ManfredoniaPolitica
È quanto emerge a conclusione della riunione della Direzione Nazionale del PD

Rilancio PD, Bordo “Uno sforzo a venirsi incontro pur nelle differenze..”

“Più attenzione alla gestione dei servizi comunali, attenzione a chi sta indietro”


Di:

Manfredonia, 19 giugno 2019. Uno spirito teso ad una prospettiva unitaria da parte di tutti. È quanto emerge a conclusione della riunione della Direzione Nazionale del PD tenutasi martedì 18 giugno e a cui ha preso parte il deputato di Manfredonia, Michele Bordo.

“Uno sforzo a venirsi incontro pur nelle differenze, a rilanciare l’azione del partito sul territorio, nelle fabbriche per esempio, in modo da mettere in campo un’alternativa di governo forte”, come riferisce Michele Bordo, tra i politici pugliesi a rappresentare la realtà della provincia foggiana in seno al Nazareno.

Le divisioni all’interno del partito di Zingaretti e Renzi sono ormai cosa nota a tutti, costituisce notizia quindi che nella direzione nazionale stia emergendo una prospettiva unitaria e tale per cui il partito si impegni in un rilancio del suo operato come alternativa all’assetto dell’attuale maggioranza di governo a Roma.

Ma potrà questa prospettiva avere ricadute anche nella realtà provinciale e locale del partito?

“Noi con lo spirito unitario governiamo già da diverso tempo” dichiara Bordo alla redazione di Stato Quotidiano “Siamo inseriti in una maggioranza regionale forte nelle mani del centro sinistra e la cui unitarietà è stata espressa bene dalla segretaria, Lia Azzarone, a livello provinciale”.

Anche durante l’ultima campagna elettorale, secondo Bordo, chi non lo aveva fatto in occasione del congresso ha dato prova di disponibilità a lavorare in una prospettiva unitaria.

Le elezioni del 26 maggio, nei comuni in cui si è votato in quella occasione, per il PD sono andate “molto bene”, per il deputato di Manfredonia, rispetto a cinque anni fa. “Comuni che erano governati dal centro destra adesso sono passati al centro sinistra e a sindaci espressione diretta del partito democratico. Siamo molto soddisfatti del risultato”.

Adesso, però, si evidenzia la necessità di analizzarlo nel dettaglio il voto, soprattutto quello ottenuto a Foggia il 26 maggio, dove il PD ha dovuto arrestare la sua corsa non riuscendo a vincere con Pippo Cavaliere nel ballottaggio contro Franco Landella, candidato del centro destra.

Bisognerà discutere su come rilanciare il partito, anche considerando che ci sono alcune realtà locali in cui il PD è sembrato scomparire, assente.

“Il PD va riorganizzato per avere una presenza capillare sul territorio” l’opinione espressa da Michele Bordo “Sono assolutamente convinto che, dove il partito c’è, è radicato ed ha una sua connotazione, i risultati sono molto più positivi. Adesso è necessaria una riflessione sulle realtà in cui non ci siamo per poi radicarci e costruire anche in quei comuni una prospettiva politica forte”

Comuni come quello di Orta Nova, per esempio, dove le elezioni comunali hanno visto emergere soprattutto liste civiche a fronte di una evidente assenza di liste PD.

“È l’unico comune in cui il Partito Democratico non si è presentato alle elezioni ed è una di quelle realtà in cui il PD va assolutamente riorganizzato.

C’è bisogno di concentrarsi, individuare uno degli organismi superiori che se ne occupi e che segua le vicende del partito ad Orta Nova, una realtà grande e significativa della nostra provincia”.

Le linee programmatiche per rilanciare il partito a livello locale, secondo Michele Bordo: “Più attenzione alla gestione dei servizi comunali, attenzione a chi sta indietro”.

A livello provinciale, poi, Bordo pensa alla necessità di migliorare i servizi offerti negli ospedali, le liste d’attesa; completare interventi che riguardano le arterie stradali, infrastrutture e collegamenti nel subappennino; aumentare gli sforzi per utilizzare le risorse europee prima che la Puglia esca dalle regioni ad obiettivo 1 “che godono ancora di ingenti risorse che possono servire a rilanciare la Capitanata”, prima fra tutte il patto per la Capitanata che “era stato lanciato dal centro sinistra e adesso è stato rilanciato dal patto tra il governo nazionale e la Capitanata”.

Daniela Iannuzzi

Rilancio PD, Bordo “Uno sforzo a venirsi incontro pur nelle differenze..” ultima modifica: 2019-06-19T11:51:23+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
13

Commenti


  • Deluso dal PD e non solo

    Bordo, Campo, Riccardi e non solo, avete rovinato tutta Manfredonia.
    State rovinando anche il vs PD e gli ex simpatizzanti come il sottoscritto fuggono altrove perché non siete più credibili politicamente.


  • jmbo

    Michele, ti prego, astieniti e cambia quella foto


  • Pino D'Angiò

    Ho un’idea per rilanciare il PD. Candidati con la Lega.


  • Alfredo

    …Siamo inseriti in una maggioranza forte regionale. ….
    Ma come fai ad essere così orgoglioso, per tutti i risultati negativi raggiunti a Manfredonia? ???
    Alle prossime votazione politiche potete contare sulla fiducia di voto dei vostri parenti, e qualche lecchino di partito che è stato …….e inventarti un nuovo lavoro, fino a quando non arrivi al famoso ” VITALIZIO D’ORO”.

  • – ringrazia i Manfredoniani per la prima volta e le altre volte il PD con pochi voti. E finita la pacchiaaaaaaaaaa


  • Ficus

    Fuori dal PD tutti coloro che hanno tradito Riccardi!


  • matteo

    dove lo trova il coraggio di farsi vedere. Vattene da Manfredonia, sparisci, non tornare più! Non farti vedere con tutti quelli che stavano sul comune.


  • Honor World

    Purtroppo lui come gli altri signori che avete nominato hanno le mani impastate con tutte le cooperative possibili e immaginabili, cooperative = voti i dipendenti con tutte le loro famiglie. Sono tutti voti a tornaconto, -con una briciola di pane, perché basta poco per far vendere il sedere alla gente di Manfredonia, il cui spirito è diritti si sono spenti già da tempo, questi signori possono uscire per altri 200 anni perché vi tengono tutti per -, e a mischiare le carte sono sempre loro da 40 anni.


  • Honor World

    Le vostra politica degli ultimi decenni rispecchia in Manfredonia per come è attualmente, avete fatto evadere più Manfredoniani voi che i nigeriani dall’Africa.

  • Il VERO SFORZO, è andare a ” LAVORARE!!! “.


  • Sipontina

    piuttosto che votare quelli che hanno rovinato manfredonia mi faccio deportare in Libia.


  • nessuno

    condivido tutti i commenti. cercate un altro mestiere perché quello di politico non confa’ assolutamente con quanto realizzato per la vostra città. Ci avete ignorati per tuttè le legislature facendovi vivi solo quando volevate il nostro voto.Vergognatevi !!!!


  • Fabiola

    Non credo che con tutti gli stipendi che hanno messo da parte in questi decenni avranno problemi di affitto, di libri da comprare per la scuola, hai figli,
    Di inventarsi un lavoro già ampiamente studiato quando erano al potere.
    Di contro se volete che Manfredonia non versi lacrime e sangue per ciò che non si è fatto per dare industrializzazione posti di lavoro permanenti
    Stipendi dignitosi
    Afforticate le camicie
    Fate una colazione popolare.
    Manfredonia è in uno stato di insufficienza economica.
    No nuove tasse.
    Liberizzare quei settori economici trainanti per Manfredonia.
    Le idee le soluzioni le avete.
    Buona domenica.
    Non deludere la popolazione.
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This