Edizione n° 5402

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

DISASTRO Sanità, De Leonardis (FdI): “Il Pd non risolve i problemi ma li raddoppia a Manfredonia”

"Le gestione dilettantesca della sanità pugliese da parte di Emiliano, che in Capitanata è letteralmente disastrosa, si arricchisce di una nuova scelta illogica".

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
19 Giugno 2024
Gargano // Manfredonia //

Foggia – Manfredonia. “Le gestione dilettantesca della sanità pugliese da parte di Emiliano, che in Capitanata è letteralmente disastrosa, si arricchisce di una nuova scelta illogica”.

Lo afferma il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Giannicola De Leonardis, che spiega: “Per far fronte alla più che ovvia esigenza di garantire un minimo di assistenza nell’ambito dell’emergenza-urgenza a Vieste a stagione estiva ormai iniziata, Sanitaservice e Asl Foggia avrebbero deciso che la soluzione sarebbe quella di spostare una delle due ambulanze attualmente in servizio su Manfredonia per allocarla nell’altra cittadina garganica.

In pratica: si sottrae un mezzo di soccorso a una città di più di 50mila abitanti per metterla al servizio di un’altra città che in estate conta presenze turistiche di milioni di persone. Con l’ovvio risultato di sguarnire una città che avrebbe bisogno di ulteriori mezzi, per non risolvere il problema di un’altra città che avrebbe bisogno certamente di un numero di mezzi massiccio durante la stagione turistica. Il Pd che vorrebbe governare Manfredonia non solo non risolve i problemi ma li raddoppia, dopo aver già depotenziato l’ospedale”, conclude De Leonardis.

7 commenti su "Sanità, De Leonardis (FdI): “Il Pd non risolve i problemi ma li raddoppia a Manfredonia”"

  1. De Leonardis dopo aver riso delle battute sui forni crematori, al suo posto mi sarei andato a nascondere.
    Dopo aver battezzato Rotice come candidato sindaco per poi tirarsi indietro perché incapaci di formare una lista a Manfredonia (il cui simbolo è nelle mani di Vincenzo Lo Riso) al suo posto non uscirei più di casa.
    Dopo aver chiuso al ballottaggio l’accordo con l’Udc della cognata di Landella io mi chiederei il senso della mia azione politica.
    Non citi più Manfredonia nelle sue uscite. Avete già fatto troppi danni all’immagine della nostra città.

  2. E con voi al potere invece quadruplicheranno i problemi, visto che ora è passato il regionalismo differenziato e dovremo lottare con le unghie e con i denti per ottenere anche le briciole che fino a ieri ci concedeva Roma.
    La Marca, devi vincere, fallo per Zambredonia

  3. La notizia è assolutamente priva di fondamento. Mi auguro che qualcuno risponda a dovere di fronte ad un consigliere regionale che fa procurato allarme usando il condizionale. Si vergogni!

  4. I problemi inizieranno ora con l’autonomia differenziata.
    Ma la colpa non è vostra, è di chi ha votato i partiti al governo.
    Il sud è morto.

  5. La Asl Foggia con un comunicato ufficiale ha smentito questa notizia.
    De Leonardis dovrebbe andare a nascondersi.

  6. Caro signor De Leonardis, dopo le varie FORATURE del vostro governo, dopo le comiche politiche del vostro iscritto, colonnello Marasco, penso che dovrete cambiare nome al partito; non più Fratelli d’Italia, ma fratelli di mezza Italia. Siete diventati i lecca lecca di Salvini, icona vera e divisore reale della nostra Italia.
    Manfredonia è lacunante nella sanità da quando un componente della destra ha portato tutto a Cerignola in collaborazione con altri di Foggia. Questa è una realtà che è evidente anche alle pietre. Quindi, non è colpa di Emiliano ( anche se qualcosa di più poteva fare) ma di una destra che a Manfredonia non riusciva a sfondare e che per ripicca si è ” vendicata” in altri modi.
    Spero che il dottor La Marca salga le scale di palazzo San Domenico, visto che a differenza di altri, conosce i valori importanti per governare.

Lascia un commento

“L'amore ha anche questo in comune con la poesia: che, quando ci si spiega, si è perduti.” MARIO ANDREA RIGONI

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.