Manfredonia
Missiva di osservazioni dell'ingegnere di Manfredonia al Commissario straordinario del Comune dr. Piscitelli

Manfredonia. “Rivedere il quadro generale delle aree destinate alla sosta a pagamento”

L'appello dell'ing. Aprile "Scongiurare ricorsi contro eventuali multe"


Di:

Manfredonia, 19 giugno 2019. ”Rivedere il quadro generale delle aree destinate alla sosta a pagamento con l’inserimento di aree libere così come disposto dalla normativa, scongiurando ricorsi contro eventuali multe“.

E’ quanto scrive l’ingegnere Costantino Aprile in una missiva di “Osservazioni“, inviata al Commissario Straordinario del Comune di Manfredonia, dott. Vittorio Piscitelli, con oggetto “Delibera n°9 del 10/06/2019 – Servizio gestione parcheggi a pagamento e senza custodia. Gestione diretta e temporanea – “.

“In data 11 c.m. veniva pubblicato sull’Albo Pretorio on-line del Comune di Manfredonia la Delibera in oggetto – scrive l’ingegnere – con la quale avete deliberato: di disporre la gestione diretta temporanea del servizio parcheggi a pagamento e senza custodia; di confermare soltanto alcune zone tra quelle individuate con la richiamata D.G.C. n. 81/2017, ossia le aree di interesse stagionale legate alla balneazione, quali il lungomare e le aree limitrofe, come da allegata planimetria”.

Necessariamente si deve premettere che la planimetria allegata alla delibera n°9/2019 prevede l’istituzione delle aree da destinare a parcheggio senza custodia, (così come tra l’altro è intitolata) sull’intero territorio del Comune di Manfredonia e sicuramente non definisce puntualmente “le aree di interesse stagionale legate alla balneazione”.

“Nella Delibera che si osserva – continua Aprile – ci si avvale dell’art.7 comma 1 lettera f) del Codice della Strada il quale prevede che: nei centri abitati i Comuni possono, con Ordinanza del Sindaco, stabilire, previa deliberazione della G.M., aree destinate al parcheggio sulle quali la sosta dei veicoli è subordinata al pagamento di una somma da riscuotere mediante dispositivi di controllo di durata della sosta, anche senza custodia del veicolo, fissando le relative condizioni e tariffe in conformità alle direttive del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le aree urbane”.

SERVIZIO PARCHEGGIO - MANFREDONIA

SERVIZIO PARCHEGGIO – MANFREDONIA

Cosa dispone il comma 8 dell’art. 7 del Codice della Strada

Secondo l’ingegnere Aprile “La Delibera è carente del comma 8 dello stesso art.7 del Codice della Strada, che recita: “Qualora il comune assuma l’esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione ovvero disponga l’installazione dei dispositivi di controllo di durata della sosta di cui al comma 1, lettera f), su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta. Tale obbligo non sussiste per le zone definite a norma dell’art. 3 “area pedonale” e “zona a traffico limitato”, nonché per quelle definite “A” dall’art. 2 del decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 97 del 16 aprile 1968, e in altre zone di particolare rilevanza urbanistica, opportunamente individuate e delimitate dalla giunta nelle quali sussistano esigenze e condizioni particolari di traffico”.

“Infatti, nell’allegata planimetria che individua le aree da destinare a parcheggio senza custodia non vengono altrettanto individuate le aree destinate a parcheggio senza custodia senza dispositivi di controllo”, illustra l’ingegnere di Manfredonia.

“Dal combinato disposto dai commi 1 lett. f) e comma 8 dell’art.7 del Codice della Strada è del tutto evidente che l’amministrazione non può esimersi di individuare anche le aree a sosta libera”.

La sentenza della Corte di Cassazione

Sul tema è intervenuta la Suprema Corte di Cassazione a Sezioni Unite “con Sentenza n°116 del 16/01/2007 che fa espresso riferimento all’art. 7 comma 8 del Codice della Strada dove in sostanza obbliga i Comuni che decidono di individuare aree da destinare alla sosta a pagamento (attraverso la gestione diretta o la concessione a terzi, ovvero dotando le stesse dei dispositivi di controllo della sosta), a realizzare, nelle medesime aree o in altre che si trovino nelle immediate vicinanze, degli appositi parcheggi incustoditi, ossia, appunto, degli opportuni stalli da destinare alla sosta libera. Tale obbligo, sappiamo, non sussiste solo nelle zone definite “area pedonale” o “Zona a Traffico Limitato”. All’uopo è opportuno ricordare che le ZTL sono disciplinate dall’art. 9 comma 7 del Codice della Strada e dall’art. 135 comma 14 del Regolamento di Attuazione che, in buona sostanza, le descrivono come “aree in cui l’accesso è consentito solo ad alcune categorie di veicoli” (quelli di soccorso, quelli dei residenti e quelli di scarico e carico merci)”, riporta l’ingegnere.

“Ricordiamo altresì come la stessa Sentenza n°116/2007 decreta che le multe per divieto di sosta nelle strisce blu sono nulle se vicino alle aree a pagamento non è stato predisposto un parcheggio libero da balzelli”, conclude l’ing. Costantino Aprile.

Allegati

Protocollo_20190015347 Delibera n.9-19_ Osservazioni Pec_invio Protocollo_20190015347

Redazione StatoQuotidiano.it – Riproduzione riservata

Manfredonia. “Rivedere il quadro generale delle aree destinate alla sosta a pagamento” ultima modifica: 2019-06-19T18:34:13+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • ciro

    bisogna fare un po di strisce blu ed un po di bianche per chi non ha i soldi per pagare il parcheggio .e strisce gialle per disabili .


  • Dany

    Parcheggi a pagamento? Recuperate i soldi denunciando chi amministrava la città finora, saremo parte civile nei processi, recuperate attraverso i condoni i soldi dalle tante case, soprattutto delle ville abusive a Siponto ed altrove, controllate anche le metrature e tasse comunali pagate, specie nei comparti, però aggiustate le stradeee e migliorate i serviziii, non fate che bilanciate solo i conti…

  • Vai ing.Aprile anche se di delibere e codici noi popolino non capiamo una mazza ma abbiamo capito che il comune ci vuole spillare altri soldi mettendo i parcheggi a pagamento fra poco metteranno anche il pagamento del pedaggio per le bici ribelliamoci


  • Le tre scimmiette: non vedo, non parlo, non sento

    Tra strisce blu ed occupazioni sempre più consistenti di suolo pubblico da parte di attività commerciali (pizzerie, frutterie, pescherie, venditori di bici e motorini, etc..) e di avventori che si improvvisano commercianti al minuto e che occupano strade e marciapiedi, causando non pochi problemi alla sicurezza delle persone e dei mezzi, tra un po’ saremo costretti a parcheggiare le nostre auto sul balcone di casa. Peccato che per le auto si paga una tassa chiamata bollo mentre questi soggetti non pagano nulla. Ricordando a tutti che l’occupazione del suolo pubblico oltre ad essere una violazione amministrativa è anche reato
    “La Seconda sezione penale della corte di Cassazione torna sul tema dell’occupazione di suolo pubblico per specificare che il privato che occupa abusivamente la pubblica via con cassette di frutta e verdura per svolgere attività di commercio senza la prescritta autorizzazione comunale, non commette solo violazione amministrativa di cui all’ art. 20 del Codice della Strada ma anche illecito penale previsto e punito dall’art. 633 “invasione di terreni ed edifici”. Mentre infatti la norma amministrativa è posta a tutela della sicurezza della circolazione stradale, la seconda garantisce la difesa del diritto di proprietà”.

    La domanda nasce spontanea: quanti esercenti o privati cittadini che violano tali norme sono stati sanzionati e denunciati penalmente a Manfredonia????????


  • cittadino

    Dany hai proprio ragione ed è da questo che è nato quel senso di anarchia generalizzata che su respirare…vede per tutta Manfredonia. D’altronde i vecchi proverbi che non sbagliano mai…il pesce puzza sempre dalla testa.


  • PAJEM U BOLLLLLLLL

    brav alle tre scimmiette….. quando qualcuno prendera la macchina e devastera tutto si parlerà….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This