ufficiali della Pubblica Amministrazione, non si tratta di ipotesi; grazie, Red.Stato


  • SOLIDARNOSH


  • Movimento 5 birre

    il movimento 5 birre sta per arrivare!!!!!

    il 2015 si avvicina


  • G.de Filippo (Dir.Stato)

    Gentile Marco Murgo,
    a lei il suo lavoro (base probabilmente dell’intervento), a noi il nostro;

    Mi aspettavo inevitabile,solerte e puntuale la pubblicazione di questo articolo. Quello che mi chiedo,da semplice lettore da sempre appassionato di comunicazione,è quale possa essereil valore comunicativo,l’utilità in termini di progresso informativo di questo tipo di notizie,a parte suscitare il solito codazzo di proteste,improperi e aumentare il livello di invidia e rabbia sociale,appunto,quale sarebbe?“.

    E’ una sua opinione e dunque interpretazione della notizia (“progresso informativo“?), ma come autore del testo ho potuto invece evidenziare le spese per il personale del Comune, le proroghe per determinati ruoli, il sistema di reclutamento, la durata, il numero dei posti previsti, di quelli vacanti, le prossime assunzioni, lo storico anche per le partecipate, omettendo naturalmente i correlati nominativi. L’occupazione rappresenta una tematica importante e sicuramente sarà a conoscenza di quanti ragazzi ogni giorno sono impegnati alla ricerca di un lavoro; sicuramente conoscerà giovani e non giovani che, tra mille sacrifici, tentano di dare valore anche alla propria precarietà occupazionale. Sicuramente conoscerà tanti giovani – e non giovani – con titoli ed esperienza ma costretti spesso ad arrancare – “violentando” la propria base professionale – per una retribuzione anche dignitosa. Sicuramente sarà a conoscenza del numero di lettori interessati ogni giorno alle tematiche occupazionali. Ne sono tanti, tantissimi.

    Inoltre: sono per natura curioso e, senza dietrologie o esprimere opinioni, come invece sta facendo, mi limito a pubblicare dei dati, ufficiali naturalmente. Lo faccio da sempre: dati ufficiali, senza opinioni. Dati che la invito a leggere, anche per una sua informazione.

    Per me, quale direttore del giornale, rappresentano dei dati importanti e se avrà avuto modo di leggere la nostra testata avrà potuto visionare lo spazio reso per l’occupazione; se lei ha un’idea differente di informazione può – rispettando le norme – aprire un suo giornale o al contrario pubblicare su un blog le notizie che riterrà più opportuno. Quale direttore del giornale sono fiero dei risultati ottenuti in questi 4 anni, dal primato in Provincia alle lodi e condivisioni del nostro lavoro da parte dello staff Rai, fino al milione di pagine visionate ogni 30 giorni da Manfredonia, Bari, Roma, Milano, dal Nord Italia agli Stati Uniti; il tutto con le nostre forze e nonostante tante difficoltà, delle quali non le faccio partecipe. Naturalmente siamo umani e dunque i nostri limiti sono lapalissiani.

    Per i commenti: non ci sono elementi diffamatori; “affermazioni lesive o insultanti” lo dice lei, in base alla sua personale interpretazione giurisprudenziale. La invito dunque alla moderazione.

    Perchè sa, se una frase quale “Vedo che nessuno si sofferma su un operazione che (starebbe,ndr) compiendo l’amministrazione, l’ennesima —- (ipoteticamente non rispettando in modo coeso e ponderato la gestione dei soldi pubblici,ndr) l assunzione tramite mobilità di un dipendente presso il terzo settore. —– che skifo” rappresenta una “affermazione lesiva o insultante” (dimenticando il diritto di critica, tra l’altro, costituzionalmente garantito, tra l’altro) mi chiedo a questo punto quale sia la valenza del suo intero intervento.

    A presto, se ne vorrà discutere di persona sono qui, ci conosciamo da tantissimo tempo, a disposizione;
    G.de Filippo
    Red.Stato


  • Marco Murgo

    E’ mio costume intervenire con chiarezza nelle questioni che,pur riguardando esclusivamente la mia persona,hanno o possono avere delle ricadute pubbliche. L’ho già fatto in passato e non intenderò sottrarmi anche questa volta.
    Su un utente che si firma anonimo non val la pena neppure spendere l’energia di un battito di ciglia.
    Le riflessioni attengono a ben altri punti.
    In primis,mi pareva che l’ultima volta fosse stato ribadito il principio che affermazioni lesive o insultanti dovessero essere accompagnate da un nominativo non dico autentico ma almeno credibile.
    Mi spiace notare che in questo ed altri forum del sito questa regola venga costantemente disattesa a scapito dei diretti interessati che vengono liberamente vilipesi con l’aggiunta di un sistema censorio che sembra una sorta di beffarda compravendita di vocali e consonanti,laddove,appunto,pur censurando alcune parole,il contenuto resta perfettamente comprensiibile.
    Conosco bene la grettezza e la viltà di certa gente del posto,su di essa non intendo spendermi nè nutro aspettative degne di chiarezza,correttezza e cognizione che accompagnino affermazioni offensive fine a se stesse.
    Mi limito a fare due considerazioni.
    La prima:se l’anomimo lettore avesse avuto la forza di imbrigliare gli umori intestini e leggere attentamente la Delibera,non avrebbe avuto difficoltà a trovare,alla fine della pagina 5 e all’inizo di pagina 6,i presupposti per la mia immissione in ruolo. Tali presupposti sono di natura legislativa,non mistica,nulla a che vedere dunque coi miracoli. Ma forse per l’anonimo interlocutore la legge è un gravame insostenibile,una pastoia di cui lo stato si serve per ingabbiare la volontà popolare.Forse è davvero così. Ma è LA LEGGE e nel nostro ordinamento ne è criticabile il contenuto ma non certo ammissibile la sua violazione. Se essa sia giusta o meno non rileva in questa sede. Ciò che avrebbe rilevato sarebbe stato l’assenza di presupposti legislativi o la palese infrazione di altri. In questa delibera non vi è traccia di alcuna infrazione. Capisco che possa turbare umori particolarmente sensibili ma tant’è.
    Vafo al secondo punto che intendevo sottolineare.
    Mi aspettavo inevitabile,solerte e puntuale la pubblicazione di questo articolo. Quello che mi chiedo,da semplice lettore da sempre appassionato di comunicazione,è quale possa essereil valore comunicativo,l’utilità in termini di progresso informativo di questo tipo di notizie,a parte suscitare il solito codazzo di proteste,improperi e aumentare il livello di invidia e rabbia sociale,appunto,quale sarebbe?
    O è cambiato il modo di fare informazione (e in tal caso da profano me ne scuso) oppure,semplicemente,l’informazione rappresenta chi informa e non chi vorrebbe essere informato.
    Un antico ma ancora validissimo quesito diceva: è la realtà che cambia l’informazione o non piuttosto l’informazione a cambiare la realtà?
    Interrogativo che mi lascia assai perplesso e senza risposta.
    Saluti.


  • Marco Murgo

    Caro Giuseppe,ritengo di poterti dare del tu perchè quest’anno son vent’anni secchi che ci conosciamo,quindi,davvero senza formalismi. Sai bene che oltre ad essere un acuto e generoso osservatore sociale nel sociale e per il sociale mi sono sempre speso da sempre. Ti prego dunque,non dipingermi come uno a digiuno di realtà sociale. Il mio giudizio non era riferito esclusivamente al commento di questo articolo ma anche a quelli della volta scorsa,verso i quali si era ufficialmente stabilito un patto di correttezza affinchè chiunque avesse o volesse dissentire dovesse farlo identificandosi. Sia in questo che in altri forum,non puoi negarlo,questa prassi è rimasta lettera morta. Ho letto in tanti articoli commenti audaci,pettegolezzi,dicerie,verso i quali a mio modesto avviso non bastava affrancarli con la dicitura “dato non comprovabile o dato da verificare”,semplicemente perchè se un dato non è ufficiale non deve essere pubblicato. Un giorno poi,appena avremo entrambi tempo,davanti a un caffè ti racconterò qualcosa che riguarda la mia vita professionale e che corrisponde a quella voce che tu hai definito “violentare la propria base professionale”,qualcosa che,se fossi un rampante,esibizionista in cerca di gloria avrei potuto spiattellare qui.Ma mi conosci,sono una persona riservata. Ai giovani in cerca d’aiuto offro il mio contributo in ogni modo possibile e lecito,attraverso il volontariato. Però resto fermo nella mia tesi. Credo che una informazione di questo tipo alimenti una spirale di odio piuttosto che di trasparenza. Lo dico senza l’intenzione di rubare il mestiere a nessuno. Anche perchè,come da te stesso ammesso,la base giurisprudenziale del mio discorso è ineccepibile.Al di fuori di ciò,dunque,ritenevo vani i soliti turpiloqui.
    Ti abbraccio.
    Marco


  • Giuseppe de Filippo

    Marco, l’animo con il quale ci si predispone alla lettura di un testo può variare il contenuto dello stesso, nonostante i dati restino sempre gli stessi. Io pubblico dati ufficiali per una questione di trasparenza e per una mia visione editoriale, senza opinioni. Per i commenti: accolgo la riflessione e continuerò ancora con maggiore attenzione, dedizione e rispetto ad intervenire per la moderazione.

    Cerchiamo solo di dare a tutti la possibilità di intervenire, naturalmente nel rispetto delle norme.

    In ogni modo, come già detto, accolgo le tue riflessioni.
    A presto allora, attendo tue;
    buon lavoro
    Giuseppe de Filippo


  • Marco Murgo

    Confido nella tua maggiore dedizione nella moderazione e non per mere ragioni personali ma perchè credo che attorno alla figura dell’impiegato comunale si sia sedimentitata negli anni una esorbitante pregiudiziale che sarebbe ora lasciasse il posto ad un giudizio più sereneo,rispettoso e maggiormente lucido. Io dico sempre che,se il comune avesse i muri di cristallo,tantissima gente (in primis i detrattori di professione o per inclinazione) rimarrebbe di stucco. Vedrebbe persone oneste,magari nascoste dietro una corazza burbera per necessità ma che a costo di sacrifici privi di spettatori e narratori d’eccezione,danno anima e corpo per mandare avanti una macchina amministrativa sempre più complessa e impegnativa.
    Buona giornata e buon lavoro anche a te.


  • Redazione

    DELIBERA DI GIUNTA N.169/2013

    (..) Rettificare la deliberazione di G. C. n. 159 del 12 giugno 2013 relativa al programma del fabbisogno del personale per il triennio 2013-2015 nel senso di portare a scadenza al 11.07.2013 l’incarico di “Addetto registrazione dati” di —– di cui alla deliberazione di G.C. n.265 del 25.08.2011, per l’espletamento di funzioni di cui all’art. 90 del D.L.vo 267/2000, come già previsto nel relativo contratto individuale di lavoro (…)”


  • peppino

    ci prendono sempre per i fondelli,—–chi entra dalla porta principale è chi per parlare,—— sempre ad aspettare (Gentile Peppino, comprendiamo la sua riflessione ma siamo purtroppo tenuti a depennarla per evitare possibili ripercussioni,ndr)

    —– rispettate noi che abbiamo creduto in voi,e non ci affascinate con i soliti posti(100 autisti,laureati,150 giardinieri diplomati ecc.)che poi chi guida il pulman la persona o il diploma,o chi taglia la siepe deve fare la domanda alla forbice in carta bollata da e 2.50 fate le cose normali di cui tutti possano partecipare,è vedrete come si aggiusta la situazione.


  • Roberto

    E’ sempre un divertimento osservare la strenua difesa da parte di qualcuno del “giusto” impiego di denaro pubblico. 7,5 mln di euro, mica bruscolini. Cose che, secondo qualcuno, dovrebbero essere tenute nascoste anche perchè in una cittadinanza col 50% di disoccupazione e commercianti super tassati a qualcuno non potrebbe andare troppo a genio. Qualcuno potrebbe persino pensare che i soldi pubblici sono impiegati, per esempio, per creare una struttura culturale simil pub o creare posti di lavoro per chi poi pascola allegramente in piazza tutto il tempo. Nessuno ha mai sentito parlare di crisi? O i tagli si fanno solo sulla sanità o sulla scuola?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This