Edizione n° 5378

BALLON D'ESSAI

PRIMA DONNA // Lidya Colangelo: “Grazie San Severo, sono grata a tutti voi”
25 Giugno 2024 - ore  17:54

CALEMBOUR

FRODE // Cpr Milano: chiesto il processo per 2 persone e una società
25 Giugno 2024 - ore  17:18

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Rubano auto a Manfredonia e tentano furto, 1 arresto, 1 denuncia (II)

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
19 Giugno 2014
Manfredonia // Monte S. Angelo //

Manfredonia – I Carabinieri della Stazione di Monte Sant’Angelo, del Comando compagnia di Manfredonia, hanno eseguito un ‘ordinanza di custodia Cautelare agli arresti domiciliari a carico di Piemontese Claudio, 26 anni, poiché responsabile dei reati di tentato furto e ricettazione.

Il provvedimento cautelare è il risultato dell’attività d’indagine condotta dai Carabinieri a seguito del tentativo di furto compiuto ai danni di un negozio di ferramenta. La ricostruzione dell’evento e l’individuazione di Piemontese è stata possibile grazie alla visione di una serie di telecamere a circuito chiuso insieme ad un’efficace attività investigativa. È stato dimostrato, pertanto, come Piemontese Claudio si fosse diretto verso la serranda dell’esercizio commerciale tentando con un piede di porco di scardinarne i montanti e la serratura. Il malvivente, non riusciva nel suo intento di entrarvi e poiché cominciavano a sopraggiungere a piedi alcune persone, si allontanava a bordo di una Lancia Lybra Station Wagon di colore grigio, risultata rubata a Manfredonia qualche giorno prima.

Dalle immagini visionate dai Carabinieri si appurava, inoltre, che il PIEMONTESE veniva aiutato da altri due complici che si posizionavano agli angoli della strada fungendo da “pali”. Dei due soltanto uno, D.F. le iniziali, è stato per il momento identificato e denunciato a piede libero.

VIDEO

Fotogallery VINCENZO MAIZZI

Redazione Stato@riproduzioneriservata

6 commenti su "Rubano auto a Manfredonia e tentano furto, 1 arresto, 1 denuncia (II)"

  1. I montanari hanno fiducia nelle forze dell’ordine ma non nella magistratura che giornalmente rilascia questi micro-criminali che stanno causando danni assai più ingenti della blasonata Faida… La magistratura non garantisce neanche l’incolumità agli agenti impegnati giornalmente, che dopo averli arrestati decine e decine di volte se li ritrovano sempre in caserma o in piazza pronti a deriderli!! Foglio di via subito dalla nostra città!! Sono sempre gli stessi!! Ne abbiamo piene le *****

  2. Montanaro onesto ha pienamente ragione. Sappiamo tutti chi siano e cosa fanno giornalmente. Sono famigerati e riconoscibili. Sono strafottenti e pericolosamente vigliacchi. Non ci pensano due volte ad aggredirti in pieno giorno in 3-4 alla volta. Già conosciuti alle forze dell’ordine riescono sempre ad uscire dopo pochi giorni. Il problema però non è la magistratura, bensì le leggi che essa applica e deve eseguire. Ovviamente la situazione sta diventando pesante e qualcosa potrebbe sostituirsi alla legge: la legge del paese Monte che di questi esseri ormai è stanco.

  3. Non date la colpa alla magistratura. E’ il nostro governo che ha stabilito che in carcere non ci va quasi più nessuno a causa del sovraffollamento .
    Costruire nuove carceri? Manco pa capa…

  4. Renzi dovete costruire supercarceri di massima sicurezza non pensare all’ indulto, questa gente va’ rinchiusa per sempre. Sono dei vigliacchi…

  5. Siete la vergogna del paese…che grazie a voi sta diventando uno schifo!!!vigliacchi e ruba galline
    !!!andate a lavorareeeeee!!!buttate le chiavi!!!

Lascia un commento

In ogni paese c’è una orrenda casa moderna. L’ha progettata un geometra, figlio del sindaco. (Dino Risi)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.